Emergenza A4. Ieri vertice in Prefettura

Una più stretta collaborazione tra tutti coloro che devono gestire l’emergenza traffico lungo la rete secondaria della viabilità a seguito dell’eventuale chiusura della A4 a causa di incidenti nel tratto interessato dai cantieri della terza corsia.

È quanto ha chiesto l’assessore regionale a Infrastrutture e Territorio, Mariagrazia Santoro, partecipando al vertice convocato dal prefetto di Udine, Vittorio Zappalorto, ed al quale hanno erano presenti anche i sindaci e i rappresentanti della Polizia municipale dei comuni situati lungo l’asse viario in cui hanno preso il via i lavori di edificazione della terza corsia, la Polizia stradale, i Vigili del Fuoco, Autovie Venete e Fvg Strade.

L’intento dell’incontro è stato quello di informare i presenti sulla necessità di intensificare gli sforzi delle forze dell’ordine ma anche di individuare, per ogni Comune, un referente che possa attivare le procedure di emergenza lungo la viabilità locale di propria competenza qualora si verificasse un incidente lungo la A4 con contestuale chiusura al traffico dell’autostrada.

A tal proposito, il prefetto ha già stabilito di convocare nei prossimi giorni un nuovo incontro molto più tecnico. In quell’occasione sarà definita la rete delle sentinelle ma verrà anche presentata una app studiata da Autovie Venete che consentirà a enti e amministrazioni interessate di gestire in tempo reale i percorsi alternativi.

“Come emerso dall’analisi degli incidenti avvenuti lungo il tratto della A4 interessata dai cantieri – ha detto Santoro al termine dell’incontro – i sinistri non sono dovuti dall’esecuzione dei lavori ma dal mancato rispetto del codice della strada. Tuttavia, indipendentemente dalle cause, ci dobbiamo trovare ponti per la gestione dell’emergenza che si verifica nel caso in cui il traffico si riversi sulla rete secondaria a seguito della chiusura dell’autostrada”.

“Per fare questo – ha aggiunto l’assessore – va rafforzata la collaborazione con le forze dell’ordine e polizia locale al fine di creare una rete efficiente capace di gestire in modo tempestivo le eventuali criticità. A ciò va accostato un potenziamento dell’informazione agli automobilisti per comunicare loro i percorsi alternativi da seguire”.

Santoro ha inoltre ricordato che l’aumento delle corsie consentirà ai mezzi in transito sulla A4 di scorrere in modo più fluido, riducendo quindi la possibilità di incidenti. “Accanto al cantiere partito qualche mese fa – ha evidenziato – in autunno ne verrà aperto un secondo per consentire all’intera tratta dall’autostrada di sostenere l’incremento del traffico. Tuttavia, fino al termine delle opere, vanno gestite al meglio eventuali disagi, motivo per cui è necessario compiere uno sforzo comune”.

Quanto alla app messa a punto da Autovie per far fronte alle criticità, Santoro ha proposto di inserire al suo interno anche la mappa dei cantieri presenti lungo la viabilità secondaria. “Sapere quali siano i luoghi in cui vi siano dei lavori in corso – ha detto l’assessore regionale – consentirebbe di compiere scelte più appropriate sulla deviazione del traffico, evitando di indirizzarlo verso altri colli di bottiglia”.

Fonte: notizie dalla giunta FVG

Condividi il post!

PinIt