casa di riposo, autovelox, vigili, gioele dix, paludo, nati a palmanova….. e il comune si prende tutto

Nato a Latisana: mai più!

Come avevamo previsto e scritto, la prima settimana di ottobre la Giunta Tondo e l’Assessore alla Sanità Ciriani decreteranno la chiusura del punto nascita di Latisana in Ospedale per passarlo sotto Palmanova. Ancora non sono chiari i dettagli, ma la soglia dei 500 oggi e 1000 domani parti all’anno giocano contro questa secolare tradizione. Nato a Latisana. Era certo un modo di dire anagrafico, ma era anche la certificazione dell’esistenza di un campanile, di una identità, di una comunità e, se volete, di una storia. Nato a Latisana. Non si potrà più dire. I tuoi figli e i figli dei tuoi figli saranno nati a Portogruaro, o San Vito o Palmanova o forse a Udine. O forse in Austria, se ci volessero prendere gli austriaci… La logica, la matematica e il metro, dicono che a chiudere deve essere Palmanova, e non Latisana, ma in politica possedere buonsenso e logica non sono condizioni necessaria per essere eletti. Nato a Latisana, Avevamo scritto più volte e sperato che qualcuno ci smentisse, e lo speriamo ancora, ma l’indifferenza dei nostri politici non fa presagire nulla di buono. Francamente a me…..nato a Palmanova non piace per nulla.

Il Comune si prende tutto

Argomento delicato, perché riguarda il Sociale e nella fattispecie le persone seguite dai centri residenziali del CAMPP.  Le famiglie che hanno la sfortuna di avere un congiunto che necessita di queste cure particolari, sanno molto meglio di me quanto sia difficile parlarne in termini giornalistici, spersonalizzando la questione. Ma veniamo ai fatti. I fatti sono riassunti in una lettera che il Comune di Latisana, in qualità di Comune Capofila dell’Ambito Distrettuale di Latisana che comprende anche Lignano e altri comuni più piccoli, ha inviato a tutte le famiglie degli utentiu del CAMPP. C’è scritto che le famiglie devo versare mensilmente al Comune di residenza tutto quanto percepito con l’indennità di accompagnamento e pensione di invalidità civile a partire da questo mese di settembre 2012. Possono trattenersi solo 150 euro per spese personali. Tutto quindi al Comune. Brutta lettera ovviamente.

Da C.T. per par condicio, riceviamo e pubblichiamo. ….

Spettabile Signor Adami. La sottoscritta prima di pubblicare l’ osservazione sulla presenza del vigile urbano all’ufficio postale ci ha pensato ben 10 volte. Mi dispiace che lei creda che siano andati in divisa per svolgere compiti di attività istituzionale d’ufficio. Il vigile in questione, presso l’ufficio postale di Pertegada, è entrato per chiedere informazioni sul servizio di posta “seguimi” per la sua famiglia composta da moglie e 2 figli. So che certi commenti come il mio non sono mai graditi ma a questo punto ho capito che nemmeno lei si aspetta che certi componenti del comando di polizia municipale vadano in giro a svolgere compiti per la famiglia, altrimenti non avrebbe preso le loro difese. Certo, non è una cosa grave, però così aveva infastidito e che sia chiaro che rispetto il vostro lavoro, Cordiali saluti.

Casa di Riposo, condanne e assoluzioni

Il Tribunale di Udine ha condannato per maltrattamento, lesioni e sequestro di persona e altri reati la ex direttrice Valentina Maiero e le operatrici Carolina Bianco, Tosolina Masotti e Zhivka Dimitrova. Assolti Adriano Di Luca e Elio Serra.

Da Francesco Zanin, in relazione all’”autovelox” di Via Trieste, riceviamo e pubblichiamo

Incuriosito dall’articolo e trovandomi nei paraggi, mi sono soffermato davanti l’oggetto misterioso. Magari qualcuno mi smentirà, ma mi pare sia uno scherzo per richiamare l’attenzione degli autisti indisciplinati che non rispettano il limite di 50 km/h, che, come sappiamo lungo la via, non viene sempre rispettato. Sembra una colonnina di rilevazione velocità (velox), sembra. Ma così non sembrerebbe…  Par strano che un velox monti due normalissime scatole porta-frutto/comando/pulsante elettrico da esterno con plastica che rende impermeabile il contatto   🙂   Poi altra cosa… se non erro, la Norma prevede che il cartello di segnalazione sia ad una certa distanza dal rilevatore velox… e questa colonnina è posizionata proprio sotto detto cartello    🙂               Solo un dubbio… non è che invadendo la sede stradale, questo possa recare pericolo (anche se il vero pericolo è il superamento del limite) a passanti, ciclisti, motorini, pedoni (dalla sponda opposta c’e’ la ciclabile, lo so)? Comunque proprio ben realizzato! (..di effetto…)   Rispettate i limiti! 🙂

Finita la pacchia a Paludo

Niente più sosta delle auto davanti all’Osteria Salmaso; la giunta, citiamo tra virgolette”, vista la relazione effettuata dal competente Ufficio comunale, delibera l’installazione di dissuasori di sosta (paletti parapedonali) in via Tisanella (S.P. n. 102 del Paludo), sul marciapiede antistante il P.E. all’insegna “Bar Salmaso”, in modo da impedire che i veicoli vengano lasciati in sosta vietata, ostacolando il transito dei pedoni e rendendolo, di fatto, altamente pericoloso. L’iniziativa sarà curata dall’assegnatario della specifica risorsa del Settore Polizia Municipale.

Gioele Dix a Latisana

All’Odeon, venerdì 9 novembre, con lo spettacolo “ Nascosto dove c’è più luce”.

Condividi il post!

PinIt

8 commenti su “casa di riposo, autovelox, vigili, gioele dix, paludo, nati a palmanova….. e il comune si prende tutto”

  1. Davide Lorigliola ha detto:

    Giustizia é fatta (sulla casa di riposo): ora attendo le conseguenze politiche (ma tanto nessuno della maggioranza di allora si scuserà per aver dato solidarietà alla direttrice anziché alle vittime dei soprusi…)

  2. paolo miotto ha detto:

    Caro Bacucco,io sono uno di quelli nato a Latisana,visto che cio’ accadde negli anni 60,mi considero un figlio del benessere. Parlarne ora,in vista della chiusura del punto nascita,appare strano,ma le cose quando accadono, accadono e basta. Non so cosa ci sia di diverso nei vari ospedali, ma io in quello in cui sono nato e sono nati 3 dei miei figli,ho sempre faticato ad ingranare. Forse sara’ solo questione i feeling come cantava quello,ma l’impressione e’ che si sarebbe potuto dare di piu’,come rispondono gli altri tre….

  3. Paolo ha detto:

    Ed al dott. Adriano Di Luca nessuno deve qualcosa?
    Arrestato in piena piazza sotto le feste di Natale, sospeso dal servizio, costretto a pagare altri medici per assistere i suoi pazienti (io fra loro). Sulla bocca di tantissimi, condannato immediatamente, come un politico “ladro”.
    Dott. Adriano, grazie per la tua forza d’animo e per non esserti mai vergognato per quello che sei: un ottimo medico, una brava persona.
    Paolo Zoccarato

  4. Formentini Valerio ha detto:

    Riguardo le mancate nascite a Latisana, la cosa si può risolvere in due modi: evitando che i nuovi nati diventino persone importanti e note (come il portiere Lorenzo Buffon o l’attrice Anna Buonaiuto, tra tanti altri) o boicottando l’esproprio del punto nascita incrementando i parti in casa, come usava una volta, anche a Latisana!

  5. Ernesto ha detto:

    Sosta di fronte a Salmaso: mi spiace per il bar ma era ora che si facesse qualcosa! La situazione era alquanto pericolosa. Bravi! E adesso perchè non risolvere anche il problema a Pertegada? Anche li, invece di usare i parcheggi della piazza, hanno rovinato il parco e si ostinano a parcheggiare in strada. Pesa troppo il culo a fare 50 metri?!

  6. Massimo Della Siega ha detto:

    Quoto Formentini , anche se bisogna precisare che Lorenzo Buffon , a leggere la sua biografia, nacque a Majano del Friuli … evidente e splendido esempio di parto in casa ( cosa praticamente impossibile al giorno d’oggi, che il parto è divenuto una vera e propria malattia ) .

  7. Annamaria ha detto:

    La chiusura del punto nascita è preludio alla chiusura della pediatria. Ma a Latisana hanno tutti ben presente dove si trova l’ospedale a Palmanova? Prendendo la statale sono 40 minuti, in autostrada 25/30. Auguro a tutti salute e lunga vita ma se i pediatri di base dovranno assorbile anche il lavoro dell’ospedale… già ora fanno la diagnosi telefonica, quest’inverno si passerà a quella di gruppo.

  8. Massimo De Lotto ha detto:

    Questo pomeriggio – giovedì 11.10.2012 – la Giunta Regionale del FVG ( … e non mi interessa se è di destra o di sinistra) probabilmente deciderà di chiudere il reparto di Pediatria di Latisana e di tenere aperto quello di Palmanova perché a Latisana non ci sono “abbastanza” nascite …
    Probabilmente la chiusura del reparto di Pediatria porterà alla conseguente rapida chiusura del reparto di ostetricia e quindi il “nato a Latisana” sarà solo un ricordo…

    La chiusura del reparto Pediatria obbligherà il reparto di Chirurgia, di Otorino e di Ortopedia a non operare più i bambini perché poi non potrebbe essere garantita la corretta degenza “protetta” … ad esempio un bambino di tre o quattro anni che subisce un’operazione chirurgica verrebbe ricoverato in una stanza a 4 letti per la degenza post operatoria assieme ad adulti, in ambiente di certo non consono per un “essere” emotivamente così fragile …
    Per ogni vista di routine, oppure, cosa ben più grave, nel caso di un emergenza, dovremmo portare i nostri figli a Udine o a Palmanova … un’ora di macchina o di ambulanza …!

    Se il fatto non interessa perché non avete figli, giro la questione in termini turistici : ogni urgenza per un piccolo turista verrebbe “trattata” dal Pronto Soccorso “normale” – NON PEDIATRICO – di Latisana … oppure trasportato in ambulanza a Udine o Palmanova … con il traffico dell’estate e l’intasamento di ogni giorno della statale !!!!

    Sapete quanti turisti stranieri che hanno figli piccoli guardano su Internet a che distanza è il reparto ospedaliero Pediatrico dal posto di villeggiatura? La maggior parte ! Andando in un paese straniero … lo farei anch’io!

    Un tanto per difendere i nostri bambini ma anche per difendere il NOSTRO ospedale !

    Massimo De Lotto

I commenti sono disabilitati.