comune geniale, dispetti agostani, comitato toniatti, notte in tenda, exe, pro capoluogo, serata a bibione, oratorio, incidente, ferragostana, multe, webcam,

La “genialata”

Il Comune di Latisana è geniale, non c’è che dire. Per anni abbiamo avuto il periodico comunale, che usciva 3 o 4 volte all’anno e veniva distribuito in tutta Latisana o quasi, e non costava nulla al Comune, vivendo grazie alla pubblicità che la ditta incaricata si premurava di raccogliere. Era Il Comune Informa New Latisana. Era un elenco di cose della giunta e una pagina per la minoranza, ma c’era. Poi un bel giorno, con lo solo evidente scopo di cambiare direttore responsabile (tutto il resto era identico), il Comune ha chiuso il rapporto che portava quel periodico e ha fatto un bando per averne uno nuovo. Stesse identiche caratteristiche e con, appunto, altro direttore responsabile (cambiava solo il cognome, nemmeno il nome…). Risultato, al bando non ha risposto nessuno a parte una ditta che è stata scartata e ora il Comune si vede costretto a rifare il bando a condizioni meno favorevoli di prima: meno copie stampate e meno distribuzione, ovvero come peggiorare gratis una situazione! Geniale!

Lascito Toniatti e bilancio di previsione

Latisana 26 luglio 2013 – Comunicato del “Comitato Toniatti” sull’approvazione del bilancio di previsione 2013

Ancora una volta gli anziani di Latisana prendono una “bidonata” e non traggono nessun vantaggio dall’essere proprietari del lascito Toniatti. Anche quest’anno infatti, l’Amministrazione Comunale, con l’approvazione del bilancio 2013, non ha destinato quasi nulla del ricavato della gestione del lascito a beneficio di quelle persone che Teodolinda Toniatti voleva beneficare con la sua generosità.         A parte la risibile somma di 3.000€,  destinata ad un contributo per i soggiorni estivi, l’Amministrazione Comunale non ha previsto nulla a favore degli anziani: niente abbattimento delle rette per tutti i latisanesi ricoverati nelle case di riposo e niente contributo per il funzionamento del Consiglio dei Pensionati. Nessuna risposta quindi alle proposte che il “Comitato Toniatti” aveva fatto per tempo, addirittura nel mese di maggio scorso.  L’Amministrazione Comunale invece, ha tenuto a sua disposizione quasi 90.000€, probabilmente con lo scopo di usarli in un secondo tempo per tappare altre uscite del bilancio o giusto per finanziare altre spese obbligatorie che  per legge sono a carico del Comune. Un metodo questo, che l’Amministrazione ha già sperimentato altre volte, fatto apposta per  tenersi a disposizione fondi di bilancio utili per finanziare qualsiasi cosa. Magari per finanziare altri studi e progettazioni, oppure finanziare le “sagre estive”, oppure altre  cose ancora che non hanno nulla a che fare con gli anziani e con le loro esigenze.  Siamo di fronte a dei Robin Hood al contrario, che invece che togliere ai forti (il Comune), per dare ai deboli (gli anziani), fa esattamente il contrario: non da nulla ai secondi, i deboli (gli anziani), per dare ai primi, i forti (il Comune), così potrà spenderli come vuole senza nessun controllo. Per il Comitato Toniatti – Pietro Pitacco

Telecamere e webcam

Lo abbiamo scritto più e più volte, non si vede nessuna webcam di Latisana su internet, eppure si potrebbe molto facilmente e sarebbe turisticamente utile, sempre se si creda alla vocazione turistica di Latisana (ho qualche dubbio…). Di occhi elettronici ce ne sono parecchi. Quanti e dove? Ecco qui.

UBICAZIONE DELLE TELECAMERE A) Capoluogo di Latisana:

1 Piazza Indipendenza – 2 Piazza Duomo – 3 Parco Gaspari – 4 Via Giovanni XXIII (fronte ufficio Giudice di Pace) – 5 Piazzale Osoppo – 6 Piazza Matteotti (fronte Ufficio Poste Italiane) – 7 Piazza Caduti della Julia – 8 Lungoargine fiume Tagliamento (altezza di via del Battello) – 9 Stazione ferroviaria – 10 Via Vendramin (fronte ingresso pedonale parco Odeon)  – 11 Via Bottari (fronte Palazzetto dello Sport) –

B) Località di Paludo: 12 Scuola Elementare

C) Frazione di Pertegada: 13 Piazza Santo Spirito – 14 Via del Molo (intersezione con via Don Picotti) – 15 Via Don Picotti (in prossimità dell’area ecologica)

D) Centro Intermodale:

1 Accesso autocorriere e sottopasso pedonale ferroviario – 2 Area di stazionamento delle autocorriere – 3 Area di stazionamento delle autocorriere – 4 Locali biglietteria e pubblico esercizio, all’interno del Centro Intermodale

E) Strada Statale n. 14 Triestina:

1 Via Sottopovolo (nei pressi dell’intersezione semaforizzata in prossimità del ponte sul fiume Tagliamento) – 2 Via Crosere (in corrispondenza della rotatoria).

Baste collegarle alla rete.

Lotteria Oratorio

3^ viaggio “incantevoli evasioni” – WE 2 Pers. – n.822

2^ viaggio “rilassante evasione” WE 2Pers – n.111

1^ viaggio “fuga città” WE 2Pers. – n.351

Multe

Quando viene elevata una contravvenzione senza la presenza del responsabile, si invia la multa a casa: + 15 euri se in Italia, + 12 euri se all’estero.

Incidente  venerdì mattina

Zona Zaglia, sulla statale; bloccato il traffico a lungo con code e problemi; Un uomo sui 40 anni è andato a sbattere con la sua auto contro un albero. Trasportato in elicottero a Udine; non abbiamo notizia di aggravamenti al momento.

Sabato a Bibione

il 27 a Bibione

La Ferragostana sabato 10 agosto a Pertegada

la ferragostana

Pro Capoluogo e Pertegada

Organizzare Calici di Stelle e il Festival tra Fiume e Mare, nelle stesse giornate della festa di Pertegada, forse non è il massimo della programmazione.

exe, vedi www.lignano-sabbiadoro.it ( si parla di Latisana)

2 agosto in tenda per i ragazzi di Latisana

Dalla Consulta dei Genitori:  il Gruppo Alpini Latisana ha accettato con entusiasmo di collaborare con noi per regalare una notte in tenda ai bambini e ragazzi che frequentano il nostro Centro Estivo alla Scuola Primaria. Così venerdì 2 agosto monteranno “il campo”, comprese le tende dove i ragazzi potranno passare la notte.  Il ritrovo è per le ore 19.30 alla Scuola Primaria. Da lì andremo al monumento degli alpini per l’ammainabandiera; poi ritorno al campo e cena “alla maniera degli alpini” . Dopocena di racconti e canti intorno al fuoco: storie di alpini, anche dalla voce dei diretti protagonisti. Poi cerimonia del “silenzio” e riposo in tenda.  Risveglio la mattina seguente al suono della tromba, alzabandiera al monumento degli alpini, colazione con brioches calde per tutti.  Siamo convinti che sarà una serata fantastica!  C’è ancora qualche posto disponibile…

Dispetti agostani

Abbiamo già pubblicato la notizia che quest’anno, in occasione di Calici di Stelle, non avremo la bella iniziativa dell’Associazione Fermenti, sulla passeggiata dell’argine del Fiume Tagliamento. Abbiamo avuto conferma che quest’anno non si farà ed è un peccato perché era stata apprezza da tutti o quasi (finanza a parte). Un tocco di classe e una novità che offrivano una alternativa alla piazza animata di Calici di Stelle. Sui perché abbiamo avuto versioni discordanti e quindi tralasciamo. Però….. però quello che pubblichiamo qui sotto, e cioè una iniziativa di Fermenti proprio per il 9 agosto (Calici di Stelle il 10 e 11) sembra quasi uno sberleffo, ancorché molto interessante.

Venerdì 9 agosto 2013 “Fermenti in Jazz”

…..che ne diresti di un viaggio in barca, un trio jazz, il cibo, il vino… l’interazione tra paesaggio, musica, convivialità.  La musica che si muove come in un film: rallentando, accelerando, ritraendosi ed apparendo… seguendo il ritmo di un evento in cui chiunque è protagonista.  La sera del 9 agosto Fermenti Vino in Movimento in collaborazione con Ezzthetic_ e Ho1, ti offre un’esperienza unica!  Piatti a base di pesce, musicisti jazz di altissimo livello, un ottimo calice di vino bianco (selezionati da Fermenti Vino in Movimento) e… una barca in mezzo alla laguna di Marano e su quella barca ci potrai essere tu!  Prenotazione obbligatoria (solo soci in regola con l’iscrizione 2013)  prezzo a persona tutto incluso (cena, concerto, motonave): €48,00

Posti limitatissimi.  Prenotazioni via mail o al 3280256512, anche sms.  Az. Agr. Ghenda, Az. Agr. Bortolusso e Casali Aurelia, sono le aziende i cui vini saranno in degustazione durante la navigazione.  Progamma

19.00 Partenza da Marano presso vecchia pescheria (Piazza C. Colombo); In navigazione Fasolari crudi e Tartina con salsa ai pomodori secchi ed acciughe

19.40 fermi all’ancora bis di primi freddi:  Risotto ai gamberi e curry e pasta alla pescatora

20.15 Prima parte del concerto del trio jazz composto da GIOVANNI MAIER / FLAVIO DAVANZO / ZLATKO KAUCIC

21.00 pausa con Frittura mista in cartoccio

21.45 seconda parte del concerto

23.15 fine concerto

Saltata di vongole alla scotta dito durante il ritorno

24.00 arrivo a Marano

..e a Paperopoli che si dice?

quo in bn con fumetto periodico

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “comune geniale, dispetti agostani, comitato toniatti, notte in tenda, exe, pro capoluogo, serata a bibione, oratorio, incidente, ferragostana, multe, webcam,”

  1. Guido Zualdi ha detto:

    IMHO nessuno è immune dal partorire genialate, basta vedere l’idea sulle telecamere: una cam per videosorveglianza deve prendere immagini dettagliate e permettere di riconoscere, per quanto possibile, persone e targhe, altrimenti non serve a nulla. Una cam le cui immagini debbano essere diffuse pubblicamente invece ha esigenze opposte, fornire immagini prese a una certa distanza che non permettano di distinguere le persone che passano.

    Se ne deduce che se il gestore dell’impianto volesse veramente ‘collegare le camere di videosorveglianza alla rete’ finirebbe per prendersi una compilation di denunce al Garante della Privacy. Per motivi che non sto a spiegare qui anche l’idea di degradare le immagini prima di diffonderle sarebbe applicabile con moltissime difficoltà.

  2. il_bacucco ha detto:

    quanto costa una webcam?? 1.000.000 di euro?? …. 50………meno??……………i due modelli possono essere affiancati? ( imho vuol dire a mio parere….)

  3. Guido Zualdi ha detto:

    Le due cam possono essere affiancate, ma non è la stessa proposta e non è più a costo zero. Il costo dell’hardware può essere basso (ma una camera da esterni affidabile e con una buona ottica non costa sicuramente 50€), però occorre mettere in conto la manutenzione e il fatto che, in futuro, volendo modificare la rete occorrerà tenere conto anche di quella cam di troppo, che dovrà rimanere in servizio anche se magari le esigenze della videosorveglianza sono cambiate e in quel punto non servono più camere.

    Inoltre, considerato che nella videosorveglianza passano immagini piuttosto ‘delicate’, io mai e poi mai mischierei i due tipi di traffico, farei una rete completamente a parte.

    Infine, c’è da tenere in conto che in caso di guasto gli utenti percepirebbero un disservizio ben maggiore che se la cam non ci fosse mai stata, il che provocherebbe critiche, articoli di segnalazione qui sopra con commenti furiosi contro il comune che non fa nulla, ecc ecc.

    In altre parole, se si vogliono mettere delle camere pubbliche, lo si può fare, ma con un minimo di pianificazione e considerando i costi per acquisto, esercizio e manutenzione ordinaria e straordinaria, il che è cosa ben diversa dal dire che ‘le camere ci sono già, basta connetterle alla rete’.

I commenti sono disabilitati.