festa dello sport e 2 giugno, pertegada, tares

Pertegada, paese delle feste

Pensavo fosse Precenicco il paese dove si fanno più feste e più grigliate, ma Pertegada lo supera. La nuova associazione La Coccinella organizza per il fine settimana 20 – 23 giugno, la Festa d’Estate. Ecco la locandina

festa d'estate

Feste e strutture

La nuova festa di Pertegada, Festa d’Estate, è resa possibile dal volontariato e dal lavoro di tanta gente, ma anche dal fatto che a Pertegada, come a Gorgo e a Latisanotta, esiste una struttura fissa per i festeggiamenti.  Nelle due frazioni a nord e sud vicino alla Chiesa, a Gorgo vicino al Campo Sportivo. Domanda: perché a Latisana no? Eppure abbiamo la Pro Capoluogo che introita generosi contributi e organizza bene grandi feste (Settembre DOC e San Martino), eppure non vi è nulla di fisso e di adatto al ripetersi di eventi. Come mai? Eppure il Parco Gaspari si presta bene, BENISSIMO, all’abbisogna. Forse mancano le persone del capoluogo attive e valide come quelle delle frazioni; manca l’identità del capoluogo.

Tares  –. segue  — clicca  —

In Comune a Latisana si stanno predisponendo i conteggi per la Tares, nuova tassa che assommerà la vecchia Tarsu (immondizie), più una parte che va allo Stato e una parte derivante dai costi di luce pubblica e manutenzione strade. Delle tre rate possibili, è più facile che quest’anno ne vengano applicate due, la prima a fine luglio e l’altra, col conguaglio, a fine anno. Si parla di conguaglio ancora perché non sono chiari i metodi di applicazione e c’è margine comunale sull’addizionale minima o massima. Dal sito cittadinanzattiva, copiamo:

Scopriamo la Tares — COS’E’  —  Dal 1° gennaio 2013 la Tares – il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi indivisibili – sostituisce sia la vecchia Tarsu che la Tia. Mentre finora il gettito è servito esclusivamente a finanziare il servizio di gestione dei rifiuti urbani, la Tares coprirà anche i costi di altri servizi (polizia locale, anagrafe, illuminazione pubblica, manutenzione del verde e delle strade).

Si va di quindi in direzione contraria a quella stabilita dalla tariffa d’igiene ambientale (Tia) applicata nei Comuni è introdotta dal decreto-Ronchi del 1997 per sostituire la tassa rifiuti (Tarsu) con un prelievo proporzionale alla quantità del servizio reso, in base al principio europeo del «chi più inquina più paga».

La Tares, prima di tutto, dovrà finanziare integralmente il costo di raccolta e smaltimento rifiuti, garantendo una copertura piena che spesso non era ancora stata raggiunta nei Comuni in cui fino a ieri si pagava la Tarsu (sono 6.700, più dell’80% del totale). Oltre a questo, con la Tares si dovranno pagare anche i «servizi indivisibili», cioè quelli che il Comune eroga a tutti (per esempio l’illuminazione delle strade o la sicurezza) senza che ci sia una «domanda individuale» (come invece avviene per l’asilo nido o il trasporto scolastico). Morale della favola: la Tares finanzierà un ventaglio di attività maggiori rispetto alla Tia o alla Tarsu, e quindi costerà di più. La sola componente dedicata ai «servizi indivisibili», che di base chiederà 30 centesimi al metro quadrato dell’immobile o dell’area occupata dal contribuente, vale secondo il Governo un miliardo all’anno (già tagliati dalla dote statale per i sindaci): i Comuni, però, possono portare la richiesta a 40 centesimi, con un aumento del 33% che sarà probabilmente piuttosto diffuso e che potrebbe portare il conto totale a 1,3 miliardi di incassi “inediti” fino al 2012. Al resto ci penserà la quota di costi del servizio di igiene urbana che fino a ieri i Comuni non sono riusciti a finanziare con la vecchia tassa.  Si stima che la spesa a carico delle famiglie subirà un aumento medio di oltre il 20% rispetto all’anno precedente.

Da Alessandro Galetto riceviamo e volentieri pubblichiamo

Buongiorno, in qualità di membro della consulta dello sport, ci tenevo ad informare che domenica 2 giugno presso lo stadio di Latisana  si terrà la festa dello sport e delle associazioni sportive in collaborazione  con la consulta del sociale e in concomitanza con la  maratonina. Dalle ore 10.00 ci saranno dimostrazioni di varie discipline sportive  eseguite dalle squadre del nostro Comune, a seguire premiazioni e riconoscimenti alle società con più di 20 anni di  storia. A concludere ci sarà la pastasciutta per i partecipanti a cura degli alpini. In caso di maltempo la manifestazione si terrà presso il palazzetto dellosport. Spero di aver fatto cosa gradita. Invio in allegato volantino dell’evento e programma della giornata. Saluti – Alessandro Galetto

disposizione società 1

disposizione società 2

disposizione società 3

disposizione società 4

orari

volantino

Dal Comune riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comune di Latisana. Una domenica speciale, dedicata allo Sport, alla Solidarietà e al Sorriso. Coinvolta tutta la città. 1/4 di Maratona “Città di Latisana”. 13. Marcia lungo il Tagliamento. “S come.. Solidarietà, Sport, Sorriso” con 200 bambini coinvolti – Domenica 2 giugno 2013. Dalle 8.30, Stadio comunale e argini del fiume Tagliamento

Una domenica tutta dedicata allo sport quella del 2 giugno prossimo a Latisana, con tre eventi che coinvolgeranno grandi e bambini, grazie al fattivo supporto del Comune, dell’Ads Athletic Club Apicilia, della Federazione Italiana Atletica Leggera, Pro Latisana,  Protezione civile, sezione Alpini Latisana, Consulta del sociale, Consulta dello sport e tanti altri sodalizi e volontari. La città sarà completamente coinvolta grazie a una proposta che offre momenti di incontro, sport, musica e divertimento.

1/4 di Maratona Città di Latisana

“I luoghi dello sport e dell’incontro di questa particolare giornata – spiegano gli assessori allo sport, Milo Geremia e alle politiche sociali, Claudio Garbuio – sono lo Stadio comunale di via Gasperi e l’area lambita dal fiume Tagliamento”. Gli eventi animano Latisana dalla prima mattinata: alle ore 9, dallo Stadio, parte “1/4 di Maratona Città di Latisana”, una manifestazione competitiva che richiamerà nella Bassa Friulana numerosi atleti della regione ma anche di altre zone dell’Italia e dei Paesi vicini. Le premiazioni si terranno sotto il tendone alle 11.15. “Si tratta di una novità assoluta nel panorama nazionale – spiega il presidente di Apicilia, Salvatore Vazzana – che darà lustro alla cittadina e al Friuli. Si percorrerà su una distanza di 10,548 metri su terreno completamente pianeggiante, su strade asfaltate e lungo gli argini del Tagliamento”.

13. Marcia lungo il Tagliamento

Alle ore 8.30, sempre dallo Stadio comunale, parte anche l’attesissima Marcia lungo il Tagliamento, una manifestazione podistica non competitiva, a passo libero, aperta a tutti, giunta nel 2013 alla sua 13 edizione. “Importante, in questo caso, anche l’aspetto della solidarietà – dice l’assessore Garbuio -. La Ads Apicilia, infatti, ha voluto abbinare alla marcia un evento benefico a sostegno del “Progetto Lorenzo” per la ricerca a lo studio delle malattie rare. Importante pure il riconoscimento, quello del “Buon Samaritano” che Apicilia assegna a un’associazione che si è distinta nel suo campo”. La 13. Marcia sul Tagliamento si snoda su due percorsi di 7 e 12 km. I ristori sul percorso sono organizzati anche dal Gruppo Mamme di Latisanotta, Moto Club Uam di Ronchis.

200 bambini in campo

“Per i bambini e i ragazzi, ma anche per i loro genitori – spiegano Giuseppe Sclosa della Consulta del sociale e Lino Ceciliot, presidente della Consulta dello sport, che hanno operato a stretto contatto per la buona riuscita dell’evento – Stadio aperto dalle 10 alle 12 di domenica per la manifestazione “S come Solidarità, Sport e Sorriso”. Nell’area di gioco divisa in quattro settori, circa 200 giovani, a turno, potranno cimentarsi in esperienze dirette e seguire le dimostrazioni di diverse discipline: tennis, pattinaggio, calcio, ciclismo, pallacanestro, pallavolo, baseball, tennis tavolo, danza, atletica leggera, grazie all’importante supporto delle associazioni sportive di Latisana. Nella stessa occasione, ai margini del campo, saranno presenti i sodalizi di volontariato della città con i loro stand informativi. L’associazione Famiglie Diabetici della Bassa Friulana, inoltre, eseguiranno gratuitamente i controlli di glicemia, pressione e colesterolo”. Largo pure alla musica con Daniele Bellotto.

Concerto in serata al Teatro Odeon

Si chiude in musica, in serata, con un concerto per la Festa della Repubblica con l’Orchestra a fiati San Paolino (Claudia Purh soprano, Flavio Sgubin direzione). L’appuntamento, promosso dall’assessorato alla cultura, a ingresso libero, con musiche di Verdi, Mascagni, Bellini, Puccini, Rossini, Ponchielli e Novaro, è per le 20.30, al Teatro Odeon, con la partecipazione dei gruppi corali di Latisanotta e di Latisana.

Condividi il post!

PinIt