caldo, parcheggio, multe e referendum

Caldo? Si..caldo, ecco i dati….

02/07/2012 19.00       29,5 C°

02/07/2012 18.00       30,6 C°

02/07/2012 17.00       33,1 C°

02/07/2012 16.00       33,4 C°

02/07/2012 15.00       34,9 C°

02/07/2012 14.00       35,0 C°

02/07/2012 13.00       34,9 C°

02/07/2012 12.00       35,6 C°

02/07/2012 11.00       34,7 C°

02/07/2012 10.00       33,3 C°

02/07/2012 09.00       31,0 C°

02/07/2012 08.00       28,3 C°

02/07/2012 07.00       25,7 C°

02/07/2012 06.00       24,7 C°

02/07/2012 05.00       23,7 C°

02/07/2012 04.00       23,7 C°

02/07/2012 03.00       24,1 C°

02/07/2012 02.00       24,2 C°

02/07/2012 01.00       25,0 C°

Ci chiedono di fare pubblicità a questo referendum; ben volentieri

Parcheggio di Via Sottopovolo, lunedì 18.45

Lignano, le multe e il pendolare turista da Latisana. Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Da: Donzella Martino Giuseppe. Oggetto: Ancora una volta si colpisce il turista per fare cassa

Cara Redazione, volevo segnalarvi quanto mi è accaduto domenica 1° luglio a Lignano. Da premettere che sin dalla mattina ero ospite presso la GE.TUR e questo lo posso documentare col mio scontrino di ingresso alla struttura riportante come orario le ore 10,05 ed il numero 35. Sono stato dentro al villaggio sino alle ore 17,00 circa in quanto prevedendo che si sarebbe cominciata a muovere tanta gente per fare rientro a casa per la partita della Nazionale e visto che dovevo fermarmi in raggio dell’ostro all’altezza del locale il Panino, per fare degli acquisti, allora ho deciso di andare via. Purtroppo l’uscita dal villaggio non e’ documentata in quanto si paga all’entrata e quindi nel mio caso la mattina. Comunque dall’uscita della    GE. TUR., all’ arrivo dell’inizio di raggio dell’ostro ho impiegato esattamente 10 minuti anche considerando le auto che cominciavano ad andare via. Ho parcheggiato sul lato destro di raggio dell’ostro alle ore 17,10, esattamente di fronte al negozio Status, al cui proprietario ho chiesto se mi poteva cambiare 5 euro per poter effettuare il ticket di pagamento, tutto questo in circa 3/4 minuti infatti il mio ticket riporta l’orario di emissione delle ore 17,15. Arrivo vicino all’auto e mi ritrovo sul parabrezza un multa su cui era riportato che il primo passaggio era stato fatto alle ore 16,53, cosa assolutamente non vera in quanto io con la mia famiglia a quell’ora stavamo uscendo o eravamo nelle immediate vicinanze del villaggio GE.TUR., seconda cosa il verbale porta l’orario delle ore 17,13 ed il mio ticket delle 17,15. Di quanto accaduto ci sono diverse persone pronte a testimoniare visto che mi conoscono ed hanno assistito a tutta la scena. Al che mi sono subito messo in auto alla ricerca dell’ausiliaria del traffico matricola 150, spiegando che ci doveva essere stato un grande equivoco, visto che gli orari non combaciavano. Non volendo sentire ragioni essendo IO un pubblico ufficiale 24 ore su 24 la invitavo, dopo avergli mostrato il mio personale tesserino di riconoscimento ed il mio corpo d’appartenenza a declinare il suo nome per permettermi di poter far ricorso a questo gran caos e la stessa ausiliare del traffico mi rispondeva con fare arrogante solo che poteva dire la sua matricola e mi invitava a recarmi presso il locale Comando di Polizia Municipale per eventuali proteste. Tutto ciò per far capire, essendo anche io uno che ci lavora sulla strada ogni giorno, che in questo modo questa ausiliaria del traffico, inventandosi un orario fasullo non fa altro che del male a questa città perchè non fa altro che far scappare i turisti, quei pochi che ormai ci vengono più. Chi fa questo lavoro deve prevenire e non fare solo cassa, tanto l’ausiliaria, matricola 150, avrà sulla coscienza solo di aver barato. Comunque da parte mia la denuncerò per falso e contesterò il verbale al giudice di pace. L’importo del verbale nr.141894 di euro 39,00 lo devolverò in beneficenza alle popolazioni terremotate ma la tipa deve imparare a lavorare e saper rispondere educatamente al turista. Ringrazio le due colleghe che erano di turno al Comando di Polizia Municipale, le quali dall’alto della loro professionalità hanno subito capito, scontrini miei alla mano che vi e’ stato un grosso errore e mi meraviglio come mai il Comune non istruisca questa gente in bici con la scritta ausiliare del traffico. Oggi mi sento solo un turista deluso e amareggiato che da domenica prossima inizierà ad andare a mare a Bibione e poverino il commerciante dove mi dovevo recare per fare degli acquisti.

Condividi il post!

PinIt