Festa dello Sport, giovedì benefico, venerdì anche e Latisana ex capitale

Festa dello Sport in Piazza

Musica e tanta gioventù ieri in Piazza Indipendenza per la Festa dello Sport; sul palco davanti a Trevisan sono saliti amministratori locali, provinciali e regionali (L’Assessore allo Sport De Anna) per premiare le società sportive locali. Intermezzi musicali di qualità e coinvolgenti, brio e simpatia dei giovani al microfono e poi tanti ragazzi e ragazze premiati assieme alle società sportive.

Giovedì benefico


{jcomments on}

 

Giovedì 15 dicembre al Teatro Odeon alle 20.30, serata benefica organizzata da Lions Club Lignano e Lions Club San Michele –Bibione. La serata è destinata a raccogliere fondi per l’Associazione “Una mano per vivere”; presentati da Michele Cupitò, si esibiranno: Sdrindule, i Giovani strumentisti del Gruppo Corale Latisanese con School of Rock di Ronchis, Alessandro Cortello, tenore, accompagnato al piano da Michele Bravin ed infine The Colours of Gospel

Venerdì pure

Lamiere in Jazz; serata alla Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro;  venerdì 16 dicembre 2011 con inizio alle ore 20.00  ci sarà una Lettura tratta dal monologo “Novecento” di Alessandro Baricco, voce narrante Filippo D’Attardi. Improvvisazioni musicali di Davide Mauro al sax. Ideazione e realizzazione di Alba in Africa. Lo spettacolo dura circa 1 ora.

Latisana ex capitale

Domenica sul Gazzettino un interessante articolo di cronaca di Muzzana per un incontro organizzato dal PD e da Lorenzo Fabbro, ex sindaco di Palazzolo dello Stella. Tema della riunione, lo riportiamo citandolo.” … Un nuovo modello di sviluppo sostenibile che parta dalla identità e dalle vocazioni del territorio….. Fabbro vede nella gestione associata di servizi amministrativi il vero futuro di progresso territoriale. E va anche oltre formulando un’ipotesi di pianificazione strategica e strutturale di area vasta che abbia nel fiume Stella e nei boschi planiziali il massimo elemento identitario. In pratica prospetta una “fusione” fra i Comuni di Rivignano, Teor, Pocenia, Palazzolo, Precenicco, Muzzana, che rappresentano un bacino demografico di 16mila abitanti, per cui diventerebbe più concreta la possibilità di agire sul e per il territorio, avvalendosi con maggiore incisività degli strumenti di sviluppo previsti dalle Istituzioni italiane e dall’Unione Europea……  Una proposta, quella di unire i Comuni, che gioco forza segnerà il futuro prossimo, quando se non la ragione e l’intelligenza, sarà la legge a costringere comuni di 1500-2000 abitanti ad unirsi per concentrare i servizi ed abbattere i costi. Il fatto triste è che Latisana non sia attore principale di questi processi e il nostro paese appare isolato sia rispetto a questa iniziativa, sia rispetto a quella della collaborazione tra Lignano e Bibione sognata da molti.

Condividi il post!

PinIt