capriolo, lady gaga, donne e motori, giardinaggio, pirandello e hemingway e bombardamenti

Morto il capriolo albino

Da Udine20, segnaliamo:

2 maggio 2012 – Era la mascotte dei cacciatori latisanesi, spesso veniva avvistato mentre pascolava nelle campagne a ridosso del Tagliamento. Un capriolo maschio, adulto e dal colore particolarissimo: albino. E’ rimasto incastrato tra le sbarre di un portone, a Latisanotta in provincia di Udine, e a nulla è servito il pronto intervento di Salvatore Salerno, agente della vigilanza venatoria ecozoofila della Federcaccia.  Un incidente raro. Più numerosi invece, fa sapere Salerno, i caprioli che muoiono o rimangono gravemente feriti a seguito di investimento, con automobilisti spesso sorpresi della presenza di questi animali anche in pianura. «Anche nella Bassa friulana – spiega -, oltre a caprioli e daini, si possono incontrare ungulati di maggiori dimensioni quali cinghiali e cervi, fauna che tipicamente trova il suo habitat nella zona montana e pedemontana. Lo scorso autunno, a Castions, fu investito un esemplare di cervo femmina adulta

Pirandello, Hemingway e ex caserma

Da Valerio Formentini riceviamo e volentieri pubblichiamo

La cronaca del Messaggero Veneto di domenica 29 aprile 2012 riporta tutta una frenetica attività assessorile,  un ’improvviso sacro fuoco che sembra pervadere l’Amministrazione Comunale di Latisana nel voler acquisire  (perché mai?) l’archivio pirandelliano Torre Gherson che nulla  ha a che vedere con Latisana in quanto di pertinenza di lontani eredi  rivignanesi.  La cosa appare piuttosto come un “affaire” tra pochi intimi (pur con la supervisione dell’Università di Udine) con la accorta regia della Ge.Tur. lignanese diretta da Enrico Cottignoli,  che poi alla fin fine porta a Lignano, nella sua istituzione ricettiva, i risultati di tutta l’operazione.  Appare strana tutta questa intesa  quando invece l’ azienda alberghiera della Curia udinese non si degna minimamente di salvaguardare nel tempo e di valorizzare, con un’opportuna esposizione, i  reperti artistici e religiosi della chiesetta di Bevazzana, un tempo latisanese ed ormai ineluttabilmente di sua proprietà. A mio avviso tante sarebbero le valorizzazioni di maggior rigore storico operabili per la nostra cittadina per le quali l’Amministrazione Comunale farebbe meglio a dirottare le sue (esigue?) risorse:  ad esempio (ma è solo un esempio!) la accertata presenza di uno scrittore come Ernest Hemingway che a Latisana ha almeno dormito, mangiato, bevuto (forse anche altro…) e che le ha dedicato più di una citazione nei suoi scritti (vedasi “Di là dal fiume e tra gli alberi”).  Altro che Pirandello… Ma non solo questo. Mentre a Latisana si pensa all’effimero allestimento dell’inedito musical pirandelliano (del cui valore artistico poco si sa), la vicina San Giorgio di Nogaro (stessa pagina del Messaggero Veneto ) provvede a ben più solidi investimenti culturali nell’ampliamento della sede, già di per sé prestigiosissima, della locale Biblioteca Civica di Villa Dora, istituzione culturale che meriterebbe almeno una visitina di aggiornamento da parte dei responsabili della Cultura della nostra Amministrazione comunale. La Biblioteca latisanese invece deve vedersela con la coabitazione forzata con una congerie di uffici nel Polifunzionale e ascoltare, non certo senza una qualche preoccupazione, voci di una sua stanca prosecuzione nell’attuale sito o di improponibili spostamenti in aree lontane: sempre operazioni pensate tra  pochi intimi, non certo una politica lungimirante ed anche un po’ più appassionata della nostra città.  Valerio Formentini

n.b. nota bacucchesca.

La cosa fa pendant con la vicenda dell’ex stazione ippica e dell’ex caserma; si spendono soldi solo perché si hanno dei contributi (che paghiamo tutti noi, vedi IMU) senza che questi investimenti siano chiesti dalla società civile, da quella imprenditoria e in generale della popolazione. Si costruiscono strutture e poi ci si interroga sul cosa farne, quando qualunque amministratore assennato farebbe esattamente l’opposto.

Latisana e San Michele bombardate

Sabato 19 maggio 2012, al Centro Polifunzionale a partire dalle 18.15, inaugurazione della mostra di cartoline, fotografie e dipinti Latisana e San Michele ieri (anni trenta e quaranta) e oggi. Ci sarà anche la proiezione di un breve filmato relativo al 19 maggio del 1944 dal titolo “Tempesta sul Tagliamento”, di bombe ovviamente.

Venerdì 4 maggio giardinaggio

Alle 20.30 al Polifunzionale. Ecco la locandina

Sole donne e motori

Martedì in Piazza Garibaldi, per la festa (spatrocinata…ma andata bene) di tuning e Yamamay; ecco due foto.

Federica Amato & Lady Gaga

Doppio appuntamento in terra Veneta per la performer Latisanese e il suo concerto “Little Monster Lady Gaga Tribute Band”.  Sabato 5 maggio sarà al bar Tecla di Portogruaro durante “Terre dei Dogi”, mentre venerdì 25 maggio all’Accademia Birreria Pub di Fossalta. Questa la sua presentazione: “La Band little monsters nasce nel 2010, con l’intento di far rivivere le emozioni del monsterball tour della nuova regina della pop music lady Gaga , suonando e cantando rigorosamente dal vivo e non in playback . Coreografie e costumi come gli originali . Uno spettacolo inimitabile ed imperdibile , dedicato tutti i little monsters… Come noi e voi !”

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “capriolo, lady gaga, donne e motori, giardinaggio, pirandello e hemingway e bombardamenti”

  1. Massimo Della Siega ha detto:

    Tra Luigi Pirandello , Ernest Hemingway e l’affascinante emula locale di Lady Gaga , chissà mai chi la vince nell’interesse del giovane ( e meno giovane) latisanese medio ?

I commenti sono disabilitati.