354, delfini

Delfini, oggi lunedì 24 giugno, ore 18.00

delfini 24 giugno

Al SOCCER’S FIELD di Latisana lunedì scorso la partita disputata tra i Delfini padroni di casa e l’ Agriplant Azzanese di Azzano X metteva in palio il terzo posto in classifica e quindi la tensione tra tutti i protagonisti l’ha fatta da padrona per tutta la durata dell’incontro. Sotto un sole cocente, davanti ad un pubblico sempre più numeroso sugli spalti da quando il baseball è sbarcato nella cittadina della bassa, si parte. I padroni di casa schierano: MARCELLO, DEVID, SPEEDY, RICCARDO, DARIO, FRANCESCO, JAVIER, CHRISTIAN e CHIARA. Solita partenza ad handicap per gli azzurri di casa e ospiti che passano per 3 volte casa base. Il nostro  — segue  — clicca  —  primo turno in battuta frutta 4 punti per il primo vantaggio parziale. Seconda difesa e sembra che tutto torni alla normalità con 0 punti subiti. Tocca a noi, che andiamo a condurre temporaneamente 7-3 dopo un terzo di partita. Partita in discesa? Neanche per sogno! Gli errori difensivi di presa e di tiro regnano sovrani in campo permettendo all’Azzanese di portare a casa base i 4 punti del momentaneo pareggio. Reazione d’orgoglio per i ragazzi del Presidente Ceretti che ripassano in vantaggio 10-7 a metà gara. Subiamo altri 4 punti che cominciano a preoccupare e non poco lo staff tecnico dei Delfini che non si perdono d’animo, per fortuna, e fanno bottino pieno tornando avanti nel punteggio 14-11 dopo due terzi di partita. Ospiti che riescono a segnare 3 punti riportandosi in parità. Ma ancora una volta la forza di volontà e la tenacia dei Delfini li portano a passare la casa base per altre 4 volte portando il parziale sul 18-14 ad una ripresa dalla fine della partita. Azzanese a segno ancora 3 volte ma alcuni bei giochi difensivi dei Delfini pongono fine alle ostilità. E’ VITTORIA! 18-17 con tanta sofferenza ma con tanto merito: quello delle squadre che non mollano mai e che conoscono il peso che ogni vittoria porta con sé. Festa finale con un ricco rinfresco offerto alle due squadre da parte dei genitori dei nostri atleti (ricco è dir poco) e pacche sulle spalle a tutti per l’importante traguardo, anche se provvisorio, raggiunto dagli azzurri di Latisana. Prossimo impegno lunedì 24/06/2013 alle ore 18.00 al SOCCER’S FIELD di Latisana dove scenderanno i primi della classe: la squadra B dei campioni d’Italia dei New Black Panthers di Ronchi dei Legionari che all’andata si imposero per 17-11.

Paludo, Pertegada, Picchi, Aprilia e 354

Per andare a Lignano, dall’Autostrada o dalla viabilità ordinaria, i punti di rallentamento sono i soliti e noti: semaforo di Paludo, quello di Pertegada, la rotatoria dei Picchi e il semaforo con restringimento di Aprilia. In effetti però i veri problemi non sono a Paludo, che con l’inserimento delle telecamere e sensori ha adeguato i tempi al traffico, e nemmeno a Pertegada, direzione Lignano, perché mantiene la doppia corsia con scarso traffico verso il centro della frazione. Discorso diverso al ritorno con i rallentamenti di chi gira verso Precenicco. Il vero problema è quando si passa da due corsie a una, ovvero alla rotonda dei Picchi e al semaforo di Aprilia. La rotonda dei Picchi, verificato anche ieri, è del tutto inutile, soldi buttati via. Il traffico da e per Bibione è nullo, un’auto ogni minuto si e no, ma in compenso la cosa che si crea è lunghissima. Dopo l’uscita accelerazione e raddoppio del traffico, per poco perché in Aprilia nuova riduzione da due a una corsia. Qui è il nodo del problema: più che la rotonda di Paludo e quella, che non si farà mai, di Pertegada, il problema è l’utilizzo della rotonda dei Picchi. Così com’è non serve a nulla, ma se venisse completato l’ingresso a nord di Aprilia utilizzano la rotonda esistente ed eliminando l’accesso dal semaforo successivo, forse un qualche rimedio ci potrebbe essere. Si risparmierebbe sulla rotatoria di Aprilia e credo non servirebbe fare le altre.

ingresso nord aprilia

Condividi il post!

PinIt

7 commenti su “354, delfini”

  1. valerio ha detto:

    Bravo Bacucco! Bella e, direi, intelligente la variante per utilizzare il lato est inutilizzato della rotonda dei Picchi! Bacucco neo-Assessore alla viabilità!

  2. valerio ha detto:

    Ahi! Il problema sarà per chi da Aprilia vuole andare a Lignano…

  3. il_bacucco ha detto:

    se consideri il tempo fermo al semaforo rosso, è lo stesso di tornare ala rotonda e immettersi sulla 354….

  4. Paolo Miotto ha detto:

    Da una strada all’altra. Stamattina ho percorso in auto la strada che costeggia la ferrovia e porta alla stazione delle corriere,ebbene, ci sono dei bei tombini in rilievo che fanno la gioia dei pneumatici!!!

  5. il_bacucco ha detto:

    via beorchia…… e c’è pure un limite di 30 all’ora che nessuno rispetta e anche un doppio divieto di accesso che è incomprensibile…..

  6. Paolo Miotto ha detto:

    Via Beorchia….via del bioncio,piuttosto!!!! Viste le condizioni del fondo stradale!!!

  7. Ferruccio Casasola ha detto:

    Buona l’idea di dare un accesso ad Aprilia Marittima direttamente dalla rotonda, ma forse simile a quella prevista fin dal 1998 nella variante generale al piano regolatore comunale. Veniva ipotizzato a Picchi uno svincolo (a piani sfalsati e non rotonda) che avrebbe dovuto smistare sia il traffico per e da Aprilia, sia quello su via Volton (e quindi Bibione), togliendo tutti i pericolosi attraversamenti della S.S. 354 (carreggiate separate) fino alla rotonda di Lignano, soluzione viabilistica ottimale per l’incrocio fra un’arteria ad alta intensità di traffico (almeno d’estate) e due strade laterali adibite a traffico locale. Inoltre quella soluzione avrebbe ridotto l’intasamento sulla rotonda di entrata di Lignano, deviando a monte tutto il traffico per Bibione e Lignano Riviera. Sappiamo che da queste parti i treni passano una volta sola (come ha detto anche il Sindaco ieri sera), ma purtroppo noi siamo sempre in ritardo e li perdiamo tutti (o quasi).

I commenti sono disabilitati.