biogas, ospedale, chiesetta e piscina

Biogas a Pertegada

Questa sera, mercoledì 30, alle 20.30 al Centro Sociale di Pertegada, serata informativa sul Biogas. Ecco la locandina.

Tre sono i motivi, personali ovviamente, per la mia spiccata antipatia verso gli impianti a Biogas. Il primo è di ordine amministrativo; si pensi che per buttare giù il muro che esiste tra il portico “Pilutti” e il portico “Colonna” in Piazza Indipendenza, abbiamo dovuto far fare una VAS , Valutazione Ambientale Strategica. Per autorizzare invece l’impianto a Biogas si è proceduti con una autorizzazione speciale unica, fatta tra l’altro a metà del periodo tra la vecchia giunta e quella nuova, praticamente senza farlo sapere a nessuno e senza che commissioni, giunta e consiglio comunale fossero minimamente interessati alla cosa. Tutto nella legalità ovviamente. Ma non si capisce bene perché certe lobbies (distributori di carburanti, antenne per la telefonia, impianti energia alternativa ecce cc ) debbano avere trattamenti privilegiati rispetto al semplice cittadino e anche alle imprese; che poi se uno pensa male è lecitamente autorizzato a farlo. Il secondo motivo è in ordine ai vantaggi e benefici che questi pseudo imprenditori hanno a nostre spese; per ogni kilowatt prodotto, essi, al pari di altre energie rinnovabili, percepiscono un surplus garantito dallo Stato che remunera oltre al triplo l’energia prodotta, e i costi in più vengono suddivisi su tutte le bollette elettriche nazionali: in sostanza una piccola parte dei soldi all’imprenditore glieli diamo ognuno di noi con le bollette più care. Il terzo motivo è etico: l’agricoltura serve a sfamare le persone e non a far marcire il grano per fare energia elettrica e poi buttare via i residui. Destinare 300 ettari al biogas invece che al cibo è una offesa grande alla miseria e alla fame nel mondo. Altro che festa del ringraziamento in chiesa, la scomunica etica dovrebbero avere.

La Croce ricorda la chiesa


{jcomments on}

 

Tutti coloro che amano passeggiare, correre e andare in bicicletta ci passano davanti spesso; per gli altri pubblichiamo le foto della croce che si trova al confine tra Latisanotta e Ronchis e sorge dove una volta c’era una piccola chiesa. Interessante la storia, la potete leggere sulla tabella.

Piscina, ultime annotazioni.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Serena Del Piccolo: sono profondamente amareggiata di tutta la polemica che è stata costruita ad arte deviando la mia segnalazione. In questa bacheca facevo riferimento all’atteggiamento che mi è stato rivolto difronte al problema e non alla soluzione dello stesso. (Vi prego di rileggere quanto da me scritto). Non è mia intenzione dar corso a ulteriori polemiche, ma a onor di cronaca era doveroso portare alla luce la vera questione.    Serena Del Piccolo
Punto nascita: troppa superficialità
Nel lanciare un servizio sul un convegno a Trieste, ieri sera (martedì) il TG3 ha parlato della possibile chiusura del punto nascita dell’Ospedale di Latisana. Leggerezza del giornalista, o conoscenze a noi non note? Sta di fatto che a forza di parlarne , poi si passa alle vie di fatto e questo è impensabile. Il punto nascita di Latisana deve essere difeso, senza se e senza ma. Attendiamo una presa di posizione ulteriore del Sindaco. Interviene su tutto, potrebbe farlo con maggiore pertinenza anche qui.

Condividi il post!

PinIt