GALIZIO: “Micaela Sette non giochi allo scaricabarile”

“Il consigliere Micaela Sette non perde occasione di vantarsi delle mirabolanti azioni della sua amministrazione.  (leggi qui il suo articolo)” queste le parole del sindaco Daniele Galizio che potete leggere sul suo profilo Facebook.

“Non mi sarei mai aspettato che una persona della sua esperienza potesse confondere quello che è l’iter urbanistico e ciò che invece è un progetto edilizio. Per chiarezza nei confronti dei latisanesi, ribadisco che non esiste agli atti nessun progetto di cosa si vuole realizzare, ma solo la destinazione urbanistica.

Non volendo dilungarmi oltre su aspetti tecnici, “mi sembra quantomeno azzardato vantarsi di una azione per la quale, le amministrazioni Sette Benigno, hanno impiegato 15 anni. In 15 anni il mondo è cambiato, altre aree come Portogruaro, Palmanova e Villesse, con tempi decisamente più rapidi, hanno previsto le aree commerciali oggi esistenti.

Ancor più sconcertante è leggere che il problema della viabilità è già risolto quando invece il proponente dovrà ottenere l’ok dal Ministero o l’inesattezza delle cifre riportate, per le quali invito la Sette a leggersi la modifica della convenzione da lei votata nell’ultimo Consiglio comunale della passata amministrazione con la quale l’importo per la realizzazione del parcheggio nell’area dell’intermodale è notevolmente ridotto da circa € 300.000 a € 150.000, mentre il progetto per l’analisi delle ripercussione sulle attività commerciali del centro storico ed il piano per la realizzazione del centro commerciale naturale, del costo previsto di circa € 60.000, si è ridotto ad un contributo una tantum alle spese di € 20.000. 

Riduzioni queste che penalizzano le azioni che le amministrazioni Sette Benigno avevano promesso, all’allora presidente dei commercianti Antonio Bonelli, per mitigare l’impatto che il centro commerciale avrebbe avuto sul commercio del centro storico.

Non posso che ribadire il mio convincimento sull’inefficienza delle amministrazione Sette-Benigno, che non hanno saputo dare una visione ed un futuro chiaro al nostro Comune.

Bene farebbero ad essere meno supponenti e ad approcciare in modo costruttivo per il bene di Latisana e per il futuro del nostro territorio facendosi carico delle proprie responsabilità, anziché attaccare pretestuosamente l’attuale amministrazione per nascondere quelle che sono invece le proprie colpe, come per altre questioni, anche su questa vicenda.”

Condividi il post!

PinIt