Giovanardi, Saro e Pericolo: serata di politica a Latisana

In attesa dei vari PdL….

Sabato sera alle 18.30 presso la Pizzeria Esperia, il consigliere comunale di Latisana Giuliano Pericolo, nella sua qualità di referente regionale dei Popolari Liberali del PdL, organizza un incontro dibattito alla presenza del Vice Ministro per le politiche familiari Carlo Giovanardi, leader della sua corrente, e alla presenza dell’Onorevole Ferruccio Saro, uomo sempre attento alle evoluzioni della politica sia in ambito nazionale che locale. La serata, su invito ad amici e simpatizzanti, avviene proprio nel periodo di massima fibrillazione  a livello politico nazionale ed è ovvio che sarà questo l’argomento principale della riunione, ma non solo:     (leggi tutto)

 

 

le ormai imminenti elezioni amministrative di Latisana, primavera 2011, saranno un banco di prova per il partito del PdL che raggruppa diverse componenti, le quali ambiscono giustamente ad avere maggiore rappresentatività e visibilità. E’ noto che la posizione di Pericolo, a Latisana, è sempre stata coerente con il mandato degli elettori, elettori di centro destra, ma con una sensibilità cristiana e sociale che si sposa, per esempio con il volontariato e il sostegno alle iniziative benefiche. In prospettiva per le amministrative del 2011, Pericolo stasera si confronterà con i due esponenti nazionali proprio per ricavare nuova spinta e motivazioni alla sua azione amministrativa, che ha avuto qualche momento di discrasia con le scelte fatte dalla giunta guidata dalla Sindaca Micaela Sette. E’ nota la battaglia dell’esponente locale dei Popolari per l’istituzione della figura del Presidente del Consiglio Comunale e sono altrettanto note le sue posizioni rispetto all’utilizzo dei Lasciti Samuele e Toniatti: Pericolo rivendica maggiore collegialità  e coinvolgimento nelle scelte, un po’ come fa sempre sullo stesso versante politico, il PdL 2 che si trova invece spesso a vedersi calate dall’alto le decisioni prese dai soliti esponenti del direttivo. Giovanardi, in Regione per un tour che lo ha portato in varie località, ha aderito con piacere all’invito pervenuto da Latisana ed anche Saro, da sempre vicino a molti rappresentanti del centro destra (si ricorderà la “cacciata” di Ferruccio Casasola dalla giunta proprio per aver corso alle elezioni nella lista di Ferruccio Saro) avranno modo di ascoltare le doglianze latisanesi e di portare avanti le istanza di collegialità e democrazia interna da molti auspicate e richieste. La riunione latisanese servirà anche per preparare la Convention nazionale dei Popolari Liberali del centro destra, che raggruppa anche altre anime ex democristiane, in programmazione a Salerno nelle giornate del 19, 20 e 1 di questo mese. Già che siamo in ambito politico, occorre sottolineare come la “destra” e la “sinistra” a Latisana siano praticamente silenziose e non si capisce bene il ruolo delle persone in chiave elettorale. Aspettiamo segnali, per esempio, dal vice sindaco decennale Cesare Canova, sempre molto parco di dichiarazioni, e da Ernesto De Marchi che ci dirà, prima o poi, chi è il candidato del PD.

Condividi il post!

PinIt