casa dell’acqua, finest, asilo, viabilità e parcheggio, predappio, calcio, san martino, artisti di strada, negozi amici e premio letterario

Case dell’acqua

Sollecitati da un paio di richieste di chiarimenti, dopo l’articolo apparso sul Gazzettino che annunciava l’apertura immediata di due case dell’acqua e di una terza ad inizio 2013, siamo andati a chiedere informazioni. La ditta interessata, a proposito dell’inserimento delle casette e dei costi previsti per l’erogazione ( 3 cent la liscia e 7 la gasata) così ci ha risposto:

Il prezzo è allineato ad altri comuni che hanno la “casa dell’acqua” con investimento privato. Nel caso specifico il comune di Latisana ha indetto una gara d’appalto per l’installazione delle “case dell’acqua”  che prevedeva il  “costo zero” per l’amministrazione. Quindi, per questo importante servizio, noi abbiamo vinto la gara ed il comune non ha speso nemmeno un’euro. In questo particolare  periodo mi sembra una buona cosa, quella di non spendere soldi pubblici o spenderne il meno possibile per queste cose ed utilizzarli per ben più importanti………e ce ne sono……. Nei comuni dove troverà l’acqua ad un prezzo inferiore significa che l’investimento l’ha fatto il pubblico e cioè il Comune  o l’acquedotto pubblico o l’ATO sempre pubblico. Il costo di un investimento per ogni singola “casa dell’acqua” può variare da un minimo di  20.000,00 a 28.000 Euro per ogni singola unità, viene facile capire quanto ha risparmiato il comune di Latisana e gl’altri comuni che hanno fatto lo stesso. A Latisana sono previste ed in costruzione tre e l’investimento totale sarà di circa 68.000/70.000 €.  Oltre al costo dell’investimento ci sono i costi di gestione quali energia elettrica,  CO2,  filtri ai carboni ecc., anche questi costi sono a carico dell’investitore privato.

Vista la grande disponibilità della ditta, abbiamo chiesto se era possibile avere una foto delle casette e conoscere i tempi di realizzazione; ecco le gentili e rapide risposte.

Per quanto riguarda  le foto, non posso inviargliele perché, caso unico per Latisana, non installeremo delle casette standard come da nostro catalogo. (sul nostro sito c’è qualche esempio di installazione standard). A Pertegada stiamo costruendo una “casa dell’acqua” seguendo il progetto dell’arch. Luca Del Bianco (del comune di Latisana). La tipologia di realizzazione  sarà simile alla chiesa adiacente. L’architetto ha cercato di integrare il manufatto “casa dell’acqua”  nel contesto architettonico della piazza per ridurre al minimo l’impatto ambientale, inserendolo nel contesto della futura riqualificazione della piazza della Frazione. A nostro giudizio sta facendo un ottimo lavoro, anche se per noi i costi sono sensibilmente superiori alla norma. Siamo comunque contenti di sopportare questo aggravio, in quanto pensiamo che sia importante soddisfare le esigenze dei cittadini di Latisana. Quella prevista nella stazione delle corriere, nel centro intermodale, sarà integrata nella infrastruttura e cioè sul muro della stazione, anche qui non ci sono ovviamente disponibili delle foto. Per la terza, essendo in zona soggetta a autorizzazione paesaggistica abbiamo studiato e proposto una serie di soluzioni, siamo in attesa di valutazione da parte dell’amministrazione comunale e conseguentemente della regione. Appena sarà definita la soluzione sarà nostra premura inviarle lo studio tridimensionale di installazione. Per quanto riguarda i tempi relativi a quella di Pertegada e di Latisana (stazione) prevediamo che entro un mese massimo due, quindi entro l’anno saranno operative. Per quella di Latisana dietro la caserma dei Carabinieri, essendo in zona di rispetto paesaggistico, i tempi saranno dettati dalla burocrazia. Anche per queste sue domande appena possibile la daremo date certe.

ACQUACHIARA – Daniele Nonino

Grazie, e come direbbe Lucio…. Acqua azzurra, acqua chiara,  con le mani posso finalmente bere…..

La viabilità cambiata ( e parcheggio)

Come avevamo anticipato un paio di mesi fa con un fotomontaggio e come abbiamo scritto ieri è cambiata la viabilità nella zona di Dietro Chiesa; ora chi arriva da Paludo in Piazza Duomo può e deve solo svoltare verso destra, mentre che deve andare verso San Michele o Sabbionera, e non ha preferito Via Isonzo, deve girare a sinistra su Via Carducci che ha cambiato senso e ora, arrivando in zona Bar Pescatore, permette la svolta sia a destra che a sinistra. Invariata Via Verdi (scuole medie) e accorciata la pista ciclabile dipinta a terra (pericolosissima) che giustamente si interrompe prima della curva. Meglio di tutto le foto, eccole.

Poi, per non perdere l’abitudine, siamo andati a vedere il parcheggio a pagamento di Via Sottopovolo: deserto come quasi sempre. Non si capisce davvero la perseveranza del Comune a lasciarlo a pagamento e non a disco orario lungo.

Predappio

Predappio è un bel posto e vale la pena visitarlo; una gita di mezza giornata, un pranzo nei buoni ristoranti della zona e magari qualche acquisto particolare con prodotti della zona. Certo se ci vai in luglio trovi caldo e birra fresca, in autunno castagne e in inverno vin brulè e tutto l’anno la Solfara, o formaggio pecorino di grotta, ottimo. Ma se ci vai domenica 28 ottobre, anniversario della marcia su Roma, e se ricopri un ruolo politico e pubblico la cosa assume un tono meno turistico e più evocativo, in una nazione, giova ricordarlo, che ha come reato l’apologia del fascismo. Comunque Predappio resta un bel posto, è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare!

Il calcio, come metafora

Non parliamo mai di sport su queste pagine, occorre essere appassionato oltre che esperto e ci manca un/una collaboratore/trice che possa seguire questo importante aspetto della vita latisanese. (..a proposito, se qualcuno vuole scriverne, è ben accetto….). Ma in questo caso facciamo un’eccezione, e si capirà bene il perché. Solo qualche giorno fa abbiamo pubblicato una riflessione sull’essere Latisana e “di” Latisana, contrapposto al fatto di essere di Gorgo o di Pertegada; la conclusione, abbastanza condivisa, era che Latisana non ha una sua precisa identità sociale. Domenica nel Campionato di Calcio I Categoria Girone B, il PERTEGADA ha battuto il LATISANA per 5 a 0. Coincidenza o, appunto, metafora della vita?

San Martino

La sponsorizzazione della banca locale per la manifestazione di San Martino vale 500 euro. Tanto? Poco? La domanda è lecita, anche in tempo di crisi; ma se 11 o 12 sportelli bancari hanno deciso di aprire a Latisana, una loro valutazione l’avranno fatta sugli aspetti economici della zona e sulle ricchezze del paese… e di queste solo un paio sponsorizzano le attività del Comune e della Pro Capoluogo? Una riflessione andrebbe fatta.

Tornano gli artisti di strada nel 2013

Torna seconda edizione del Festival Internazionale delle arti di strada della Riviera turistica friulana denominato “TRA TERRA E MARE. Il Festival si svolgerà nei Comuni di Latisana, Lignano Sabbiadoro, Palazzolo dello Stella, Precenicco, Marano Lagunare e Ronchis dal 5 all’11 agosto 2013 e comprenderà sette serata, dodici compagnie, 24 rappresentazioni e coinvolgerà altre realtà culturali della zona.

Accordo tra Comune e Commercianti

Questi i termini dell’accordo tra Comune e ConfCommercio avente per oggetto il centro commerciale naturale I Negozi Amici.; i compiti sono due:  1) Analisi del tessuto commerciale del Centro Commerciale Naturale, progettazione di azioni di marketing per tipologia di target e progettazione di campagne di comunicazione; intervento di installazione del monitor Sharp 47’’ e del player, già in possesso del Comune di Latisana, presso il Centro Intermodale. 2) Realizzazione di un concorso a premi collegato agli acquisti effettuati negli esercizi aderenti all’iniziativa e realizzazione di una “fidelity card”, una carta fedeltà che prevederà sconti in tutti i negozi aderenti al progetto. Il tutto per 17.800 euro che il Comune girerà alla Confcommercio.

Per l’Asilo

Contributo straordinario di 8.500 euro per le spese di gestione 2012 erogato all’Asilo Baradello di Latisanotta.

Variazioni di bilancio; premio letterario da 29 mila euro

Sono state deliberate variazioni di bilancio per soddisfare alcune spese; vediamo quali: Premio Letterario per il Nord Est, verranno spesi 27.166 euro per prestazioni e servizi e compensi, altri 2.000 per prestazioni occasionali (per un totale quindi di 29.166).  Spese per Congressi, Celebrazioni ed attività istituzionali per un totale di 1.400 euro.

Finest

La Finest, società partecipata dalla Regione, ha chiuso il bilancio 2011 – 2012 con oltre 10 milioni di euro di passivo.

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “casa dell’acqua, finest, asilo, viabilità e parcheggio, predappio, calcio, san martino, artisti di strada, negozi amici e premio letterario”

  1. paolo miotto ha detto:

    Per fortuna che non devono posizionare una casetta dell’acqua nelle vicinanze di un venditore di sanitari,altrimenti chissa’ come e a sembianza di cosa sarebbe stata costruita….

  2. Valerio Formentini ha detto:

    Sarà anche la viabilità migliore possibile, ma mi dispiace però che come in un antico castello due soli siano i varchi obbligati (sottopassi) per accedere alle zone Beorchia-Paludo-Sabbionera e sia rimasta sulla carta la possibilità di perforare ulteriormente il tracciato ferroviario). Quello che mi fa sorridere è che i funerali dal Duomo sono tutti in contravvenzione in quanto percorrono il senso unico al contrario…

  3. antonino ha detto:

    Sulla nota del bacucco, che riguarda il premio letterario 29 mila euro mi sembra una cifra importante visto i tempi,con tutto rispetto per la cultura.Sarebbe da capire la voce compensi che effetto possono avere sulla manifestazione, potrebbero gli interessati percepire qualche migliaia di euro in meno e qualche manifestazione culturale in più.

  4. Massimo Della Siega ha detto:

    Bella quella di Predappio ! Per la prossima occasione si può anche consigliare un pernotto a Castrocaro Terme , a pochi Km di distanza, al Grand’Hotel Terme appunto. Ci può scappare anche qualche sauna. Ah … prenotare ovviamente la “Suite Mussolini” .

I commenti sono disabilitati.