due morti a Pertegada; Centro Salute Mentale, asilo e bambini, Latisana dall’alto, pipistrelli, omertà, cassonetti

aggiornamento dalla rete

Due persone sono state trovate senza vita all’interno di un’abitazione in Via Monte Canin, 4 a Pertegada, frazione a sud di Latisana (Udine), nel pomeriggio di oggi. La strada è una laterale di quella che porta verso il campo sportivo. Secondo i primi accertamenti, la morte era dovuta a esalazioni di monossido di carbonio sprigionate probabilmente da una stufa. Poi si è fatta avanti un’altra versione che smentisce la prima e che vedrebbe l’uomo anziano colpito da infarto e deceduto addosso alla anziana mamma, che a sua volta è stata colta da malore e soffocata.Così ha anche detto il medico intervenuto sul posto. I Vigili del fuoco erano  sul posto. Le indagini sono condotte dai Carabinieri. I nomi sono stati fatti, lui ha 58 anni e la mamma 91.

Centro Salute Mentale

Da: Matteo Mauro. Oggetto: Centro di Salute Mentale – Corpo del messaggio:

Caro Bacucco, ti scrivo per informarti di un fatto Molto Grave avvenuto ieri notte, mentre tornavo a casa, era circa l’1:30, ero fermo al semaforo del distributore Esso, difronte Bergamin, vedo un uomo camminare per strada in direzione del centro, all’inizio ho pensato che fosse strano visto l’orario però mi sono preoccupato veramente solo quando, passandogli affianco, ho visto che era in pigiama e ciabatte, mi sono quindi fermato, ed ho cercato di capire chi fosse, ma l’uomo, che aveva circa 65 anni, era disorientato e non parlava, dopo avergli chiesto più volte il nome e da dove fosse venuto, ha lamentato un forte mal di testa e pronunciato solo la parola “Ospedale”, l’ho quindi fatto salire in auto e portato fino al Nosocomio, quando siamo arrivati gli ho chiesto a che piano dovevamo andare e mi ha indicato di girare a destra verso l’Ospedale Vecchio, indicandomi l’ingresso del Centro di Salute Mentale, trovando la porta chiusa ho suonato il campanello e mi si sono presentate davanti due infermiere che non si erano accorte di niente e non capivano come fosse uscito, gli ho risposto che quello che era successo era molto grave e che avrebbero dovuto fare più attenzione. Ritornando verso casa ho incrociato la pattuglia dei Carabinieri che avevo precedentemente allertato riferendo nei particolari quello che era accaduto.

Ecco il mio commento (di m.m.):

Dopo i fatti di quest’estate, dove un altro paziente si era allontanato dal reparto, e dopo giorni di ricerche era stato trovato morto su un balcone dello stesso edificio, quello che è accaduto ieri sera è ancora più Grave, cosa sarebbe accaduto se non mi fossi fermato ieri notte? Un paziente con problemi mentali in piena notte che vaga per le strade del paese, lo avrebbero trovato stamattina morto assiderato o investito da un’auto, qua la gente non si rende conto delle proprie responsabilità, e non parlo solo delle infermiere, lo si vede in tutti i settori, c’è sempre più gente che al lavoro fa il meno possibile, senza pensare alle conseguenze, senza un minimo di coscienza, si pensa solo a ricevere lo stipendio, io quando devo fare una cosa la faccio bene perchè ci tengo, se devo farla male allora non la faccio, ora starete pensando tutti ai Politici, ma purtroppo c’è gente in tutti i settori che si comporta così, e solo al pensiero m’incazzo, l’Italia sta andando a rotoli per colpa di tutti gli Italiani, se tutti si facessero un esame di coscienza e si chiedessero se hanno fatto il loro dovere, se hanno fatto bene il proprio lavoro, se hanno rispettato le leggi e le regole civili, cosa siamo diventati? Dei parassiti che vivono alle spalle del prossimo? Mors tua vita mea?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

A proposito di Asilo di Gorgo. Lettera firmata, Monica.

Buongiorno, vorrei che si parlasse dell’asilo di Gorgo in quanto è comunale ed è una vera vergogna.. il 29 gennaio sono andata a vedere l’asilo per l’iscrizione di mio figlio e ho trovato un asilo che c’era 24 anni fa…niente di diverso, anzi solo peggiorato. Dopo aver parlato in una riunione con 2 delle maestre e noi genitori ci sentiamo dire che i bambini che hanno bisogno di un riposino pomeridiano (l’asilo inizia alle 8 e finisce alle 16.30),non possono dormire nelle brandine e in una stanza adeguata solo perchè il comune non si è mosso per fare tutto ciò.. e la cosa più sbalorditiva che una classe si è dovuta adeguare nell’atrio principale in mancanza di classi…io latisanese mi vergogno di tutto ciò! Io devo ancora capire dove vanno a finire tutti i soldi che il comune si intasca dall’asilo di Gorgo, NON FACENDO NULLA DI NECESSITARIO PER DEI BAMBINI CHE HANNO 3,4 e 5 ANNI!

….sempre Asilo, ma Pertegada, e Gorgo. Lettera firmata.

Alla riunione all’asilo a Pertegada è stato smentito dalle insegnanti ciò che i giornali avevano pubblicato,ovvero di aver chiesto ai genitori di portare carta igienica.I bagni ne sono pieni e infatti alcuni genitori hanno scritto al messaggero veneto per smentire la notizia divulgata.Voglio precisare che a mio avviso il problema nelle scuole dell’infanzia è solo dell’organizzazione. Infatti mentre a Gorgo si rimpiazzano i bambini nell’atrio e non si sa dove farli dormire, a Pertegada c’è una grande stanza a disposizione.A Gorgo le mamme lamentavano di dover ritirare i bambini alle 13 e cambiarli in bagno,molti genitori insieme senza spazio mentre altri bimbi magari erano seduti sul vater a fare i loro bisognini.A Pertegada ogni aula ha un piccolo atrio per cambiarli e il bagno.A Gorgo chiedono i soldi per il materiale didattico,fogli,materiale per le varie feste mentre a Pertegada ognuno porta il suo materiale e il resto viene fornito dalla direzione didattica o comune.Per cui un problema essenziale è il mancato rapporto insegnanti-direzione-comune ed errata ubicazione delle aule a Gorgo.Son convinta che con un corretto dialogo tra le parti si risolverebbero molti dei problemi.Manca purtroppo un pulmino comunale da latisana,paludo,gorgo verso le scuole (infanzia e Elementari) di pertegada

…e infine Valery S. scrive e posta….

Sono nativa di Latisana ,e adesso vivo a Palazzolo o quasi a Palazzolo,non spesso frequento Latisana ,,Latisana e una bella cittadina, ma come mamma di due bambini noto che le cose ben poco sono cambiate,, ma cavoli e possibile che i bambini debbano giocare nei giardini con giochi rotti e con pozzanghere di fango, e bidoni con immondizie non svuotati, si ci sono gli operatori ecologici ma raramente li vedo attivi,,, e le pozzanghere,, basterebbe poco, magari coprendo i buchi.,,,ed il Parco Gaspari ,,in tutto il suo contorno e molto bello,,,ma anche ne avrei da dire. Che spreco di tanta bellezza.

Latisana dall’alto

Pipistrelli

Ci avevano chiesto delle casette dei pipistrelli, ci siamo informati. Si tratta di un vecchio progetto del Comune, anni 2006 circa, fatte fare da un falegname e consegnate a mò di kit ad una classe delle elementari di Pertegada. Qui montate e costruite e consegnate a chi ne aveva fatto richiesta, una dozzina di famiglie in tutto. Il progetto prevedeva un monitoraggio da parte dei consegnatari, che non si è concretizzato. Oggi chi vuole le può acquistare nei negozi specializzati o su internet.

Riceviamo e pubblichiamo

….noto con immenso piacere che dai commenti dei lettori a nessuno è interessato criticare o commentare la richiesta del PIRATA circa la spesa forse non legale fatta dai gruppi consiliari del F.V.G. e più interessante parlare di pastasciutte etc…. Bravi molto bravi o siete conniventi o siamo un paese di omerd……. e anche TEX WILLER metta la faccia, a me hanno detto che non conoscevano il PIRATA dopo che miei articoli con mie fotografie erano apparsi su questo sito . il giorno dopo ho messo la mia foto onde evitare che non avessi il coraggio di apparire. CITTADINI venite fuori con nome e cognome altrimenti state zitti e seguite il gregge.  il PIRATA Piero Pitacco (NICI)

Cassonetti e verde

Sappiamo che in Comune si sta ragionando sul discorso dei cassonetti per il verde che, con la primavera alle porte, potrebbe dare risposte alla richieste della gente e soluzione ai cassonetti attuali troppo pieni e non adatti. Tra il non mettere i cassonetti, o il metterli con un modesto aggravio dei costi, si può studiare una terza via, quella della chiamata o del passaggio settimanale e in certi periodi. Il verde, ovviamente, non viene prodotto da novembre a gennaio (circa), e nemmeno da giugno a agosto ( solo l’erba e per quella ci sono i composter. Le potature  e le pulizie degli orti si fanno durante pochi mesi e quindi si potrebbe avviare una raccolta settimanale a giornate fisse (il lunedì per esempio) oppure si potrebbe mettere un numero verde e chiamare la raccolta. Resta da vedere se sfusa o con appositi sacconi grandi. Insomma c’è da ragionare.

Condividi il post!

PinIt

5 commenti su “due morti a Pertegada; Centro Salute Mentale, asilo e bambini, Latisana dall’alto, pipistrelli, omertà, cassonetti”

  1. Severino ha detto:

    E dai PIRATA, ancora con questi mancati commenti al tuo Post” ti ho risposto io, spero tu sia contento, sembri offeso per il fatto che nessuno ti a pensato ? invece io credo che il fatto non va commentato trattandosi di un presunto sospetto ancora non certo, e inutile commenti in merito, per questo ce Facebook dove puoi spararle senza problemi. Magari né riparliamo più avanti quando avremo la certezza che sia andata così. Siamo in campagna elettorale perbacco !!

  2. Severino ha detto:

    Ma siamo sicuri che al Centro salute di Latisana, siano attenti alla salute ?
    Si fa un gran parlare in questo periodo per la salvaguardia del punto nascita, quando sono stati inaugurati nuovi ambulatori, eliminando la spesa da una parte ed incrementandola dall’ altra, guardate che e difficile capire il sistema sanità in Italia. io personalmente mi servo poco di codesto luogo e spero di conservare ancora per un pò questa linea, ma per quel pò che mi serve non posso nascondere il mio malcontento. L’unica cosa che va premiate e che ritengo efficiente e l’ambulatorio analisi al piano terra che e molto efficiente. Per il resto si può far senza. Meglio a pagamento !!

  3. andrea ha detto:

    ufficio procollo comune latisana, ore 11: puzza di sigaretta appena fumata ( e non fuori ). Vorrei sapere se nessuno se ne e’ mai accorto!!!!!!sempre la stessa persona che da anni fuma senza che nessuno dica niente. ma come e’ possibile.

  4. Paolo Miotto ha detto:

    Poveretti questi di Pertegada….

  5. andrea ha detto:

    in via tomadini…..Gorgo… i cassonetti nuovi, il resto si vedra’……. ma quando?

I commenti sono disabilitati.