assessori, 354, vino, moda ecc

Latisana nuovi amministratori

In attesa delle conferme ufficiali che leggeremo sulla stampa, abbiamo avuto una amabile conversazione con l’ex Sindaca Micaela Sette, rilassata dopo le fatiche elettorali e forse in procinto di assumere il ruolo di capogruppo in consiglio comunale; ovviamente bocche cucite sui nomi dei sei futuri assessori ( Angelino Valvason, Cesare Canova, Andrea Tognato, Milo Geremia, Sandro Vignotto e ballottaggio tra Juretig – Cicuttin – Martinis – Spagnolo…..forse….con la necessità di avere almeno una donna in giunta…. ), ma alcune spiegazioni che possono essere utili la Sette ce le ha fornite. Posto che il Cafc (Acquedotto) ha elezioni del Consiglio di Amministrazione a parte, le due realtà latisanesi che scadono in concomitanza con il Consiglio Comunale sono la Casa di Riposo e l’Asilo Rosa de Egregis Gaspari; le due presidenze significano in effetti impegni molto gravosi, remunerato il primo e gratuito il secondo, mentre si attende la fusione tra il CRS di San Giorgio e la NET di Udine per capire come peserà Latisana all’interno del nuovo consiglio di amministrazione della nuova società che si occuperà di rifiuti. Si può affermare comunque che una presidenza vale come un assessorato, che un vice sindaco ne vale due e che nel pacchetto si potrebbe anche inserire la Pro Latisana,appetibile per la enorme massa di contributi che gestisce e per il radicamento sul territorio. Ci sono poi le commissioni comunali e le deleghe sempre possibili: un bel rompicapo per Salvatore Benigno, ma meglio avere di questi problemi, che stare a guardare da fuori.

Latisana è di Moda

C’è una realtà locale che diffonde e promuove il nome di Latisana (e Lignano Sabbbiadoro) in tutta Italia e, in minima parte, in tutto il  mondo. Stiamo parlando di Paola Rizzotti e Michele Cupitò, che con il loro concorso internazionale “Moda d’Autore” fanno arrivare a Latisana prima e a Lignano Sabbiadoro poi stilisti e creatori di moda di valore assoluto e di provenienza da diverse nazioni (Usa, Spagna, Germania, Sud America), oltre che naturalmente da tutta Italia. “Moda d’Autore” è un concorso ideato ed organizzato dall’agenzia “modashow.it” (appunto di Latisana) con lo scopo di promuovere e valorizzare il lavoro, la creatività ed il talento di sarti e stilisti emergenti. A “Moda d’Autore” partecipano sarti e stilisti che già operano per proprio conto o creativi in qualità di dipendenti di atelier e case di moda. Le “Finali” con premiazione e sfilata, si svolgeranno  il 14, 15 e 16 luglio a Lignano Sabbiadoro.  www.modadautore.com

Cantine Chiuse  (leggi tutto, clicca)



 

Sabato e domenica si svolge in tutta Italia ed anche in Friuli Venezia Giulia la 19° edizione di “Cantine Aperte” che, sotto il marchio “vedi cosa bevi”, coinvolge oltre cento cantine e decine di migliaia di turisti ed appassionati. Sapete quante cantine di Latisana partecipano? Zero. Nessuna. Per andare a vederne qualcuna dove spostarvi a Palazzolo (due) o a Pocenia (due), da noi nisba e poi parlano di turismo e vino e territorio. A proposito, c’è un’altra (non) Latisana, Vedi sotto.

Nuova apertura

Salutiamo sempre con piacere le nuove aperture; oggi promuoviamo la nuova Lavanderia a moneta “Cristallina” aperta a Latisanotta in Via Codroipo 19. Sempre aperta, senza personale presente, dalle 7.00 alle 23.00.

Bella rivista. Paghiamo noi

Quanti di voi conoscono “Tiere furlane” la rivista di cultura del territorio edita dalla Regione Friuli Venezia Giulia, direzione centrale delle Risorse rurali, agroalimentari e forestali (Violino insomma)?? Dovreste conoscerla, visto che la pagate tutti voi (noi) cittadini di questa regione o almeno potreste pretendere che vi venga spedita a casa. Leggerla poi non so, magari vi interessano una sessantina di pagine sulla “Pezzata Rossa Friulana”, o forse no, ma per essere bella, patinata, pesante, ricca di foto e professionalmente impeccabile, bè questa rivista è sicuramente una bella rivista. Quanto costa?, Quanti la leggono? …dettagli. Ma ne parliamo solo in quanto c’è un articolo di e su Latisana. L’autore è lo stimato professor Vinicio Galasso che così titola” Vino Vendrameno: scoop o leggenda?” Leggenda si leggerà poi alla fine di una lunga dissertazione piena di date e citazioni e documenti che sono stati studiati per dimostrare che il vino Vendrameno non esiste qui a Latisana. Ne prendiamo atto e sposiamo l’idea di dare il nome “Vino Bottariano” ad un vino o uvaggio realizzato qui a Latisana; come marketing non è il massimo, ma sarebbe un passo avanti rispetto al nulla.

E’ per noi?

Sul MV di ieri (martedì) c’è una lunga lettera dell’Ufficio pubbliche relazioni di Friuli Venezia Giulia Strade spa; in apertura non è citato il destinatario di tale lettera molto articolata, ma siccome qualche giorno fa avevamo fatto articolo e foto sui semafori di Picchi e Paludo, forse era a noi che voleva dare questa spiegazione. Potevano scriverci. Prendiamo atto che praticamente viene detto che FVG Strade ha il dovere di occuparsi di sicurezza stradale (ma va?) che i nuovo semafori sono a led (lo sapevamo), che sostengono le telecamere di controllo (lo avevamo detto e si vedono), che sostituiscono i pali a rischio vento e soprattutto che possono ospitare i tutor o rilevatori di velocità (questo non lo sapevamo). Non viene spiegato come mai il semaforo abbattuto è rimasto a terra più di un mese (per la sicurezza??) e come mai nel giorno e mezzo di lavori a Paludo senza semafori non si è visto un vigile o qualcuno in divisa a controlla l’incrocio (sempre per la sicurezza??). Fa piacere che vengano date risposte a domande non fatte. In latino “excusatio non petita, accusatio manifesta”

Condividi il post!

PinIt