argini e ronchis, modaedimoda telefriuli, bidoni pieni, libri alle scuole, l’urlo… , fiaccolata, saggio, natale, presepi, lotteria, novena, premio vigilia di natale, san silvestro a lignano

Argini, Ronchis e meriti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Da: fabio. Oggetto: pulizia argini Latisana-Ronchis

In merito all’articolo pubblicato sul MV nel quale si evince un accordo da parte dell’amministrazione comunale di Latisana con il Magistrato delle acque per lo sfalcio degli argini, è doveroso precisare che c’è stato un enorme interessamento nella questione da parte del Vicesindaco di Ronchis e di tutta l’amministrazione, che successivamente ha coinvolto anche Latisana. Ma come sappiamo bene gli amministratori Latisanesi sanno prendersi i meriti in particolare colui che ha fatto pubblicare l’articolo, mentre il lavoro “sporco” lo fanno spesso i colleghi dei paesi limitrofi. Cordialità.

MODAedimoda, il Friuli su Telefriuli

Ecco la scaletta della 2°  puntata,  in onda su “Telefriuli” – Giovedì 20 dicembre (ore 21.15 circa) – in replica Sabato 22 dicembre (ore 13.45).

Presenta: Michele Cupitò con Martina Floreani – Produzione e coordinamento: Paola Rizzotti. – Regia Ennio Cossettini

Questa, in anteprima, la scaletta della seconda puntata realizzata dal “Presepe di Sabbia” di Lignano Sabbiadoro:

– servizio ristorante “La Cantinetta dell’Isola Augusta” con intervista allo chef Gino Mattarello;

– intervista all’Assessore al Turismo del Comune di Lignano Sabbiadoro, Massimo Brini;

– servizio sul “Camping Village Pino Mare” di Lignano Riviera con l’intervento della Direttrice Lucia Mauro;

-presso il “Lignano Sabbiadoro Carrousel”, presentazione delle modelle emergenti partecipanti al concorso di bellezza “Premio alla Moda – Un Volto X Fotomodella”;

– servizio agenzia “modashow.it” con intervista a Paola Rizzotti;

– dalla “casetta di Babbo Natale del Palmanova Outlet Village” i consigli del personal shopper Lucio Braida;

– intervista al Presidente della Prolo Loco di Lignano Angelo Pellegrinon.

“moda & DIMODA” è una produzione esclusiva “modashow.it”

Volumi in dono alle scuole, iniziata dell’associazione « La bassa ».

Ieri mercoledì 19 Dicembre, alle 11.30 presso l’aula magna della scuola media di Latisana………

l’associazione “La Bassa” ha consegnato alla biblioteca della scuola, i volumi di questo periodico, era presente il Dirigente scolastico Dott. Chiara Zulian, il vice preside R. Glerean, l’assessore regionale alla cultura Elio De Anna, il presidente dell’associazione “La Bassa” Enrico Fantin, l’Amministrazione comunale di Latisana, e un’insegnante M. C. Falcomer.  Ha partecipato anche il sindaco dei ragazzi, e i relativi assessori, i rappresentanti dei ragazzi, più una classe. Si tratta di un’iniziativa che intende far conoscere ai ragazzi la storia del territorio dove vivono.   Oumaima Gourchane.

L’Urlo di Munch

Pare sia stata elaborata una nuova teoria per la genesi del celebre quadro “L’Urlo” di Edvard Munch. Il pittore si sarebbe recato in una certa piazza di una certa frazione di un certo paese, e avrebbe visto una certa opera costruita. Da qui il quadro…………. (si fa per ridere ovviamente…….)

Fiaccolata a Gorgo

Saggio di ginnastica ritmica

Natale 2012 a Latisana

Presepi artistici nelle vetrine dei negozi; Presepe dei bambini; Lotteria natalizia e mostra benefica “NatArte”

Natale 2012 tra presepi e mostre d’arte a Latisana. “Tramite l’associazione Pro Latisana, la Città ha aderito anche quest’anno alla 9. edizione di “Giro presepi in Friuli Venezia Giulia”, progetto curato dal Comitato regionale Fvg dell’Unpli che censisce ogni anno oltre 200 presepi nella “Guida presepi”, volume diffuso su tutto il territorio e strumento indispensabile per il turista-visitatore – spiega l’assessore al turismo, Andrea Tognato -. In collaborazione con la Confcommercio mandamentale si è deciso di inserire nella “Guida presepi” il comune di Latisana sia nelle sezioni “Presepi monumentali” e “Presepi nelle chiese” che nella “Rassegna presepi”. Da qui nasce l’iniziativa di esporre un presepe artistico nelle vetrine dei negozi degli esercenti che hanno aderito”. La Confcommercio mandamentale si è poi attivata per la realizzazione di una nuova tipologia di lotteria natalizia sul modello “gratta e vinci”, con vincita immediata e direttamente spendibile nei negozi aderenti. È stato stampato e distribuito molto materiale informativo, installato un impianto sonoro per le vie e le piazze del centro e c’è la possibilità di inserimento gratuito di tutte le attività nel sito www.negoziamicilatisana.it per chi è membro dell’associazione “Centro commerciale naturale/Negozi amici di Latisana”. Sempre Confcommercio si è occupata del riallestimento del “Presepe dei bambini” realizzato nel 2011 in collaborazione con le scuole.

 “Tra le iniziative natalizie di quest’anno a Latisana – ricorda Tognato -, anche quella della “Galleria Anthea Art Gallery”, promotrice l’evento artistico a fini benefici “NatArte” che riunisce diversi artisti e architetti locali: si potrà contribuire con una donazione per ogni albero creato appositamente per l’evento e per altri oggetti all’interno della galleria. Il ricavato sarà devoluto all’onlus “Pan di Zucchero” di Latisana per far vivere meglio il Natale alle persone che attraversano un momento di difficoltà. La mostra, allestita nella “Galleria Anthea”, in piazza Duomo, resta aperta fino al 6 gennaio 2013. 

Novena di Natale

Bidoni pieni

ecco una batteria a Paludo, mercoledì sera

Premio Vigilia di Natale

 

San Silvestro Live Show, il 30 e 31 dicembre 2012 a Lignano Sabbiadoro

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “argini e ronchis, modaedimoda telefriuli, bidoni pieni, libri alle scuole, l’urlo… , fiaccolata, saggio, natale, presepi, lotteria, novena, premio vigilia di natale, san silvestro a lignano”

  1. luca ha detto:

    no bacucco ti sbagli……il soggetto dell’opera di Munch è sconvolto dall’ennesima cretinata letta in internet…..
    ad ogni modo chi non gradisse l’estetica della certa casetta in tal piazza di siffatta frazione (a costo zero per i cittadini!) può sempre mettere mano al portafoglio e sponsorizzarne una di suo gradimento…..
    così poi ce ne sarebbero due! pensa che bello!

  2. Paolo Miotto ha detto:

    Un momento,forse non è un urlo,è meraviglia per la costruzione della casetta o chiesetta,dopo tanto tempo….

  3. Gianfelice Colonna ha detto:

    Consiglio Comunale di Latisana del 20 / 12 / 12

    ORA,
    ben pochi sanno che cosa sia un Hospice e che a Latisana ce ne sia uno nuovo di zecca costato due milioni seicentomila euro.
    Forse nessuno sa che c’e’ una RSA nuova di zecca non ancora attivata solo perché ospita attualmente altri reparti nell’attesa che siano ultimate le opere strutturali in costruzione: sale operatorie e area chirurgica.
    ORA,
    l’Azienda Ospedaliera sta svuotando l’Ospedale di Latisana:  mi riferisco al PUNTO NASCITE e di conseguenza la PEDIATRIA…..
    con le immancabili ripercussioni sull’operatività degli altri reparti:
    siamo di fronte a una Amministrazione Ospedaliera lontana geograficamente e politicamente.

    E la nostra Amministrazione Comunale in tutto questo cosa fa’?…. Come non bastasse quanto sta succedendo da’ una mano a svuotare l’Ospedale di Latisana di FUNZIONI e REPARTI   proponendosi essa stessa di realizzare una nuova struttura per Hospice ed RSA !
    In casi come questo l’esclamazione è scontata:  “E IO PAGO!”.
    Gia’, in questo caso il Cittadino latisanese paga due volte: prima come contribuente ha già appena pagato la realizzazione dell’Hospice e delll’RSA, ora , secondo le intenzioni dell’Amministrazione Comunale di Latisana, ripagherà nuovamente quelle strutture utilizzando ciò che, in questo momento, sarà possibile realizzare dal “lascito Teodolinda Toniatti “.
    Ma non si era detto basta agli sprechi?!  da qualsiasi parte provengano quei denari ?!.

    Non ci vogliamo proprio rendere conto  della situazione drammatica del nostro Paese!?

    E in tutto questo si aggiunge il paradosso: i tre milioni di euro resi disponibili dalla Regione e dalla politica per la realizzazione di questo, a mio dire, insensato progetto: vorrei non vi dimenticaste che anche questi soldi sono del Cittadino latisanese e non sono piovuti dal cielo!
    Ma a che cosa dovrebbero servire quei tre milioni di euro? A realizzare, nell’ambito di quella “Cittadella della Salute” gli uffici e gli spazi per l’Ambito Socio Assistenziale.
    Ma se si sta parlando di una ristrutturazione a livello regionale del numero e delle dimensioni degli Ambiti Socio Assistenziali, ha un senso parlare di appaltare progetti per questa incomprensibile e buia , lasciatemelo dire, buia, operazione? O non saranno piuttosto gli ennesimi denari buttati in progetti e consulenze?  Ricordiamoci dei 18.000 euro spesi per il progetto del parcheggio interrato Morassutti!  Ricordiamoci degli oltre 50.000 euro gettati da solo pochi mesi per i progetti “dell’abitare possibile”! Tutti progetti, per fortuna, rimasti nella carta e mai realizzati.
    O non sarebbe piuttosto più giusto aspettare che venga ridefinito il Piano Sanitario Regiornale e poi decidere?
    E poi non ci e’ stato spiegato, qui dentro, che quel tanto discusso PISUS ( piano di sviluppo urbano sostenibile) da realizzarsi in area caserme doveva servire proprio per contenere le attivita’ dei servizi dell ‘Ambito Socio Assistenziale?
    Ci sono troppi  “ma”  , troppe  “macchie di grigio” in questa operazione Cittadella della Salute in un momento così buio per la nostra Italia.

    Ma veramenten abbiamo così tanti soldi da buttare?

    E poi, alla luce di quanto succede ai valori degli immobili, non ritenete che questa sera anziché pensare a dare incarichi per progetti non sia invece il caso di rifarsi i conti in tasca e capire quanto ci resta di quel lascito?  

    Comincio a sentirmi stanco di impegnare inutilmente energie. Sento arrivato il momento di non condividere, neppure con un voto negativo, decisioni così pesanti, di non condividere un tale ingiustificato sperpero di denaro. Eppure proposte alternative serie e realizzabili sono state presentate sul come utilizzare quel lascito e quel possibile “pisus”.!
    Avremmo potuto più semplicemente utilizzare quei soldi per una nuova Casa di Riposo.
    E’ ora, dicevo, che lasci il posto a forze ed energie nuove.
    Sono certo di avere profuso non poco impegno civico per la mia Latisana.

    – Nel 1990 (22 anni fa ) il nostro Ospedale stava correndo un rischio ben peggiore dell’attuale.
    Fra l’altro avevamo un’area di emergenza nuova di pallino, tutta impacchettata, che non poteva essere attivata solo perché si doveva attendere la realizzazione di quella di Palmanova ancora in fase di progettazione. Come si può vedere è sempre Palmanova a dettare legge, a fare la voce grossa e farla da padrona.
    – Nel 1995 l’Ospedale di Latisana era rimasto l’unico ospedale di rete di tutto il triveneto a non poter disporre per la sua diagnostica radiologica di una T.A.C. e i suoi ricoverati venivano accompagnati in ambulanza a Palmanova  o a San Donà per eseguire tale indagine.
    – Da diciassette anni è attiva nel nostro territorio una Associazione di volontariato che è vanto per tutta la bassa occidentale.
    E sempre queste iniziative, peraltro sempre brillantemente portate a termine, mi hanno visto in prima linea come coordinatore e promotore.
    Oggi, qui dentro, stando così le cose, non ho più nulla da dare.
    In questo contesto sono stato sempre espressione della società civile e ritengo più utile ritornare alla società civile.

    Al nuovo Consigliere che subentrerà al mio posto e a Voi tutti un sincero ringraziamento e i migliori auguri di buon lavoro.
    Nei prossimi giorni provvederò a formalizzare l’annuncio di queste mie dimissioni dal Consiglio Comunale di Latisana.

    Ora consegnerò al Segretario il testo di queste mie dichiarazioni con richiesta che vengano allegate al verbale della seduta di questo Consiglio Comunale.

    Gianfelice Colonna

I commenti sono disabilitati.