Diavolo, bilancio, gara di bici e spese

Diavolo e asfalto

Il diavolo fa le pentole e non i coperchi; il Comune di Latisana asfalta le strade, ok, e le righe bianche? Abbiamo pazienza, ma ci sono situazioni dove lo stop e la riga a terra sono fondamentali per capire le precedenze; speriamo facciamo presto.

Bilancio Comunale

Sinceramente non ci ho mai capito nulla, è complicato e difficile da valutare e penso che in pochi concittadini sappiano districarsi tra i meandri delle cifre e dei capitoli di entrate e di spesa; forse anche per questo alla ultima seduta del Consiglio Comunale dedicato appunto al bilancio non c’era nessun spettatore presente, almeno a mezzogiorno. Tra i dettagli di questo corposo documento, a caso prendiamo alcune cifre e sensazioni. Prima cosa: Ezio Simonin ha votato a favore, pur proponendosi per fare il sindaco contrario a quella giunta: evidentemente pensa di far meglio ma approva. Il bilancio si chiude con un avanzo di ben 1.801.000 euro, sarebbero 3 miliardi e mezzo delle vecchie lire, che non è poco. Incapacità di spendere o saggia politica del risparmio? Non lo so. Leggo però che sia Danilo Vignotto che Claudio Garbuio hanno ammesso che molte opere non sono state completate e che cinque anni non sono bastati (Biomasse, Lasciti, Variente al PRGC e demolizione Caserma  per esempio) per completare l’iter. Altre annotazioni sono più tecniche e non credo sia il caso di farle qui. Cinque gli assenti.

Maggiori spese   (leggi tutto, clicca)



 

Siamo alla fine della tornata amministrativa e vengono erogati gli ultimi contributi e autorizzate le ultime spese, perlopiù a favore di persone e situazioni che ne hanno ovviamente bisogno. Si inquadrano cosi le somme messe a disposizione: 20.300 euro per il Centro Estivo, 7.000 euro per i soggiorni climatici per anziani, 1.002 euro per il fondo sociale Ater,  750 euro per la ludoteca ed infine un contributo di 10.000 euro per sostituire la caldaia dell’Asilo a Latisana. A Latisana si vive bene?

Gara di bici

Voglio proprio vedere chi rispetterà l’ordinanza e chi la farà rispettare.Oggi mercoledì 4 maggio, naturalmente giorno di mercato, attraverso Latisana passerà il “Giro della Regione Friuli Venezia Giulia“, gara di biciclette a tappe riservata alla cateroria Elite/Under 23. Ebbe c’è una ordinanza che impedisce la sosta e autorizza la rimozione coatta di tutti gli autoveicoli lungo le Vie Sottopovolo,Vendramin ed Egregis Gaspari, praticamente il tratto che attraversa Latisana dal Ponte sul Tagliamento verso Latisanotta, dalle 8.00 alle 14.00. Ora voglio proprio vedere come faranno nel giorno di mercato a far rispettare l’ordinanza.: con tanto di rimozione forzata poi! Sappiamo poi benissimo che le bici passano in 5 minuti e invece l’ordinanza dura 6 ore…Oggi facciamo un giro e vediamo…..e le biciclette……vabbé!

Condividi il post!

PinIt