duathlon, messaggero top 5

Duathlon bene

La manifestazione sportiva di venerdì è andata bene; a partecipare sono stati 72, di cui 19 ragazzini; un bel risultato.

Messaggero’s Top Five

Rubrica settimanale delle migliori notizie della stampa locale, dal 27 maggio al 2 giugno 2012

1° posto:  Scuola di Paludo + Asilo

Mercoledì sul Mv la notizia che la prima elementare di Paludo è a rischio; con 14 iscritti non raggiunge il minimo di 15 e poi viene considerata borgata del capoluogo e non frazione. Mercoledì alle 17.00 incontro con Comune e dirigente scolastico e le famiglie dei 14 iscritti. Giovedì sul Mv il titolo parla della pace raggiunta tra comitato genitori e comune, sui costi e sulle rette degli asili di Gorgo e Pertegada; riduzione e accoglimento abbondante delle richieste dei genitori. Bene

2° posto: Museo da 3 milioni

Francamente il titolo tra in dubbio: abbiamo un museo da 6 miliardi di lire? No ovviamente, ci si riferisce alla ex Caserma e alla famosa “Vela”. Ma il Mv così riporta appunto nel titolo, salvo poi spiegare bene nel pezzo; mini intervista all’assessore dedicato che parla anche, appunto del museo della ex Stazione Ippica.

3° posto: Latisanathlon e Marcia

Giovedì sul Mv l’annuncio della manifestazione di venerdì a Latisana capoluogo, corsa a piedi e in bicicletta, per grandi e piccini. Gli organizzatori sono sempre quelli della traversata invernale del Tagliamento. Sabato l’annuncio della manifestazione Marcia lungo il Tagliamento di sabato mattina stesso.; si punta ai duemila iscritti.

4° posto: Figurine “Panini”

Domenica sul Mv articolo e foto, con immancabili interviste politiche, per l’album di figurine degli atleti delle società sportive di Latisana; racconta “in vendita” e soddisfazione degli intervistati. Nella foto (simile alla nostra..) l’album delle figurine degli atleti.

5° posto: Dragaggi

Venerdì sul Mv doppio articolo di protesta per la situazione dei dragaggi; l’articolo curiosamente appare proprio sotto quello dove si parla di soldi spesi per la bonifica fantasma. Nell’articolo c’è la preoccupazione solita di Aprilia e Marano Lagunare per l’interramento dei canali e l’inerzia degli enti preposti. Viene anche detto che l’inaugurazione della stagione estiva slitta. A fianco anche la lettera dei due sindaci al ministro Clini e i posti di lavoro a rischio. Sono anni e anni che c’è “l’emergenza” canali, ogni anno sempre la stessa “emergenza”.

6° posto: Latisana in breve

Venerdì sul Mv alcune notizia in breve. Gli atti di un convegno dedicato ad uno scrittore famoso presentati in Palazzo Molin Vianello venerdì mattina; l’incontro con Silvana Tiani Brunelli al Polifunzionale di venerdì stesso; il calcolo dell’IMU sul sito del Comune di Latisana e i tortelli allo sclopit che vincono con lo Ial.

7° posto: Sgominate due bande

Venerdì sul Mv il comunicato dei Carabinieri di Latisana che danno conto degli arresti effettuati a carico di cittadini stranieri accusati di furto e anche distruzione di negozi (sono entrati con l’auto); potenziati i servizi a Lignano e a Latisana e nella Bassa friulana. Sul Gazz stesse notizie a firma Elena Viotto e ampio servizio sulle notizie appunto dei Carabinieri.

8° posto: Incidente

Venerdì sul Mv foto e articolo per un incidente accorso ad un 55enne di Latisanotta, che si è infilato con la sua auto sotto un camion parcheggiato, in autostrada. B.V. l’imprenditore di Latisanotta della VEMA sas. Idem sul Gazz.

9° posto: Tagliamento

Domenica sul Gazzettino Marco Corazza parla di 28 sindaci che si sono incontrati o hanno aderito all’ambizioso progetto di “Patrimonio Mondiale” per il Tagliamento. Ora partono le iniziative sotto il titolo “Le stagioni del Fiume” con una collaborazione tra Latisana e San Michele al Tagliamento.

Non Classificate

Ci sono anche le notizie-che-non-ci-sono, ovvero quello che si poteva scrivere e non si è scritto, magari perché non sono notizie o non sono degne di nota o chissacché. 

N.C. 1) Area Verde a Latisanotta

Domenica sul Mv la protesta del centro sinistra per l’area verde di Via Viola non ancora completata, dopo mesi e mesi di attesa e di lavori incompiuti

N.C. 2) Madonna

Domenica sul Gazz la notizia della restituzione di una copia della statua della chiesetta di Bevazzana da parte della Gerut alla Comunità di Bevazzana.

N.C. 3) UDC

Sabato sul Mv il titolo è forte: spaccatura. Si parla dell’abbandono dell’aula consiliare da parte di due esponenti dell’UDC (Lauricella e Cicuttin) mentre gli altri due Lizzi e Valvason sono rimasti a votare la questione all’o.d.g. Si votava l’abbassamento del numero richiesto per far funzionare il Consiglio Comunale. Anche il segretario Plozzer era con i consiglieri e contro gli assessori.

N.P. non pubblicata la notizia del suicida di Gorgo

Il Bacucco lettore

La Pagella del Bacucco. Voti con ironia ovviamente

Voto 11 oppure 9

Dipende se preferite la democrazia o il potere. Questa settimana il Consiglio Comunale ha deciso a maggioranza che per rendere valida la seduta consiliare non serve la metà più 1 dei consiglieri  (21 col Sindaco, quindi 11), ma ne bastano 9, svuotando così di peso la minoranza ed il dissenso. Mi par giusto; di questo passo ecco le prossime decisioni del Consiglio Comunale che suggeriamo: il pareggio di bilancio non è al pareggio, ma un meno 10 o 20% va bene lo stesso, è “quasi” pareggio. Le varie tasse dell’IMU, della TARSU e della TOSAP, non si applicano a metro quadrato, ma a seconda dell’altezza del capo famiglia o della estrazione geografica: se uno è alto paga di più, se è basso paga di meno; se è del nord paga di più, se del sud, di meno. Infine per le multe da autovelox: se guidi una macchina italiana paghi doppio, se guidi un’auto tedesca paghi la metà. Regole addomesticate insomma.

Voto in copia

Copia, come la copia della statua della Madonna restituita dalla Gerut a Bevazzana; l’originale, non si sa perché, se la tengono loro. Direi di fare così anche noi: si va alla Getur, si mangia e si prende un ombrellone e si paga coi soldi del Monopoli, soldi in copia insomma.

Voto 1°

1° come la prima elementare contesa tra Latisanotta e Paludo; una guerra di famiglie gestita però dai poteri forti, che sono a Roma, a Trieste e poi a Latisana, solo poi però. Quello che manca è la chiarezza e la voglia di dire esattamente le cose come stanno; prima, non dopo.

Voto 85, 80, 60, 40…boh?

La vicenda delle rette e dei costi fissi e dei buoni mensa dell’Asilo di Gorgo e Pertegada è emblematica per Latisana. Da una parte il pressapochismo dell’Amministrazione (era imbarazzante vedere cosa si dicevano tra assessori durante la famosa riunione delle lacrime) e dall’altra parte la forza delle famiglie e la ragione dei problemi concreti, esposti correttamente e democraticamente. Per fortuna c’è stato un ravvicinamento e una sorta di intesa. Meglio così. Lezione di democrazia per il futuro. Bravi tutti, a posteriori.

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “duathlon, messaggero top 5”

  1. Formentini Valerio ha detto:

    Possibile che non si riesca a fare le cose con un certo ordine? Dopo l’appello (inascoltato) lanciato da “il bacucco” per restaurare e riesporre finalmente sulla ricostruita chiesetta di Bevazzana nella colonia GeTur a Lignano la Madonnina di pietra del Pilacorte (danneggiata da vandali e mai più ricollocata), si legge ora della riconsegna, al sito orginario, di una copia di quella lignea. Ma in maniera tanto frettolosa da non poter aspettarne l’esecuzione materiale, ma di portare quella originaria solo per un giorno, per poi toglierla e riportarla a Lignano… Il tutto sotto la regia dell’assessore Canova e del presidente Cottignoli. E poi, sul sito conventuale originario, ora proprietà privata, ove verrebbe collocata tale copia (e fatta da chi?) visto che la chiesa non c’è più? In una edicoletta di nuova costruzione? Nella casa privata? Per chi è lontano da Latisana queste lacunose notizie non sono di grande conforto.,,

  2. matteo ha detto:

    In realtà sul Messaggero Veneto viene riportata la tragica notizia del suicidio, solo che non viene riportato come abitante di Latisana ma più genericamente “della Bassa” http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/06/01/news/giu-dal-viadotto-dell-a23-tragico-gesto-di-un-31enne-1.5191142

    Condoglianze alla Famiglia

  3. pirata ha detto:

    La statua misteriosa
    Cercando nella pagina di Torviscosa del Messaggero di oggi, chissà perché a Torviscosa e non sotto Latisana, ho letto della riconsegna della copia della statua della Madonna di Bevazzana a quella comunità in riva al fiume. Di una copia, non dell’originale. Bene hanno fatto a dare risalto alla restituzione il nostro sempre presente Assessore Cesare Canova e il quasi latisanese ex assessore Enrico Cottignoli. Quello che non capisco è il perché a Bevazzana una copia e l’originale alla Getur; a prescindere dal valore storico e artistico. Di chi era la statua? Di Bevazzana? Torni a Bevazzana. E’ così semplice.
    Piero Pitacco detto Piero Nici “Il Pirata”
    Per completezza di informazione, allego una interessante ricostruzione dei fatti e del contesto vedere
    http://scuolamedia.lignano.org/ipertesti/Il%20'900/miotto.htm

I commenti sono disabilitati.