elezioni, allagamenti, pertegada

Allagamenti del 2008

A leggere la delibera relativa a quell’episodio, c’è da restare stupiti; non la facciamo lunga, riassumendo così. L’8 e 9 agosto del 2008 ci fu una pioggia torrenziale che arrecò danni e allagamenti in molte case e imprese di Latisana. Da li sono seguite richiesta di contributi, erogazione degli stessi da parte della Protezione Civile, valutazione pratiche e liquidazione contributi. Qui di seguito riportiamo tre tabelle; la prima è relativa alle richieste di contributi per danni, con i danni dichiarati. Nella seconda tabella i soldi arrivati dalla Protezione civile. La terza tabella riporta i soldi dati in contributo e quelli restituiti, perché in eccesso, alla Protezione Civile; in sostanza, se capiamo bene, prima si parlava di danni per 2.500.000 euro circa e poi per contributi, per danni riconosciuti, di 181.000 euro……….. E i 2.300.000 euro che mancano ? erano in più? Idem per l’alluvione di maggio del 2007 (ricordate Paludo sotto acqua?..) Anche qui c’è una enorme differenza tra i vari conti. Andate a vedere se volete. (tabella 4)  — segue  – clicca  —tabella allagamenti 1

tabella allagamenti 2

tabella allagamenti 3

tabella allagamento 4, 2007

Il calo dell’affluenza al voto: ha votato il 50%!

Oltre ai risultati, di cui sotto, occorre a parer mio fare una valutazione sul grande calo dell’affluenza al voto, calo che si è accentuato moltissimo, ma che segna la prosecuzione di un trend iniziato anni fa e di cui non si vede la fine. Questo significa che chi ha visto, lo ha fatto col 40% sì, ma..del 50%, ovvero i suoi voti rappresentano circa il 20% dell’intera popolazione…. Cala la partecipazione, cala la voglia e cresce il disagio e anche il fastidio verso la “politica”, ed è un male, un grande male anche perché a pagarne le conseguenza, direttamente, siamo tutti noi. Trattandosi di un dato generale, ovvio che i singoli Comuni, Latisana o Lignano, ben poco possono fare, ma qualcosa possono. Non andare a votare agevola esclusivamente proprio coloro che ci hanno disgustato e indotto a non votare, e cioè la classe politica. Rintanati nei loro mondi, essi godono di questa scarsa partecipazione e francamente se ne fregano e poco o nulla fanno per invertire la tendenza. Pochi votano? Problema della gente, non dei politici e finché non avremo il 100% dei votanti che mandano a casa chi ha sbagliato e premiano chi se lo merita, sarà dura cambiare le cose. Il problema casomai è che ci sono pochissimissimi che meritano…..

I risultati elettorali in Regione e Provincia

Ovviamente stampa e tv danno tutti i dati e tutte le percentuali; a noi spettano solo alcune considerazioni e alcuni numeri locali. Iniziamo da Lignano Sabbiadoro: il paese si conferma nettamente paese di Centro Destra con Tondo al 45% e Serracchiani al 21%, insidiata addirittura dal M5Stelle, che sfiora il 18% dei voti. Questo la dice lunga sulle valutazioni fatte e da fare sulla sconfitta alle recenti elezioni comunali. Per le preferenze è inutile infierire sui singoli candidati che però, se non raggiungono nemmeno la doppia cifra, forse si sono sopravvalutati. Passando a Latisana, anche qui il centro destra si conferma prima coalizione, con Tondo al 48% (Cdx 55%) e Serracchiani al 31% (30 il Csx) e Galluccio molto basso al 15% (9% il M5S). La differenza tra i voti al candidato e quelli di lista si spiega col complesso sistema elettorale e la possibilità di fare o no due X. Buono il risultato di Bandelli, che sfiora il 4,5%. Per le preferenze bene Micaela Sette con 800 voti (ma Riccardi 200 ha pescato bene nella destra del partito), bene anche Simonin, che con 400 voti ha indubbiamente dato fastidio alla ex Sindaca. Bene Stefano Trabalza, con 400 voti circa in zona: gli hanno dato una 500 per fare un Gran Premio e se l’è cavata molto bene. Ultima annotazione: Tondo ha perso per 2.000 voti e ci sono 11.000 voti annullati; c’è da giurare che verranno valutati molto attentamente….Che altro dire: sulla stampa troverete tutti i dati e anche le analisi; possiamo chiudere con una battuta: poiché Tondo ha stravinto in Udine, Pordenone e Tolmezzo e straperso, strapersissimo a Gorizia e Trieste, gli possiamo ripetere lo slogan confezionato qualche giorno fa per Grillo….” Ciccio..no xe per barca…!” …e poi non ci vengano a dire che i triestini non vedono male i friulani…..  (  http://www.youtube.com/watch?v=Sp98w9Knt9o&list=PLEAF79CB55C604042&index=2

A Pertegada

Anche quest’anno gli ” Amici della Foghera Tal Timent” organizzano la Fortaida di Pertegada, quest’anno con un programma ancora più ricco.  Giovedì 25 Apertura chioschi enogastronomici dalle ore 11:30. Dalle 21:00 Musica e intrattenimento con l’orchestra ROGER LA VOCE DEL SOLE.  Venerdì 26 Apertura chioschi enogastronomici dalle ore 18:00. Dalle 21:00 musica e intrattenimento con il duo LEO BAND. Sabato 27 Apertura chioschi enogastronomici dalle ore 18:00 specialita’ della serata: zuppa di pesce  Alle 22:00 concerto della coverband EXES. Ogni sera potrai trovare: grigliate – frico – patate fritte – pastasciutte e frittate con prodotti di stagione.

Condividi il post!

PinIt