chiusure, Basaldella, Simonin, cocal, Volton ecc ecc

Chiusure


Ha chiuso il bar trattoria “La Veneziana”. Spiace dover confrontarsi quasi settimanalmente con queste notizie ed anche parlarne in piazza è triste e genera preoccupazione; il periodo estivo non è il massimo per il commercio e gli esercizi pubblici latisanesi, ma in giro si respira una brutta aria e quel che è peggio non si vede una prospettiva molto positiva. Ieri, con l’assessore Cesare Canova,  si ricordavano i mercoledì di qualche decennio fa, quando i “mediatori” occupavano i bar di Piazza Duomo e poi si disperdevano nelle piazze e nelle vie, e generavano scambi e ricchezza, che oggi mancano. Manca anche una  identità commerciale latisanese e speriamo si tratti solo di un clima passeggero. Un nostro amico ha tenuto il conto: siamo a 38 tra cedesi, chiuso ed affittasi nel capoluogo.Male.

Giornali giù, web su   (leggi tutto, clicca)



 

La notizie non è nuova, ma siccome è ufficiale e ci riguarda da vicino,la riprendiamo. Stiamo parlando dell’ultimo rapporto del Censis e dell’Unione Cattolica Stampa Italiana, e i dati riferiti riguardano la fruizione dell’informazione. Il 53% degli italiani è on line, soprattutto i giovani (87,4%) e soprattutto quelli a più elevato grado di istruzione ( 72.2).La carta stampata, i giornali, in due anni hanno perso il 7% dei lettori, soprattutto nella fascia più giovane ed è gioco facile affermare che le notizie, i commenti, le opinioni oramai si cercano e formano sul web. Prende sempre più piede anche face book: noi ci siamo con Latisana Sito, e c’è anche una novità, leggi qui sotto.

Il bacucco adotta un “Cocal”

La facciamo breve: poiché il prossimo anno a Lignano Sabbiadoro si vota, “il bacucco” ha adottato un “cocal”, che si occuperà di Lignano Sabbiadoro sul nostro portale www.lignano-sabbiadoro.it. La grande spiaggia friulana adesso è occupata a cercare il recupero  del movimento turistico degli anni passati, ma tra un paio di mesi, anche meno, “il cocal”comincerà ad occuparsi di tutto quello che riguarda Lignano e i lignanesi, sperando di avere lo stesso seguito che abbiamo con queste nostre poche righe su latisana.it In bocca al lupo al “cocal”. 

Zombie, morti che camminano

Dal sito del Com,une di Latisana facciamo ctrl+c e ctrl+v (copia incolla):

Attraverso una motonave il turista da Lignano può raggiungere Latisana, visitare la città accompagnato da una guida, fare shopping nel mercato e nei negozi del centro, rientrare, nel tardo pomeriggio, sempre in motonave, a Lignano. Negli intenti vi è il progetto di unire la risalita del fiume con delle escursioni su tutto il territorio mandamentale, in collaborazione con le aziende della strada VINO E SAPORI, per far visitare, a turno, aziende agrituristiche, cantine, osterie tipiche, mettendo a profitto la qualità dell’offerta eno-gastronomica.

Qualcuno avvisi per favore che la “Strada Vino e Sapori” è stata chiusa anni fa dall’allora assessore al turismo Ezio Simonin? Cartelli levati, accordo con Precenicco e Palazzolo disdetto e ora si punta a fare da soli con il progetto “Itinerari alla scoperta di Latisana”.Internet è bello, solo che devi aggiornarlo, come è stato fatto (bravi) con Andrea Tognato rimesso in giunta con anche la foto. 

Ezio al bivio

Crediamo sia un scelta difficile e non entriamo nel merito di qualunque esito essa comporti; sta di fatto che all’interno della coalizione di liste che supportavano la candidatura a Sindaco di Ezio Simonin, sta facendosi largo l’ipotesi di dover rinunciare all’ex candidato, che aveva perso le elezioni per una manciata di voti. Come dipendente comunale non può fare il consigliere a Latisana, e come consigliere ovviamente non può fare il dipendente qui: per stare in consiglio dovrebbe continuare a pagarsi i contributi, si parla di 7-900 euro al mese, sono molti. Da qui la considerazione, che a breve potrebbe sfociare nelle dimissioni, di rientrare a fare il dipendente in Municipio. Dovesse dimettersi gli subentrerebbe, crediamo, Susi Zoccarato.Anzi, come ci hanno giustamente corretto, Gianni Scodellaro de Il Paese e, se lui rinuncia, comunque uno della stessa lista.

Via Volton 

Chiude la strada che collega la S.R. 354 a Bibione e alla bassa sotto argine; con ordinanza della Polizia Municipale viene sancita la chiusura del tratto di strada tra l’intersezione semaforica con la 354 e il raccordo che porta alla rotonda dei Picchi a partire da lunedì 18 luglio e fino a sabato 23 luglio. C’è da augurarsi ovviamente che i lavori (pochi) finiscano in fretta e che nel fine settimana il tratto di strada fondamentale per il traffico da e per Bibione venga aperto, e non solo a senso unico alternato. Completato il raccordo, disegnata la nuova viabilità, si potrà finalmente spegnere il semaforo, anacronistico in presenza della rotatoria.

Gaspari non Gasperi

Giustamente ci viene fatto notare che la telecamera di video sorveglianza è posizionata in Parco Gaspari e non in Parco Gasperi; abbiamo fatto solo un copia incolla dalla delibera del Comune, ma dovevamo accorgercene. Anche loro però. Grazie e mandi Gianni e mandi Valerio.

Costa c’è.

La notte di “Calici di Stelle”, prevista per domenica 7 agosto vedrà la partecipazione delle migliori cantine latisanesi ed è stata invitata anche la Cantina Vini Costa, che ha sede legale a Latisana e vigneti nel veronese. Salutiamo con piacere questo arrivo che, dopo il successo della degustazione al caffè Commercio, torna con i suoi vini ad accompagnare i colleghi della zona.

Dino Basaldella

Ecco la foto relativa all’”opera” inserita ieri nel sito; bella davvero. Grazie a Valerio che ce l’ha inviata. Mandi

Condividi il post!

PinIt