354, stranieri, Pasqua e Aprilia

La Latisana del futuro


Da una conversazione con Orlando Fantin, è venuta fuori una notizia che è destinata a cambiare la conoscenza di Latisana come la vediamo oggi: un terzo dei nati del 2010 a Latisana appartiene al mondo extra comunitario, sia dell’Europa dell’Est che dei paesi Africani. La cosa è destinata a cambiare la realtà del nostro Comune anche se, a dir il vero, per la cittadinanza si segue la linea dei genitori più che il luogo di nascita; resta il fatto che a Latisana ci sono circa 300 romeni e circa 800 cittadini extra comunitari e che gli stessi risultano praticamente invisibili e poco si sa delle loro abitudini. Pochi votano, tutti sono alla ricerca del permesso di soggiorno; tornando ai bambini nati, è in crescita anche la percentuale degli stranieri che frequentano le scuole, sempre più integrati e sempre più componenti la comunità di Latisana

Pasqua in Chiesa

Settimana intensa anche per gli appuntamenti religiosi che culmineranno ovviamente con la Domenica di Pasqua; questo pomeriggio, venerdì, alle 15.00 in Duomo la Liturgia della Passione e alle 20.30 la grande e tradizionale Processione della Via Crucis, molto sentita e partecipata a Latisana.Dal Duomo si procederà verso Piazza Indipendenza, Via Rocca, Via Giovanni XXIII per arrivare al Tempio, bello e semi sconosciuto luogo del centro di Latisana. Sabato le confessioni nel pomeriggio e alle 20.30 la Solenne Veglia Pasquale e domenica alle 11.00 Pontificale Solenne in Duomo con la Corale Latisanese

Si inaugura, senza pubblicità     (leggi tutto, clicca)



 

Domani, sabato 23 aprile, alle ore 11.00 verrà inaugurata la stagione 2011 ad Aprilia Marittima; il programma si svolge nella Piazzetta Imbarcadero con alzabandiera, esibizione di banda musicale, coro locale, consegna targa ad operatori della zona particolarmente distintisi nell’attività. Ovviamente esiste la regola del divieto di promozione istituzionale in campagna elettorale e quindi vedremo chi e cosa faranno in quell’occasione

La rotonda della 354


Non ci ha mai convinto la storia delle rotonde dei Picchi e di Paludo con un ingresso a due corsie ed una uscita a corsia unica; peggio ancora, per dimensioni, la trappola di Pertegada, ma torniamo alle due rotonde in questione. Durante la serata di presentazione del progetto, avanzammo dubbi sulla validità della scelta progettuale, che prevedeva appunto due corsie in entrata e solo una in uscita, anche se molto larga, da traffico parallelo dei  furbetti.  A precisa domanda ci venne detto, e sottolineato dal solito geometra locale, che si doveva fare così perché lo imponeva una normativa  e la sua interpretazione. Visitando on line varie rotonde appena costruite, abbiamo trovato quella di Venezia, in zona Zelarino a ridosso della tangenziale di Mestre: come si può vedere, la rotatoria ha ingressi a due corse e soprattutto uscite a due corsie e la domanda (già inviata ai professionisti) è ovvia: è illegale la rotatoria di Mestre o siamo poco furbi noi? Attendiamo risposte, anche da lettori che ne sanno più di noi.

A tale proposito, lodevolissima la tempestività del referente dell’Assessore Riccardi che è preposto a seguire la progettazione delle rotonde sulla 354; a stretto giro di mail egli ci dice: “la materia in esame è regolata dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 19 aprile 2006 “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle intersezioni stradali” (in vigore dal 23 agosto 2006), con particolare riferimento all’art. 2 (campo di applicazione). La geometria dell’intervento denominato “Lavori per l’eliminazione dell’intersezione a raso in località Picchi in Comune di Latisana mediante la realizzazione di una rotatoria al km. 10+600”, per quanto riguarda lo specifico parametro da Lei richiesto, rispetta i contenuti della tabella 6 dell’allegato 4.5.2 del D.M. sopra evidenziato.” 

Controllando, come avevamo già fatto, si legge che l’uscita deve essere organizzata ad una sola corsia; verrebbe quindi da dire che a Venezia hanno fatto una rotatoria illegale? Naturalmente chiederemo anche a loro.

Condividi il post!

PinIt