agmen, lettera su latisana, giornaletto, concerto ricetta e ccr

Da Chiara Casasola riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ieri ho lasciato a casa la macchina e sono uscita in bicicletta ad ammirare la nostra bella cittadina. Molto bella, di un fascino come dire … decadente. Eh si sarebbe bello descriverla ammantata da un fascino romanticamente decadente, in realtà quello che vedo mi fa solo tristezza, e anche un po’ di rabbia. Il centro storico che l’amministrazione si riprometteva un anno fa di salvare e far risplendere in realtà ha visto solo il moltiplicarsi i cartelli con la scritta “Vendesi” o “Affittasi” e lo spopolamento ha definitivamente risucchiato anche quell’ultimo sprazzo di vitalità. Molto piacevole passeggiare in bicicletta, si certo sarebbe piacevole poterlo fare con un po’ di tranquillità, magari su piste ciclabili che non siano percorsi ad ostacoli perlopiù con un certo livello di dissesto. Dire che Latisana è tenuta male è un eufemismo, non solo da un anno a questa parte non è stato fatto nulla, direi che la situazione è peggiorata, diciamo che la nave è stata lasciata andare, alla deriva più che altro, fin che la barca va lasciala andare. La situazione più pittoresca però rimane sempre Via Beorchia, una statale di fatto a cui mancano però le sicurezze di una Statale. Curve e controcurve, manto stradale stile colapasta, segnaletica orizzontale assente e un simpatico limite di velocità a 30 km/h. Ma, nonostante queste caratteristiche nulla si è fatto per impedire, mi spingerei a dire che anzi è stato incentivato, il traffico di mezzi pesanti, di autobus, di un traffico che nelle ore di punta eguaglia quello della Statale. Sugli autobus spenderei una qualche parolina in più, dal momento che viaggiano a velocità che nulla hanno a vedere con i 30 orari del limite ma neppure con i 50 orari dei centri abitati o delle strade pericolose, eviterò qui di dire cosa fanno spesso mentre sono alla guida limitandomi a dire che molti dimostrano una certa distrazione, su una strada che abbiamo visto essere pericolosa. Sul limite di 30km/h inutile specificare l’inutilità di un limite irrispettabile che sembra anzi autorizzare ad andare a una velocità discrezionale, più che discreta. Ma sui sorpassi selvaggi, il rispetto dimenticato per pedoni e ciclisti e anche per gli altri automobilisti si chiude un occhio, anzi tutti e due. Il sindaco ha espresso forte interesse a parole dicendo che non ci sono soldi per mettere in sicurezza la strada, come dire prendo atto ma arrangiatevi. Sto ancora aspettando poi la municipale a controllare il traffico in questa strada, come mi era stato promesso, e non solo a me, forse è più remunerativo passare la giornata a collezionare multe in piazza. La realtà Latisana è una sola, vuoi ancora fare la borghese ben vestita e marcia dentro, non hai voluto provare a cambiare e ti va bene così in fin dei conti. L’importante è che i tuoi figli di lusso siano sistemati, spero tu finisca di marcire e che il putrido odore del tuo disfacimento colpisca proprio i tuoi figli di lusso. Hai perso l’occasione di uscire dal guscio della tua medievale apparenza, peccato.
Chiara Casasola

Concerto della Settimana Santa

Mercoledì 4 aprile, alle 20.45 in Duomo, concerto “Passio Domini Nostri Jesu Christi”, con l’Ensemble Vocale “Dolcissimi Legami”. Ecco locandina e programma.



{jcomments on}


Uscito Il Comune Informa


Il periodico delle notizie comunali è in distribuzione; nel fare gli auguri di Pasqua il primo cittadino ricorda gli ultimi avvenimenti e il Decreto Monti, con la novità dell’IMU e altre tasse. Ampio spazio poi al premio letterario Latisana per il Nord Est dello scorso inverno. Sempre Lauretta Iuretig traccia il bilancio dell’attività della biblioteca mentre Garbuio illustra il Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’assessore alle Politiche Sociali dedica poi ampio spazio ai diuritti dell’infanzia, mentre il collega di giunta Geremia anticipa i contenuti della nuova raccolta del rifiuti. Solite promesse di miglioramento del servizio e minori costi. Sempre Geremia per la serata dello sport latisanese e invece Valvason illustra il piano delle opere pubbliche per il 2012. Caneva illustra il nuovo Piano Regolatore  e Tognato parla del Jazz in Aprilia.  Infine Lizzi sul bilancio di previsione; la parola alla minoranza è per la lista Il Paese.

Ricetta misteriosa

Come sapete anche Latisana  partecipa alla manifestazione indetta dallo IAL e dal titolo “ La ricetta del Sindaco”.  Il concorso la Ricetta del Sindaco è la manifestazione enogastronomica riservata a tutti i sindaci del Friuli Venezia Giulia che ha lo scopo di raccontare il territorio attraverso le ricette preparate con prodotti locali. Promosso ed organizzato dall’Unione dei Cuochi del Friuli Venezia Giulia, con il coinvolgimento degli allievi delle Scuole Alberghiere IAL. Il concorso è diventato un riferimento delle manifestazioni regionali e quindi un appuntamento seguito anche sotto il profilo mediatico. Alla curiosità, infatti, di vedere i Sindaci alle prese con piatti e cibi, c’è il valore di riscoprire le tradizioni più antiche, facendole diventare in qualche modo patrimonio collettivo e storia comune. Ecco i Comuni aderenti e le ricette:

Budoia (PN) Timballo di funghi e zucca in crosta di Montasio
Buja (UD)    Involtini di trota del Ledra con purea agli agrumi
Caneva (PN) Risotto con la lugànega fina
Carlino (UD) Zuf, volpine e urtiçons.
Corno di Rosazzo (UD) Gallo farcito al San Daniele in scrigno di glaudins e crema di Montasio
Duino Aurisina (TS)    Calamari ripieni
Faedis (UD) Guanciale di manzo al Refosco di Faedis
Gonars (UD) Crema di panna e formaggio in polenta e funghi in cartoccio di frico croccante
Latisana (UD) Tra terra e mare
Moggio Udinese (UD)    Orzotto mantecato con brovâdar e salsicce
Monfalcone (GO)    Gnocchi di susine
Montereale Valcellina (PN)    Minestra di riso con spinaci di montagna e speck
Pavia di Udine (UD)    Filetto di pezzata rossa fvg alle pere e polentina gialla
Pontebba (UD)    Cjalcons
Pordenone    Sacchettini di “grisol” (=crepes con ripieno di “grisol”)
Ravascletto (UD) Mešta e buša
San Daniele (UD) Cjarsonz ripieni di trota fil di fumo
Sedegliano (UD)     Risotto al kiwi friulano di Grions e Montasio di Coderno
Spilimbergo (PN) I claps da la grava
Torreano (UD) Crespelle di mais con marcundella e zùff di puàr
Tramonti di Sotto (PN)    Gnocchi tramontini
Trivignano Udinese (UD) Zuppa di farro e fagioli del borgo clauiano
Udine Agnul d’aur (angelo d’oro)
Venzone (UD) Gnocchi di carote con pesto di sclopit.
Come si vede  mistero sulla ricetta di Latisana.

Dal Ristorante Pizzeria Cigno, riceviamo e pubblichiamo.


Mercatino dell’AGMEN sabato e domenica, ecco l’avviso.


Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il giorno 28 Marzo 2012, si è riunito il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR), i rappresentanti hanno discusso sui diritti dei ragazzi, e hanno parlato delle richieste come, avevamo già parlato in passato. Il consiglio e i suoi membri, si riuniranno dopo Pasqua. Vi terremo aggiornati.
Oumaima Gourchane.

Condividi il post!

PinIt