Giovedì: Due commenti su Gorgo e musica; Lidl; azzardo bandito a Marano; Paperopoli; Festa di Natale dei pensionati; piccoli palchi a teatro; si inaugura fisiatria; Consulta del Sociale a Latisana; Punto Nascita, Pustetto e Ussai

Dai comenti: Gorgo:

Caro Bacucco mi puoi spiegare come mai la scuola dell’infanzia di Gorgo è sempre ultima nella lista delle scuole dell’ istituto comprensivo? Non era logico inserire prima le scuole dell’infanzia, poi le scuole primarie e x ultima la scuola secondaria? Volevo segnalare inoltre che alla scuola di Gorgo manca il collegamento dati ( credo manchi solo a loro in tutto il Comune).

n.d.b. …..impossibile spiegare i ragionamenti fatti in certi luoghi…. Bisogna solo aver pazienza e votare bene.

Dai commenti, Musica:

ARTISTI DI STRADA

Durante il mercato odierno un artista di strada stava suonando brani di musica leggera con un saxofono; ho sentito un passaggio di Besame Mucho interpretato con una certa maestria, subito interrotto da una pattuglia della Polizia Municipale, che probabilmente stava applicando un’ordinanza sindacale (del Sindaco, non della CGIL).

Mi chiedo che fastidio ai cittadini potesse dare questa persona, soprattutto se l’amministrazione ha già organizzato manifestazioni per gli artisti di strada.

Peraltro artisti di questo tipo si possono incontrare nelle vie e nelle metropolitane di Roma, Londra, Madrid, financo Mosca, spesso si tratta di persone diplomate al conservatorio che, in attesa di tempi migliori, tentano di sbarcare il lunario.

Ma a Latisana no, non sono desiderati, disturbano l’udito dei cittadini che fra qualche giorno saranno invece costretti (in centro storico) ad ascoltare in modo ossessivo e continuativo la solita nenia di Stille Nacht per un mese intero.

Certamente si tratta di una piccola cosa rispetto ai gravosi problemi socio-economici dei nostri cittadini, ma, come soleva dire l’indimenticabile Totò, “è la somma che fa il totale”.

n.d.b.: io ho sentito “La vie en rose”, probabile omaggio al dramma parigino; certo che questi sovversivi armati di trombone danno fastidio a qualcuno ….. Poi se le multe per i ticket scaduti a Latisana costano tre volte che a Trieste, poi se ci sono persone che sostano fuori dai supermercati o nei parcheggi e chiedono soldi, poi se fanno delle strisce pedonali che portano dentro un fosso…non importa… né a loro né all’Assessore né tantomeno al Sindaco. Vai di mazurca!

Si inaugura fisiatria

Mancano pochi giorni e poi ci sarà una sfilata di politici all’inaugurazione del rinnovato reparto di fisiatria, al terzo piano dell’Ospedale di Latisana, a fianco di quel reparto chiuso di maternità che grida vendetta e che, ancora chiuso, non appare in nessun modo capibile per le persone “ normali”. Poi certamente le persone “ speciali” ovvero i politici sapranno rendere quadrato un cerchio e bollente il ghiaccio, sono maestri nel dirci cose del genere e nello spiegare un reparto nuovo chiuso.

Consulta del sociale

dom 22 nov

Salve. Sono Sandra Piazza, la Presidente della Consulta del Sociale di Latisana. Se è possibile le chiedo di dare visibilità al Forum della Consulta del Sociale di Latisana che si terrà il 22 novembre dalle 17 presso il Polifunzionale di Latisana.

In questa manifestazione si presenteranno le principali attività di volontariato sociale svolte questo anno, si devolverà la cifra raccolta nella giornata del volontariato effettuata il 2 giugno ( i soldi saranno donati al Progetto Lorenzo e sarà presente anche il dottor Tommasini, del Burlo, responsabile del progetto) , si farà conoscere il nuovo servizio del CSV. Inoltre ci saranno anche alcuni membri dell’orchestra a fiati S. Paolino d’Aquileia, che, oltre ad allietarci con alcuni brani, daranno anche loro il ricavato della manifestazione musicale effettuato sempre il 2 giugno. I volantini sono in giro per tutto il Comune e alla fine ci sarà un piccolo rinfresco. Sottolineo che la giornata del 2 giugno è avvenuta con la collaborazione della Consulta dello Sport. Grazie mille per la preziosa collaborazione. – Sandra Piazza

Piccoli Palchi a teatro

piccoli parlchi

Lidl

Sul Messaggero di mercoledì il furto con destrezza di una borsa nel carrello della spesa di una 54enne di Latisana. La settimana scorsa presso quel punto vendita, c’era una offerta di telecamere adatte alla sorveglianza. C’è da sperare che anche la Lidl sia dotata di un impianto interno e si possa facilmente risalire al ladro.

Azzardo Bandito a Marano Lagunare

azzardo bandito

Sabato 21 Novembre, saremmo presenti insieme alle associazioni ArtPort e Menti Libere per la manifestazione AZZARDO BANDITO, presso la Pescheria Vecchia di Marano Lagunare! Dalle 17.30, una giornata per dire NO al GIOCO D’AZZARDO!! Si esibiranno per voi: EVERY MONDAY, RAM, PET & SONS e tanto altro! Forniti chioschi gastronomici!

.. e a Paperopoli, che si dice?

Finalmente si parla di turismo a Latisana. Latisana città del benessere, anche grazie alla “Tisana di Latisana” ….. abbiamo anche lo sponsor…..

tisana-kelemata-regolarità-20-cpr

Festa di Natale

natale consiglio pensionati

Punto Nascita.

Pustetto (SEL)

Stefano-Pustetto- (SEL)      (AGENPARL)- Trieste 18 nov 2015 – Il 16 settembre scorso, la III Commissione consiliare ha audito il sindaco di Palmanova, quello di Latisana e i rappresentanti dei firmatari della petizione n. 20 “Per la tutela del Punto nascita e del reparto di pediatria dell’ospedale di Latisana” in merito al problema della prevista chiusura di quel Punto nascita piuttosto che di quello della città pentastellata.

A ricordare quell’evento è il consigliere regionale Stefano Pustetto (Sel), che due mesi dopo fa una denuncia: “Nell’occasione il sindaco Martines, tra le varie cose, ha informato i commissari dell’esistenza di un documento firmato da alcuni primari, tra cui il responsabile di ostetricia-ginecologia, che attestava la non sicurezza del punto nascita di Latisana.

“Considerato che ero a conoscenza di un documento di tenore completamente opposto e che anche gli altri due interventi, del sindaco Benigno e di Renata Zago, avevano sollecitato numerose domande, ho formalizzato la richiesta di audire il direttore generale dell’Azienda sanitaria n. 2, Pilati.

“Ieri (martedì 17 novembre) l’ufficio di presidenza della III Commissione, a maggioranza e con motivazioni risibili, ha negato la convocazione del direttore generale, l’unico titolato a rispondere ai vari quesiti tecnici che le audizioni avevano fatto emergere.”

Pustetto rende noto che, in ogni caso, ha già chiesto un incontro al direttore Pilati “per porgli quelle domande che avrei fatto nella Commissione di merito e che qui elenco brevemente: stante che esistono due documenti che affermano cose del tutto contrastanti, a suo giudizio il Punto nascita di Latisana è o non è sicuro? Corrisponde al vero che le sale di ostetrica-ginecologia di Palmanova non sono a norma? Quale il trend delle nascite nei due poli al 30 ottobre 2015 (dopo la chiusura del punto nascita di Gorizia e quello più recente di Portogruaro)? Corrisponde al vero che nella sede di Latisana vi sono grossi problemi a coprire i turni in pediatria? Quali i numeri di ricoveri e prestazioni ambulatoriali nelle due pediatrie? I responsabili dei vari dipartimenti hanno garantito che la chiusura del punto nascita di Latisana non comprometterebbe la sicurezza della partoriente e del nascituro nelle urgenze ostetriche (placenta previa in primis)?”

Sono convinto – conclude l’esponente di centrosinistra – che tutti i componenti della III commissione erano interessati alle riposte del direttore generale dell’Aas 2 in modo che le conseguenti scelte politiche potessero essere le più ponderate ed informate possibili. Ma questo diniego, peraltro unico nella storia delle Commissioni, pone un’altra domanda: perché tanta paura per quanto poteva dire Pilati? Non è che la politica voleva avere le mani libere a prescindere dalle risposte tecniche?

Ussai

La portavoce alla Camera Giulia Grillo ha condiviso la nostra lotta per il mantenimento del punto nascita di Latisana

18 novembre 2015 – Scritto da Andrea Ussai – 18 Novembre 2015

Per la prima volta un parlamentare ha potuto conoscere di persona la situazione. Giulia Grillo, dopo aver incontrato il Comitato Nascere a Latisana, parlato con gli attivisti locali del M5S e studiato le carte, ha potuto constatare, infatti, come sia molto alto il rischio che la politica regionale (Serracchiani e Telesca) non tenga nella giusta considerazione le esigenze di un territorio vasto come quello della Bassa Friulana. Il Punto nascita di Latisana si trova in una posizione strategica dal punto di vista geografico. Chi chiuderà questa struttura finirà per arrecare un grave danno anche a Lignano, una delle località turistiche più importanti del Friuli Venezia Giulia. Senza dimenticare i cittadini che saranno costretti a raddoppiare il tragitto per raggiungere il punto nascita o il reparto di pediatria più vicino.

Giulia Grillo – ricordiamo -, componente della Commissione affari sociali e sanità della Camera dei deputati, visitando la struttura di Latisana è rimasta allibita dal fatto che un reparto pediatrico nuovo, che ha ottenuto finanziamenti per diversi milioni di euro e assolutamente pronto per essere utilizzato non sia stato ancora reso operativo.

La portavoce del M5S si è presa infine l’impegno di fare pressione sulla giunta Serracchiani affinché renda noti i dati riguardanti i parti del trimestre successivo alla chiusura del punto nascita di Portogruaro (trimestre agosto-ottobre). Dati più volte richiesti dal portavoce del M5S in Consiglio regionale Andrea Ussai ma che l’esecutivo regionale, per qualche sconosciuto motivo, si tiene ancora nel cassetto!

FONTE : FVG 5 Stelle

Condividi il post!

PinIt