Giovedì: Turismo; veicoli storici; Via dei Sapori; Canta Junior; Musica a Marano Lagunare; Lei e Lui;

Canta Junior

Su www.lignano-sabbiadoro.it

Turismo

Siamo al 25 giugno e, salvo una settimana a cavallo del 2 giugno, la stagione turistica di Lignano Sabbiadoro deve ancora decollare e, tra due mesi, sarà già finita o quasi. Sicuramente ha ragione quella nostra lettrice che dice che ormai il turismo non mantiene più le famiglie, ovvero il turismo inteso come luogo di lavoro stagionale perché almeno titolari e artigiani in proprio dovrebbero ancora farcela. Alla luce di questo qui e parallelamente sul sito gemello www.lignano-sabbiadoro.it lanciamo la proposta di una tavola rotonda sul turismo dei prossimi 30 anni, che sia non solo turismo di Lignano, ma del sistema Bassa friulana, o UTI come adesso si dice. Se non capiamo bene dove possiamo (dobbiamo) andare non faremo gli interessi dei nostri figli e nipoti. Anche qui faccio la domanda che pongo a Lignano: prima di sedervi attorno al tavolo per discutere, chiedetevi voi benestanti della zona dove siete andati in ferie negli ultimi dieci anni, poi discutiamo.

Veicoli Storici

Gli amatori del Circolo Veicoli Storici di Latisana saranno a Castelmonte domenica 28 per la tradizionale benedizione delle due e quattro ruote.

Lei e Lui, venerdì 26 giugno, 20.30 Polifunzionale

PRESENTAZIONE – L’e-book “Lei e Lui. Educare alle differenze e al rispetto della diversità” nasce da un doppio percorso intrapreso in quest’anno scolastico ed ha una duplice valenza: è il prodotto finale di un corso di formazione e lo strumento di veicolazione dei contenuti di un progetto regionale.

Il primo percorso, sviluppato tra novembre e marzo, presso il l’ISIS “Mattei” di Latisana, sotto la guida del professor Giuseppe Lucilli, ha riguardato un progetto innovativo, rivolto ai docenti di ogni ordine e grado, attraverso le scuole della rete. Lo scopo era quello di fornire ai partecipanti gli strumenti per la realizzazione di un libro digitale contenente testi, immagini, risorse audio e video, microprogettazioni, schemi, sommari, glossari, grafici e mappe, registrazione di lezioni, di laboratori didattici, di lavori di gruppo, di conversazioni, di situazioni didattiche. Il tutto su piattaforma Apple.

Il progetto ha assolto al convincimento che la scuola debba agire anche attraverso azioni didattiche educative che passino attraverso l’innovazione, la formazione dei docenti, l’attivazione di laboratori con gli studenti e lo svolgimento di attività didattiche educative in ambiente scolastico ed extrascolastico.

Il secondo percorso, che rappresenta il contenuto del nostro e-book, è legato ad un progetto regionale.

Eravamo indecise! Avremmo potuto trattare qualsiasi argomento: storico, letterario, geografico, linguistico … tuttavia ci è parso urgente riflettere sulle differenze di genere, anche in continuità con quanto approfondito lo scorso anno scolastico sui temi della violenza sulle donne e sulla geografia dell’istruzione femminile.

Per noi la scuola è un luogo di primaria importanza nella formazione dell’identità dei ragazzi, visti non solo come studenti, ma anche come persone.

Nel solco della Costituzione, l’uguaglianza dei diritti, le pari opportunità tra uomo e donna, la valorizzazione delle differenze sono quindi i temi fondamentali di tutto il “fare scuola”, ancor prima della realizzazione dei vari percorsi disciplinari.

Il nostro interesse nei confronti di queste tematiche non è solo dettato da una preoccupazione scolastica, ma riflette anche i cambiamenti della società contemporanea; in essa i ruoli di genere non appaiono più statici e stereotipati, ma flessibili e legati a nuove dinamiche familiari che vedono, ad esempio, la donna impegnata fuori casa o l’uomo che si prende cura dei figli e dell’ambiente domestico.

Tale cambiamento sociale scardina i modelli familiari del passato, creando un disorientamento che, in molti casi, sfocia in violenze domestiche, rivolte perlopiù verso le donne.

Nell’immaginario collettivo, da sempre, gli uomini hanno il compito di proteggere e controllare la donna fino a ritenerla un oggetto personale. Quando invece essa afferma la propria identità, indipendentemente da quella del compagno, scardina il modello codificato, innescando, spesso, un meccanismo violento con il quale l’uomo si riappropria della “propria” donna: viva o morta (179 femminicidi nel 2013, una donna uccisa ogni due giorni).

Ecco perché la scuola riveste un ruolo centrale nella formazione dei futuri uomini e delle future donne: fin dai primi anni di scolarizzazione è necessario lavorare per superare gli stereotipi di genere, facendo acquisire ai bambini e ai ragazzi la consapevolezza della propria diversità in un’ottica di valorizzazione nel rispetto reciproco.

Uomini e donne sono diversi, e questa diversità è il motore della vita, ma essi devono godere degli stessi diritti e delle medesime opportunità di vita.

Ci piace concludere con le parole di Lutvie, una nostra alunna, che recitano: “Io credo che maschi e femmine siano diversi, ma questo non comporta che uno dei due abbia meno diritti o che non sia all’altezza dell’altro ”.

Denise Della Bianca – Germana De Bona

Musica a Marano Lagunare

Aperitivo, cena e concerto! La musica incontra l’enogastronomia locale al JO live a Marano Lagunare in via Udine 7. Dopo il successo dell’inaugurazione il 19 giugno, un nuovo appuntamento aprirà le porte del JO live, lo spazio per giovani e appassionati di musica dal format innovativo: aperitivo con concerto a ingresso libero dalle 18 e cena con musica dalle 20 su prenotazione.

Il prossimo importante evento, è venerdì 26 giugno con Umberto Maria Giardini, noto cantautore bolognese di adozione, tra i musicisti più dotati di personalità della scena musicale italiana passata e presente. Conosciuto come Moltheni, ha collaborato i Tre Allegri Ragazzi Morti e cantautori come Franco Battiato, Alberto Ferrari e Luca Ferrari dei Verdena, Carmelo Pipitone dei Marta sui Tubi, Vasco Brondi e molti altri. Successivamente, si trasferisce alla batteria e fonda il gruppo post-rock dei Pineda.

Il JO live di Marano Lagunare è il nuovo spazio dove poter ascoltare musica dal vivo attraverso eventi e concerti, un luogo per gli appassionati dove poter scoprire sia talenti locali, sia artisti internazionali. Il tutto accompagnato dalla buona cucina e dall’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia.

Prossimo appuntamento sabato 27 giugno con Scimmia Nuda Summer Combos, sempre con aperitivo alle 18 e cena alle 20, in attesa di un fitto calendario di appuntamenti a luglio per un’estate all’insegna del gusto e della musica. Prenotazioni per la cena a menù fisso con concerto allo 0431.640259. Info sulla pagina facebook JO live.

Tour 2015 dei Solisti Del Gusto di Friuli Venezia Giulia Via Dei Sapori

FVG Via dei sapori - Dinner Show 1r

A Villa Parco della Vittoria una serata interamente dedicata alle eccellenze enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia

Parte da Roma il gustoso tour del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, da 15 anni portabandiera delle eccellenze enogastronomiche della regione. Un gruppo composto da ben 57 aziende top-quality: 20 ristoratori, 21 tra vignaioli e distillatori e 16 artigiani del gusto, ovvero piccoli e grandi produttori agroalimentari di livello assoluto, uniti attorno ad uno stesso progetto: la valorizzazione del territorio del Friuli Venezia Giulia.

Un vero e proprio polo dell’alta qualità friulana, rappresentante di un territorio ricco anche di grandi suggestioni storico-paesaggistiche, le cui produzioni recepiscono dal prezioso e variegato patrimonio ambientale e culturale che le circonda caratteristiche eccelse ed esclusive.

Il Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori è pioniere del format, oggi in gran voga, che vede i grandi chef dare nuova forma e risalto ai prodotti del territorio, veicolando così tutti i saperi e i sapori della regione. Durante i “Concerti del Gusto”, in luoghi sempre di grande fascino, viene messo in tavola quanto di meglio offre l’estremo Nord Est della Penisola. Un entusiasmante percorso a tappe firmato dagli chef dei 20 ristoranti del gruppo, che nelle proprie postazioni cucinano, in diretta per il pubblico, inediti piatti ad alto tasso di bontà e creatività. A proporre l’abbinamento cibo-vino perfetto, i vignaioli di alcune delle migliori aziende vitivinicole friulane, realtà di rilievo internazionale e rappresentanti dell’enologia italiana nel mondo. L’ouverture del dinner show, così come i dolci, i gelati, il caffè e i distillati, è affidata agli artigiani del gusto, che completano la “sinfonia” del Consorzio.

“Tramite le nostre iniziative desideriamo promuovere le tipicità e le eccellenze di un territorio unico nel suo genere – afferma Walter Filiputti, Presidente del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori – Le diversità ambientali della nostra terra, unite alla sapienza di chi da sempre la abita, hanno dato vita a molteplici realtà che meritano di essere conosciute. Dal 2000 il Consorzio opera in questo senso, valorizzando, soprattutto attraverso l’alta cucina, il lavoro svolto da chi produce, vignaioli e artigiani del gusto, cercando così di attrarre un turismo consapevole e sostenibile. Un format, il nostro, talmente riuscito da essere diventato un caso di studio presso la Bocconi”.

Dopo la presentazione in grande stile nella Capitale – rivolta ai soli operatori e alla stampa, con una selezione di chef e produttori a rappresentare l’intero team, avvenuta il 22 giugno a Villa Parco della Vittoria – sono previsti gli altri gustosi incontri in Friuli Venezia Giulia – tutti aperti al pubblico. Si incomincia con Gemona (Ud), il 30 giugno; quindi il “classico” e più celebre evento: sulla diga di Grado (28 luglio), guardando il mare. Seguirà Portopiccolo di Sistiana, sulla spiaggia, l’1 settembre. Il 24 ottobre, grandi cibi accompagnati da 40 grandi vignaioli friulani, italiani e stranieri, nella magia delle vigne e della cantina Jermann a Ruttars. Per chiudere, “Grado Dolce Grado”, l’appuntamento del 21 e 22 novembre, nell’omonima cittadina in provincia di Gorizia, interamente dedicato all’arte dolciaria, dove sarà possibile degustare i capolavori di grandi pasticceri, panificatori e cake designer di scuola Mitteleuropea.

Per chi infine è interessato a visitare in loco le bellezze e le squisitezze della regione, il Consorzio FVG Via dei Sapori, in collaborazione con Cividin Viaggi-Progetto CivadoItaly, organizza il TastyBus & TastyTravels: un’innovativa proposta di itinerari enogastronomici a bordo di lussuosi bus forniti di tutti i confort. Gastro-escursioni con visite guidate e degustazioni nelle migliori aziende agroalimentari friulane per scoprire gli angoli più golosi di una terra da assaporare in tutte le sue forme.

Gli itinerari dei TastyBus & TastyTravels sono prenotabili on line, sulla sezione dedicata del sito www.civadoitaly.com.

Per scoprire tutte le date della stagione 2015 dei Concerti dei Solisti del Gusto consultare il sito internet www.friuliviadeisapori.it.

Informazioni : Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori

FRIULI VENEZIA GIULIA VIA DEI SAPORI www.friuliviadeisapori.it

I Ristoranti: Al Bagatto di Trieste, Al Gallo di Pordenone, Al Grop di Tavagnacco, Al Lido di Muggia, Al Paradiso di Paradiso, Al Ponte di Gradisca d’Isonzo, All’Androna di Grado, Campiello di S. Giovanni al Natisone, Carnia di Venzone, Costantini di Tarcento, Da Nando di Mortegliano, Da Toni di Gradiscutta, Ilija Tarvisio, Là di Moret di Udine, La Primula di S. Quirino, La Subida di Cormòns, La Taverna di Colloredo di M.Albano, Lokanda Devetak di San Michele del Carso, Sale e Pepe di Stregna, Vitello d’Oro di Udine.

Al percorso gastronomico di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori si affiancano anche vignaioli e distillerie, eccellenze nel settore agroalimentare e artigiani del gusto: insieme, il gruppo è il portabandiera di quanto di meglio offre a tavola il Friuli Venezia Giulia.

I vignaioli e i distillatori eccellenti: Castello di Buttrio, Castello di Spessa, Di Lenardo, Edi Keber, Ermacora, Eugenio Collavini, Forchir, Jermann, La Viarte, Le Monde, Livio Felluga, Livon, Marco Felluga, Petrussa, Ronco delle Betulle, Sirch, Venica&Venica, Villa Parens, Vistorta, Zidarich, Nonino Distillatori in Friuli dal 1897.

Le eccellenze dell’agroalimentare e dintorni: l’Aceto di Sirk; i salumi d’oca e i prodotti di Jolanda de Colò di Palmanova; il prosciutto al cartoccio di Dentesano; il prosciutto crudo di San Daniele di DOK Dall’Ava; le golosità a base di trota di FriulTrota di San Daniele; il Montasio del Consorzio per la tutela del formaggio Montasio; i formaggi e gli altri prodotti delle Latterie Friulane di Campoformido; i tartufi di Muzzana Amatori Tartufi; i pani de Il Forno di Tarcento; i dolci della Pasticceria Simeoni di Udine; la Gelateria Scian di Cordenons; la Gubana Maria Vittoria di Dall’Ava Bakery; le farine e il baccalà del Mulino Zoratto di Codroipo; il caffè di Oro Caffè di Udine. E ancora, Lis Lavanderia per tovaglie di qualità, Agenzia viaggi Cividin di Trieste.

Con la collaborazione di: Camera di Commercio di Udine

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “Giovedì: Turismo; veicoli storici; Via dei Sapori; Canta Junior; Musica a Marano Lagunare; Lei e Lui;”

  1. valerio ha detto:

    Bacuco: speravo in una cronaca dela festa de san Giovani per noialtri emigranti…Te xe ancora in tempo a farla doman!

I commenti sono disabilitati.