Al via le manovre per il successore di Fanotto alla Presidenza dell’Uti Riviera

Archiviate le elezioni di Lignano, ritorna a far moda la toto-presidenza dell’Uti Riviera Bassa Friulana, fino ad oggi in capo a Fanotto sindaco di Lignano. Un mandato prolungato a causa delle elezioni. Giovedì alle 18 ci raccontano essersi riunita, anche a tal proposito, l’assemblea dell’Uti a Ronchis. Caduti dalle nuvole, non abbiamo trovato traccia della convocazione, pur essendo l’assemblea pubblica, ma forse non abbiamo cercato abbastanza…

Immancabile sul tavolo la candidatura di Latisana di Daniele Galizio. Ufficialmente sarebbe l’unica, ma i bene informati, sempre parecchi, assicurano che se la candidatura e’ una, le linee di pensiero sulla gestione dell’Uti sarebbero –condizionale d’obbligo- due. Una farebbe capo proprio a Latisana che vorrebbe spingere sull’acceleratore, l’altra piu’ attendista sposerebbe le simpatie, per esempio, del sindaco di Precenicco.

E proprio intorno a queste due visioni che i soliti esperti in politica già fanno i conti, in base proprio ai numeri a disposizione di ogni sindaco in fase di voto. La linea, chiamiamola Latisana, arriverebbe a quota 15 -Latisana ha a disposizione 7 voti, Muzzana 2, Ronchis 2, Palazzolo 2, Pocenia 2- e la linea, chiamiamola Precenicco, a quota 10 -San Giorgio ha a disposizione 4 voti, Porpetto 2, Carlino 2, Precenicco 2-. Se poi vogliamo essere maliziosi ci si chiede come sia possibile che le linee di gestione siano due e l’aspirante presidente uno soltanto…

Ma non basta, perché alla conta manca Lignano che con i suoi 6 voti cambierebbe come sempre gli equilibri. Non tornano i conti? Tranquilli: Marano (2 voti) non e’ pervenuto.

Aspettando la prossima assemblea che potrebbe proclamare il presidente, ci pare non sia fuori luogo chiedere cortesemente di pubblicizzarla, per esempio sull’albo pretorio.

Condividi il post!

PinIt