Centro Intermodale: situazione di una gravità eccezionale

Dopo anni i lavori sono ancora fermi e le buche sono voragini

Certe volte fare un lungo articolo non serve, se le immagini sono più eloquenti di ogni parola; siamo andati a parcheggiare al Centro Intermodale di Latisana, biglietto da visita quotidiano per i molti pendolari e porto turistico nei mesi estivi.  (leggi tutto)


La situazione è arci nota e sotto gli occhi di tutti, e se diciamo “schifo” forse non esageriamo: buche, buche con acqua, buche con acqua e fango che nemmeno Tognazzi (ne “Il Federale”) avrebbe affrontato nell’immediato dopoguerra; ma non solo, l’ex cantiere delle ferrovie è desolatamente fermo e adatto a ospitare un laghetto di pesca sportiva, la stradina di accesso (ci sono le frecce, e uno segue le frecce messe dal Comune) è immeritevole del nome “strada”, di sera è anche peggio e ci risulterebbe che qualcuno si sia già rivolto in Comune per chiedere il rimborso dei danni derivanti dallo sprofondare delle ruote nelle voragini aperte.

Certo ci saranno delle giustificazioni e delle motivazioni amministrative e legali, ma “chissene”, credo anche che si possa e soprattutto si debba intervenire, e qui non si tratta di operazioni pre elettorali, ma di dignità e incolumità dei cittadini. Centro Intermodale, strada infernale.

Condividi il post!

PinIt