commenti ed interventi vari, strike, damiani, notizie in breve,

Strike, quasi

Ha fatto quasi strike il giovane automobilista che domenica notte ha centrato quasi tutti i paletti dissuasori di sosta davanti all’Osteria Salmaso, a Paludo. Poi per completare l’opera è andato anche dall’altra pare della strada, a buttare giù un paletto chilometrico e a danneggiare fortemente l’auto. Veniva da Latisana, andava verso Palazzolo e evidentemente ha sbagliato la curva….. Danni collaterali anche di fronte….. Tutto sistemato in giornata (bravi quei del comun)  — segue  – clicca —

Commento

Da Barbara riceviamo e volentieri pubblichiamo

Commento:  Quando parlo di immobilità di Latisana, non accuso certo i singoli, ma le amministrazioni, a cui noi deleghiamo le nostre volontà, che non hanno saputo o voluto investire sul futuro di Latisana, preferendo lasciar “sopravvivere” le cose. Penso a Portogruaro, che è diventata una gran realtà (industrie, centri commerciali, attività in centro = LAVORO da non cercar fuori paese per forza). Penso all’Ikea, che chissà avrebbe potuto essere qui anzichè a Villesse. Penso alle due sagre paesane (San Martino e Settembre), un record in negativo di afflusso (a san martino le strade erano VUOTE alle 20 l’ultima edizione!! e Settembre Latisanese che non ha un tema conduttore, nulla, solo bere bere bere) mentre altri minuscoli centri riescono ad attrarre turisti in gran numero), penso ad una ProLoco che non si rinnova da tempi immemorabili, alle Associazioni Culturali che in passato (Attivaria) sono state osteggiate dall’alto, e tante altre .. Quindi sì, è sbagliato criticare di continuo, ma la mia partecipazione la affido e delego alle istituzioni che hanno il compito di prendersi cura del mio paese. E mi fa molta rabbia vedere che la gran parte dei cittadini del mio paese si accontentino di quel poco che è stato fatto in questi ultimi 15/20 anni.

Da Catia riceviamo e volentieri pubblichiamo

Complimenti per la via dei pali storti, ma anche per i bandi….e per le foto. A proposito di foto, in allegato la situazione dei cassonetti Via Stretta, zona cella mortuaria per intenderci, di domenica scorsa. Qua manca la campana per vetro e lattine, e potrebbero mettere un cassonetto piu’ grande per la carta. Una tirata di orecchie particolare va fatta a chi non fa la raccolta differenziata e getta la roba a terra e deposita materiali non conformi. Insomma anche i cittadini facciano la loro parte, qualcuno è proprio incivile. – Catia

Da Enrico riceviamo e volentieri pubblichiamo

Buongiorno, visto che si sta parlando di Via Trieste, ridenominata “Via dei Pali Storti”, approfitto per segnalare il degrado e la pericolosità del manto stradale nonchè quello degli argini dei canali di scolo che oramai non ne possono più, ogni volta che piove più del solito l’acqua inonda la strada. Come più volte promesso dall’Amministrazione Comunale, con stanziamenti in bilancio di 100.000 euro, sarebbe ora che questo secondo lotto della pista ciclabile (dal cimitero alle Selve), venisse realizzato con conseguente rifacimento del manto stradale. In questo modo si prenderebbero i proverbiali “due piccioni con una fava” (sicurezza e servizi).

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il bando per il Capitano.  I bandi per l’assunzione di personale, nel nostro caso per l’assunzione di un Capitano dei Vigili, possono essere di due tipi: bandi aperti a tutti e bandi con clausole particolari che sembrano scritti per “aprire” a qualcuno.   Quello del Comune di Lignano ad esempio è un bando aperto a tutti e non ha clausole particolari, quello del Comune di Latisana invece sembra scritto proprio per “aprire” a qualcuno.  Viste le norme che lo differenziano, è infatti molto probabile che chi risponderà al bando del Comune di Latisana si troverà nelle condizioni aggiuntive (provvedimenti disciplinari, condanne o procedimenti giudiziari in corso, ecc…) previste dal bando emesso dal nostro Comune, ma non da quello di Lignano.  A quel punto la nostra Amministrazione potrà applicare il criterio di discrezionalità che ha previsto e  che verosimilmente applicherà, altrimenti non ci sarebbe stato motivo di prevederlo nel bando.   Detto questo, una considerazione (previsione) più “leggera” riguardante il movimento di Capitani dei Vigili che vede protagonista il Comune di Latisana:  un Capitano se ne è andato da Latisana verso una spiaggia (Lignano), è molto probabile che da un’altra spiaggia arriverà un nuovo Capitano a Latisana.  Da quale spiaggia?? Suvvia, un poca di “suspance” ci vuole, …. anche se le spiagge in Friuli non sono poi molte….  Ernesto De Marchi

n.d.b.

nota del Bacucco: se qualcuno, in Comune, ha qualcosa da dire…..la dica; ovviamente la pubblichiamo. Chi tace, acconsente.

Da Matteo riceviamo e volentieri pubblichiamo

Punto 1) Simonin non sa come mettersi in evidenza e si schiera pro-Serracchiani, probabilmente sta sparando le ultime cartucce politiche dopo la delusione alle comunali del 2011, famoso antagonista della Sette nelle famose vicende antecedenti le elezioni del 2011. Punto 2) La Sette successivamente alla delusione parlamentare viene individuata come erede di Galasso. Stasera (lunedì, ndb), nella patria natia del consigliere capogruppo regionale, a Ronchis, ci sarà una sua serata informativa presso la sede della protezione civile, voci di corridoio affermano che la sala fosse già occupata ma il potere PDeLLino sovrana. Punto 3) Entrambi i candidati rispecchiano l’antiquata politica. Ebbene gente giovane ed attiva è stata esclusa per i classici senatori? Punto 4) Non va molto meglio al PD con l’esclusione di un giovane promettente Abriola. In compenso il partito emblema della politica e  dell’ipocrisia candida una giovane alla provincia, ma la Serracchiani ed il Pd al capitolo 2 del programma elettorale non parlano di “superamento delle province diretta conseguenza del nuovo modello istituzionale”, ma allora perchè candidate i vostri? AAAAHHH, abbiamo capito normalmente le Province erano assediate dai Leghisti esclusi e bidonati, ora che siete in corsa anche voi le Province stanno bene per tutti. Morale del buon comunista… Punto 5) Lega…no comment. A chi la vogliono raccontare? La Spagnolo brama di potere come tutti, palese esempio di gioco di sedie a  livello comunale.

Notizie in breve

Il Comune intende pubblicare un proprio giornale informativo, sotto forma di notiziario, e verrà pubblicato entro l’anno. Ci sarà quindi una sorta di doppione del periodo “Il Comune informa New Latisana”, la cui pubblicazione è a cura di una società privata, la Lepore.

Domenica 14 la Festa di Primavera, prima edizione; c’è anche una campagna promozionale radiofonica, ma non sappiamo dirvi quale radio, non è detto nella delibera.

Asparagorgo; manca poco alla bella festa di Gorgo dedicata al bianco turione; speriamo che la pioggia non abbia compromesso la coltivazione di questa verdura; una volta coltivatissima a Gorgo e dintorni, ora molto meno.

Micaela Sette molto attiva in campagna elettorale; il 13 a Udine, sabato è stata a Lignano, ieri a Ronchis, il 16 a Torsa, il 17 a Lignano e il 19 a Latisana, il 14 a Gorgo e il 15 a Palazzolo. Wow che tour de force.

Da Luigi Damiani riceviamo e volentieri pubblichiamo

LUIGI DAMIANI – Mancano solo 12 giorni alle elezioni regionali e provinciali nella nostra regione, e le quotazioni dei vincitori sono molto vicine. Tondo-Serracchiani- si giocano la partita, Galluccio possibile terzo incomodo, Bandelli fuori dai giochi.  Lignano è presente nelle liste regionali con alcuni nomi che tentano la fortuna di una poltrona regionale.  Stefano Trabalza, avvocato lignanese ex sindaco, non è nuovo a questa esperienza di candidatura, ma pur avendo il conforto di molti lignanesi dubito che possa avere un numero tale di preferenze per saltare sul carro regionale in quanto la lista Un altra regione che fa capo a Bandelli non è così fortemente radicata nel territorio al di fuori di Trieste.  Alessandro Tollon invece aderisce ad Autonomia Responsabile che è nella coalizione di Tondo assieme al Pdl e centro destra.  Praticamente non ha alcuna chance di salire come consigliere regionale.  Claudio Fichera invece è in lista con i Cittadini a sostegno della Serracchiani. Per lui ci potrebbero essere delle chance in caso di vittoria pesante della Serracchiani, anche se come capolista c’è l’avvocatessa Battistuta di udine, Ricordo che sia la Battistuta che Fichera erano all’interno del movimento Italia Futura, che ha aderito a Scelta Civica per Monti. Scelta Civica non ha fatto la sua lista alle regionali, in quanto non ha avuto l’autorizzazione da Roma, e questo è stato a mio avviso un male, in quanto aveva delle possibilità di eleggere dei consiglieri anche per le problematiche che si sono venute a creare in regione recentemente. La scelta di inserire alcuni nomi di aderenti a Scelta Civica nella lista dei Cittadini, ha creato malumori, ma questo sarebbe accaduto anche se fossero stati inseriti in liste di Tondo.  Scelta civica -Italia futura doveva fare la sua lista e correre da sola. Alle provinciali invece abbiamo due Lignanesi ormai saturi e navigati di politica.  Massimo Brini che corre come candidato presidente alla provincia di Udine nella lista di Un altra regione, e Carlo Teghil nel Pdl.  Brini è nella maggioranza del consiglio comunale di Lignano ed è anche assessore al turismo, Teghil consigliere di minoranza è anche rappresentante territoriale di Turismo Fvg.  Presumo che Teghil possa farcela anche  in virtù dell’appoggio del Pdl della bassa e del sostegno reciproco con Micaela Sette ex sindaco di Latisana candidata alle regionali con una quasi certezza. Gli ordini di scuderia del Pdl sono conosciuti a tutti, la Sette in regione ,Teghil in provincia.  Per Brini credo che sia quasi impossibile arrivare alla presidenza provinciale, ma  un posticino al consiglio provinciale ormai è consolidato. A tutto questo ci si chiede, ma quanto dureranno le provincie, se già si parlava della loro abolizione sotto il governo Monti, e poi ripreso nei programmi elettorali sia di centro destra che di centro sinistra. Vista la lentezza della materia, forse ci vorrà almeno un paio d’anni!!!!  Però mi faccio una domanda? Come mai a Como la provincia che è decaduta di fatto per fine mandato l’anno scorso non è andata a elezioni ma è stata commissariata a differenza di Udine che invece va ad elezioni? Purtroppo in Italia non si riesce mai a capire come funzionino le cose e anche i privilegi delle regioni autonome!!!!   La spending review non è uguale per tutti.  Comunque sarebbe bene che Lignano avesse una sua rappresentanza sia in regione che in provincia essendo la capitale del turismo regionale con quasi il 50% delle presenze, e il secondo comune della provincia di Udine.

Condividi il post!

PinIt

17 commenti su “commenti ed interventi vari, strike, damiani, notizie in breve,”

  1. Marco Appio ha detto:

    Ma perchè invece di votare i soliti noti i cittadini non si impegnano con i 5 stelle visto che proprio a latisana sono venuti due deputati a raccogliere le esigenze della popolazioni di latisana?

  2. luigi geotto ha detto:

    Forza Beppe Grillo.Il resto è feccia e bandelli è il peggio del peggio

  3. Sergio C. ha detto:

    A proposto del “Comandante”, “Nesto” setu sigur cal vegni di Lignan il gnuv Comandant? Par mè al ven da dongie li montagnis e l’abitee da li tò bandis….

  4. il_bacucco ha detto:

    mai detto che viene da lignano…………

  5. Laura Parise ha detto:

    Marco, in molti pensano che i 5 stelle rappresentino il vero cambiamento, in pochi lo dicono, in pochissimi si attivano. Sabato pomeriggio, all’incontro con il M5S, c’erano i candidati alle regionali della circoscrizione di Udine, c’era Saverio Galluccio e, a sorpresa, anche i due deputati friulani. Mancavano invece i cittadini latisanesi; pigrizia? rassegnazione? paura?

  6. il_bacucco ha detto:

    caro marco, grazie; ci sono anche aggiornamenti…. http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2012/12/15/news/la-bufera-sui-vigili-e-partito-il-processo-1.6202644 e altri ce ne saranno tra qualche giorno, il 18 aprile….

  7. Maurizio ha detto:

    PER CHI VOTARE ALLE REGIONALI 2013? Leggo che alcuni, anche su questo blog, caldeggiano dei rappresentanti la cui “latisanesità” dovrebbe essere garanzia più che sufficiente riguardo la bontà della loro offerta politica. Premesso che sfiducia, rabbia, istinto, rassegnazione, malumore, ecc. non aiutano certo una scelta ragionata e che rappresenti al meglio il proprio pensiero ma, obiettivamente, gli strumenti a nostra disposizione sono in sostanza pochi e poco significativi. Ci sarebbero, ad esempio, le analisi socio/economiche/politiche ma richiedono conoscenze specifiche , non sempre facilmente reperibili dal comune mortale e comunque alla fine, almeno in questo contesto, poco attendibili (nel senso di manipolabili). Dobbiamo anche confrontarci con la capacità persuasiva, nel senso più ampio del termine, del politico (o partito) di turno, con la sua arte retorica, nonché con la sua audacia (spudoratezza) nel promettere cose che difficilmente riuscirà a mantenere. E allora per chi votare? Personalmente devo ammettere che, in passato, ho “quasi” sempre applicato la teoria del tifoso ovvero:”Sempre fedele e anche se abbiamo perso, siamo i più forti e gli avversari sono dei ladri!” Questa volta però, c’è una squadra diversa; non solo nella forma, ma sopratutto nella sostanza. Penso sia arrivato il momento di posare tromba e bandiera e di iniziare ad applaudire non chi sta nel cuore ma chi offre lo spettacolo migliore. E poi, non ho tradito lo sport che amo, ho solo cambiato squadra. FORZA M5S!

  8. il_bacucco ha detto:

    quelle che mi mancano…….sono le proposte, almeno un paio, degne di tale nome e che riguardino lo sviluppo del latisanese; non me ne sono arrivate molte, se si eccettuano le solite retoriche ( lavoro, coesione, turismo, ambiente, solidarietà ecc ecc…ma in pratica?….), a dire il vero non me ne ricordo nessuna. cosa hanno proposto per esempio quelli del m5s sabato a latisana? o sono venuti solo ad ascoltare….; idem per serracchiani bandelli e tondo, anzi di tondo sappiamo di più dopo 5 anni di governo….

  9. Maurizio ha detto:

    ….senza polemica ma sapresti dirmi, nelle passate tornate, quali erano le “due proposte degne” dei vari galasso e compagnia briscola? E anche questa volta, “le solite retoriche”, non le hai certo sentite dagli esponenti dell’M5S. Venire “solo” per ascoltare le esigenze degli elettori credo sia proprio una delle novità di questa tornata elettorale. Di promesse, progetti e soluzioni abbiamo pieni i cassetti….

  10. luigi geotto ha detto:

    bacucco, cosa hai fatto tu per il Movimento 5 Stelle? devi partecipare, portare le tue proposte e vivere il movimento dall’interno, questa è la vera essenza

  11. Maurizio ha detto:

    @luigi geotto. Bisogna invece riconoscere al Bacucco di essere l’unico megafono del movimento, nel Latisanese. Viceversa, nonostante tutti i voti presi sul territorio non si vede ancora nessun meetup nostrano

  12. luigi geotto ha detto:

    E chi deve fare il merito? So che c’è uno a Lignano

  13. Marco Appio ha detto:

    Confermo che a Lignano c’è un meetup e confermo che c’era qualcosa anche a Pertegada.Evidentemente a Latisana i cittadini aspetto che l’interesse per loro arrivi dall’alto ma non funziona così.bacucco,fai tu il meetup

  14. il_bacucco ha detto:

    se lea il metup?

I commenti sono disabilitati.