Capodanno 2000, semaforo, Il Pirata, lavori sul ponte, petardi

Il Capodanno? Vediamolo in tv


Molti di voi si ricorderanno del capodanno 2000 a Latisana, trasmesso in diretta da Telefriuli; per chi volesse rivederlo, o per chi volesse tuffarsi nel mare dei ricordi, la televisione Telefriuli Archivio ( Canale 622 del digitale terrestre), sabato 31 dicembre trasmetterà l’evento “D.O.C. 2000, Piazza in festa verso il Terzo Millennio”, a partire dalle ore 22.00 circa.
“D.O.C. 2000 – PIAZZA IN FESTA VERSO IL TERZO MILLENNIO” replica della straordinaria diretta televisiva da Piazza Indipendenza di LATISANA trasmessa il 31 DICEMBRE 1999 da “Telefriuli” Sui due palchi allestiti in Piazza, presentati da Michele Cupitò, si sono esibiti la “Sunrise Band” e i “Dodi & i Monodi”; uno spazio è stato dedicato anche alla moda del 1900 con una sfilata di abiti d’epoca originali dal 1900 al 1970. Nel corso della serata, tante altre sorprese: il pittore Wilfred Kappa ha realizzato un quadro a ricordo dell’evento donato all’Associazione “Una Mano per Vivere”, collegamenti in diretta via satellite con i capodanni nel mondo ed un grandioso spettacolo pirotecnico. Venne inoltre realizzato, con la collaborazione delle Poste Italiane e dell’Ufficio Postale di Latisana, un doppio annullo filatelico per il 1999 e 2000. Lo spettacolo venne trasmesso in diretta da Radio Fantasy. Madrina dell’evento: Laura Freddi. Le repliche andranno in onda ogni 4 ore dela stessa nottata e giornata del 1 gennaio, quindi alle 02.00, alle 06.00, alle 10.00, 14.00 e 18.00.Latisana in tv no stop.


{jcomments on}

 

Crisi? Pochi petardi

Non so dove abitate voi, ma dove vivo io quest’anno scoppiamo meno petardi. Ma tanti tanti di meno; mancano ancora un paio di giorni, ma solitamente negli anni scorsi gli scoppi erano già iniziati e più di qualche buca delle lettere era stata interessata al botto. Sarà una mia sensazione ma quest’anno ne sento di meno. Meglio così.

Semaforo

Non è un semaforo vero e resta sempre verde, speriamo. Stiamo parlando del nuovo impianto installato prima del sottopassaggio di Crosere, sulla 354; serve solo in caso di allagamento. Bene.

Lavori sul ponte


Proseguono i lavori lentamente, molto lentamente, per sistemare il collegamento pedonale sull’argine; evitando di attraversare i binari, come si faceva una volta e non mi ricordo di nessun incidente, ora si deve scendere e poi risalire più a monte. I lavori finiranno entro  il 2012, Maya permettendo.

Lo sfogo del “Pirata”, Latisana “omertosa”


 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. “Egregio Bacucco, trovo spunto dai suoi auguri di Natale ai suoi lettori e a tutti i latisanesi ( o forse dovrei specificare Gorghesi, Pertegadesi, Latisanottesi, Sabbioneresi, Paludesi, Croseresi, Bevezzanesi…. magari mi dimentico qualcuno, scusate…) e mi aggancio anche al mio intervento sulla Protezione Civile. In primo luogo tutto il mio rispetto per la P.C. e nel mio intervento già lo avevo sottolineato. In secondo luogo, tutti sanno chi è “il Pirata”, sono ben conosciuto e riconoscibile (vedi foto), specialmente da quei personaggi della P.C. che tutte le mattine entrano nel suo sito, e dire da parte loro che mi nascondo è la più grande menzogna messa in atto da talune persone che esse invece si si nascondono e fanno parlare il Comitato, i Membri e non si mettono in prima fila. Taluno si nasconde dietro la classica foglia di fico, dimenticando che per farlo devi avere….degli “attributi” da nascondere…. In terzo luogo sottolineo che in quell’intervento io evidenziavo solo le continue feste, festini, festone, e le mie accuse sono supportate da cittadini con cui ho parlato e anche dalle “disaffezioni” e le fughe di cittadini dalla P.C. , che mi sono state confermate anche da consiglieri comunali di maggioranza di questa amministrazione. A questo punto allora chiedo chi è il responsabile della P.C. di Latisana, e se nello statuto della P.C. il responsabile debba essere un dipendente, un funzionario oppure un amministratore Comunale. Vede, Egr. Bacucco, e chiudo, lei si lamenta che non le scrivono e io ero ingenuamente convinto che almeno i cittadini con cui ho parlato e che condividevano il mio pensiero, scrivessero e supportassero il mio discorso. Mi sono sbagliato.  Ora non mi resta che pensare che questo sia un paese che ha paura di esporsi, che ha paura di mettere faccia e firma, che non ha il coraggio di essere coerente con quello che pensa e dice in privato, in poche parole penso che Latisana sia un paese omertoso. Grazie Piero Pitacco detto Nici, Il Pirata.

Condividi il post!

PinIt