biogas II° e 354

Biogas a Pertegada, atto II°    (leggi tutto, clicca) 



 

L’articolo di ieri sull’impianto di Biogas che sta nascendo a Pertegada, alla fine di Via Don Picotti, dopo l’asilo, dopo il campo sportivo, in fondo alla strada, ha ovviamente suscitato una qualche reazione. Ci eravamo ripromessi di essere più esaurienti sull’argomento, ma non possiamo farlo. Nella copia della lettera che riportiamo, adeguata nel destinatario, vi si legge del rifiuto da parte del Comune di Latisana di farci consultare la pratica. Vi si legge altresì, e ne diamo pubblica conferma sincera, che la ditta interessata all’impianto, per bocca di uno dei soci, l’Assessore all’Ambiente Milo Geremia, si è dimostrata molto collaborativa e disponibile a darci tutti gli incartamenti che avevamo richiesto al Comune. Ringraziamo, ma restiamo al problema. La concessione unica che ha autorizzato la nascita di questo impianto, è un formidabile strumento urbanistico, talmente  potente che l’assessore alla edilizia privata Cesare Canova ci ha confermato che non è stata da lui firmata alcuna concessione edilizia e che la commissione edilizia non ha mai analizzato e valutato la pratica. Lo strumento urbanistico, in pratica, risponde solo alla Conferenza di Servizio e cioè alla Regione anche se in ultima analisi la figura pubblica di riferimento resta il Comune. Sembra incredibile ma lo confermiamo: a fronte di una domanda, entro 30 giorni la Regione convoca la Conferenza dei Servizi e la pratica si esaurisce in 180 giorni massimo. Ecco la norma di legge di riferimento:

Cos’e’ l’AUTORIZZAZIONE UNICA?? Sempre il DL 387/2003 al Comma 4 dell’art. 12 “Razionalizzazione e semplificazione delle procedure autorizzative” stabilisce che “L’autorizzazione di cui al comma 3 e’ rilasciata a seguito di un procedimento unico, al quale partecipano tutte le Amministrazioni interessate, svolto nel rispetto dei principi di semplificazione e con le modalità stabilite dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni e integrazioni. Il rilascio dell’autorizzazione costituisce titolo a costruire ed esercire l’impianto in conformità al progetto approvato e deve contenere, in ogni caso, l’obbligo alla rimessa in pristino dello stato dei luoghi a carico del soggetto esercente a seguito della dismissione dell’impianto. Il termine massimo per la conclusione del procedimento di cui al presente comma non può comunque essere superiore a centottanta giorni.”

Insomma la domanda, se accolta, diventa strumento urbanistico e variante al piano regolatore: una forza unica! Il problema quindi non è il privato:massima stima e fiducia alla società che ha fattola domanda e sta realizzando l’impianto. Il dubbio è nel Comune. Il fatto poi che proprietario e assessore si confondano nella stessa persona  potrebbe indurre a spingere per una maggiore trasparenza, tutti ne guadagnerebbero. Prendiamo di nuovo atto che la proprietà mette le carte a disposizione, ma le avremmo volute dal Comune. Seguiremo la cosa. La pratica ha una data: 26 maggio 2011.

354 e semaforo

Se lo chiedono tutti:cosa si aspetta a spegnere il semaforo dei Picchi? Non si sa…ovvero si sa che i tempo nella Pubblica Amministrazione (in questo caso Friuli Venezia Giulia Strade)sono diversi da quelli privati e che manca sempre una carta bollata. Se poi si considera che la rotatoria incriminata è ancora un cantiere aperto e che manca il collaudo di fine lavori, si capisce come i tempi si allunghino. Resta ancora da decidere, per esempio, se lo spazio centrale verrà destinato a eliporto, per l’atterraggio dell’eli soccorso, o verrà arredato e quindi si potrà pensare a una fontana o soprattutto ad un lampione che illumini e renda visibile la rotonda. Tempi lunghi, moooolto lunghi.

Incidente sulla 354

Ennesimo incidente ieri sulla S.R. 354, all’altezza del nuovo impianto di distributore di carburanti, zona cimitero. Una vettura proveniente da Lignano ha svoltato a sinistra per entrare nel distributore,  scontrandosi frontalmente con un’altra vettura che viaggiava in direzione opposta.  Feriti e danni

{jcomments on}

Condividi il post!

PinIt