Chi ha paura di Massimiliano Enrique Costa?

Chi ha paura di Massimiliano Enrique Costa? Giallo tra i vini bianchi e rossi a Calici di Stelle di Latisana

Chi ha paura della Cantina Costa Vini di Latisana? Un bel giallo tinge e illumina i vini bianchi e rossi della prossima edizione di “Calici di Stelle”, prevista per domenica 8 agosto a Latisana in Piazza Indipendenza; come si ricorderà la Cantina Vini Costa di Latisana fu l’Azienda più premiata della regione Friuli Venezia Giulia al recente Vinitaly, meritandosi ben quattro riconoscimenti e menzioni, e caratterizzandosi come cantina di eccellenza in quanto aveva vinto molto anche negli anni precedenti.


Oltre al titolo e merito guadagnato sul campo al Vinitaly, questa azienda vanta successi e attestazioni ad altissimi livelli, e si trova nella lista vini di prestigiosi Ristoranti, di affermati Catering ed anche di qualche illuminata situazione internazionale (oltre che a Latisana e a Lignano Sabbiadoro). Quando venne menzionata sul giornale, ovviamente tutti si chiedessero se effettivamente l’azienda fosse latisanese; noi abbiamo degustato il vino e ospitato il titolare e ci siamo fatti spiegare il tutto. La ditta ha sede a Latisana, registrata a Latisana, casa a Latisana, paga l’Iva a Latisana, l’Irap a Latisana e l’Ipef a Latisana, per loro scelta, e tant’è. La cantina e i vigneti sono nel veronese, dalle parti di Custoza, Valeggio sul Mincio e Sommacampagna. Vista la qualità dell’azienda, ci siamo adoperati per farlo partecipare alla edizione “sua” (di Latisana) di Calici di Stelle e, dopo averlo convinto ad inserire questa manifestazione tra le molte da lui organizzate (vedi Facebook), ci siamo recati alla Pro Latisana per attivare la collaborazione. Con una email la Pro Latisana ci assicura che sarà essa stessa a contattare la ditta ottenendo quindi indirizzo e mail, sito, cellulare e numero fisso. Tutto a posto? Magari! La  giornata della riunione preparatoria, facciamola breve, veniamo io e Costa , a sapere che lui non è invitato e che, con molto imbarazzo, gli viene detto da parte di Piero De Marchi, il Presidente, che si preferisce non averlo in piazza con i suoi vini “veronesi”. Ora mi permetto due considerazioni, la prima:  se la ditta è di Latisana, perche negargli una partecipazione che porta lustro alla piazza, eleva la serata, mette a confronto vini e bottiglie diverse, permette al pubblico di fare confronti, stimola la concorrenza ed accresce la cultura eno turistica di quanti partecipano? Secondo: chi non ha voluto? La Pro Latisana? I concorrenti? Trovo misero e molto piccolo quanto è accaduto e di sicuro chi ci rimette sono i latisanesi, che potevano avere un confronto stimolante e gratificante. Non ci rimette di sicuro Costa, che ai prezzi pattuiti per Calici di Stelle sarebbe andato abbondantemente sotto listino. Ci rimette Latisana sicuramente: abbiamo fatto una figura da provincialotti, da villici, senza offesa per i villici.

 

Il Bacucco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi il post!

PinIt