commercio in crisi, pensionati in festa e pirata da sondaggio.una morte inaspettata

Commercio sempre più crisi


Chiude un’altra attività a Latisana; si tratta della videoteca in Piazza Caduti della Julia che, con un cartello, avvisa la clientela della scadenza del credito delle  tessere di noleggio film. C’è un po’ la crisi, anche molto internet in questa decisione, ma ovviamente è un segnale in più del decadimento dell’offerta commerciale di Latisana. Sinceramente stupisce il silenzio dell’Ascom Confcommercio, abbiamo a Latisana il presidente mandamentale, e quello del Comune. Sicuramente stanno lavorando in silenzio, ma magari battere un colpo e farsi vivi incoraggiando e proponendo interventi, non sarebbe male. Una cosa che si potrebbe fare subito, per esempio, è premiare gli addobbi più belli, sia dei negozi che delle abitazioni sulle vie e sulle piazze; se si volesse, con una semplice idea, si potrebbe far parlare di Latisana e premiare chi si adopera per renderla più bella. Aspettiamo foto e segnalazioni.

Consiglio a pranzo


{jcomments on}

 

 

Il Consiglio dei Pensionati organizza la Festa di Natale; venerdì 16 dicembre alle ore 13.00 al ristorante Da Roberta con pranzo, musica, ballo, intrattenimento, lotteria e omaggio natalizio. Informazioni presso un sacco di gente; citiamo solo il direttivo: Agosti Luciano, Vit Mario, Candini rai Gianna, Gentile Francesco, Crose Leondina, Saccoia Salvatore, Moras Claudio, Borghello Gianfranco e Lamon Vittorio.

Col “pirata” non si passa

Il “pirata” Piero Nici è forse l’unico latisanese a non essere mai passato con l’auto attraverso Piazza Indipendenza; egli percorre o Via V.Veneto e gira in Via Rocca, o raggiunge Piazza delle Poste attraverso Calle dell’Annunziata; mai comunque attraverso Piazza Indipendenza. Come mai?

Fin dalle prime battute del concorso di idee sulla sistemazione della piazza, che vide vincitrice Gigetta Tamaro, avevamo raccolto le pressioni della progettista per una piazza senza auto e aperta solo ai pedoni e alle biciclette; da allora non ho cambiato idea e aspetto che la volontà della progettista e le promesse dei vari amministratori di turno, vengano attuate.

I commercianti non sono molto favorevoli alla chiusura della Piazza….

Da sempre si era parlato di una sperimentazione lunga alcuni mesi, forse un anno e al termine della stessa si potevano trarre le conclusioni, ma nonostante le varie promesse, non ultime quelle legate all’apertura dei due parcheggi ex Morassutti ed ex Distributore di carburante, nessuno ha avuto il coraggio di mantenere quanto scritto nei programmi elettorali e chiudere la piazza per questa sperimentazione.  Girando per varie cittadine italiane ed europee possiamo tranquillamente vedere situazioni analoghe a Latisana con piazze aperte ai soli pedoni e ciclisti e con molta più vita, soprattutto nei fine settimana.

Lei pirata come vedrebbe la piazza?

La vedrei con bambini che corrono e carrozzine in libertà, con bar e gazebo aperti in estate ed anche in inverno con posti a sedere, la vedrei con stand enogastronomici nelle mezze stagioni, con dei mercatini tipici nei fine settimana e con le bancarelle del mercato natalizio a dicembre. La vedrei con gente che si incontra e giovani che chiacchierano, con musica ed animazione: il centro di vita e di famiglie, pulsante e capace di far arrivare gente dai comuni vicini. La piazza aperta al traffico ha portato solo a chiusure, è tempo di provare una nuova vita per il cuore di Latisana.

Pubblichiamo due foto della Piazza, la preferite aperta al traffico o pedonale? 

Una morte inaspettata

Lo è sempre, inaspettata, la morte; qualche volta di più. E’ scomparso lunedì mattina Denis Ambrosio, 36 anni di Campomolle: molti lo avevano conosciuto, sorridente e scherzoso, quando gestiva il bar che si trova all’incrocio di Via E.Gaspari con Via Risorgimento,il Menphis. A trovarlo il suo figlio e a causarne la morte, in attesa di conferme, un ictus. Molti i mesaggi su facebook. Mandi

Condividi il post!

PinIt