Gli argomenti di oggi: Paperopoli; San Paolino a Forni di Sopra; Latisana turistica, 2 volte; elettorale; Battesimi & Foto; ambiente e commercio; mobilità tra Latisana e Lignano; Lignano e Bicicletta; Punto Nascita; Bandiera Blu alle darsene; deceduto Codotto

Latisana turistica; riceviamo e pubblichiamo

Comunicato stampa del Circolo Pd e del gruppo consiliare del Centro Sinistra. Siamo lieti di constatare, con due articoli in due giorni, una svolta nella politica di sviluppo locale da parte del centro destra latisanese, che in poco tempo (cosa di per sé sospetta) sembra far propri temi cari al centro sinistra e non solo. Si manifesta sensibilità per un “Turismo di tipo naturalistico, ricreativo, enogastronomico” (Messaggero dell’11 maggio), e addirittura il sindaco Benigno (Messaggero del 13 maggio) lancia un “Piano per attirare il turismo”, con previsti itinerari ciclo-pedonali e area da adibire a campeggio. “Sosteniamo lo sviluppo eco-sostenibile del nostro territorio (sic!)”, sembra dirci il centro destra latisanese. Purché Latisana venga riconosciuto come “Comune turistico”. Lingua lunga e memoria corta.  Si tratta di obiettivi condivisibili ma, onestamente, poco credibili da parte di questa amministrazione. Sembrano previsioni copiate dal programma elettorale con il quale il “Centrosinistra per Latisana” si è presentato alla scorsa competizione elettorale. Il PdL, infatti, ha sempre proposto altro! Turismo fatto di imponenti ed evanescenti programmi privati, che si sono sgonfiati e pian piano dimenticati una volta scaduta la campagna elettorale, tipo Myriapora, il Golf con annessa darsena e potremmo proseguire. Programmi così “concreti” per i quali la stessa amministrazione di centro destra ha avviato procedimenti di revoca, con gli annessi costi amministrativi.   Il punto vero è questo: ottenere il riconoscimento di Comune turistico evoca programmi tutt’altro che a consumo di suolo zero o “ecosostenibili”. Approfittare di questa “opportunità” significherebbe semplicemente un 5% in più di volumetria, cosa che può pagare in termini di interessi elettorali per sbandierare l’ennesima favola turistico-urbanistica fatta di grandi impegni privati, poi magari irrealizzabili “per cause di forza maggiore”. È opportuno ricordare al Sindaco che lo sviluppo turistico e locale di tipo naturalistico ed ecosostenibile può essere realizzato oggi senza alcun tipo di riconoscimento regionale: è sufficiente una diversa sensibilità amministrativa e progettuale. Quella sensibilità che questa amministrazione e il centro destra latisanese non ha dimostrato in passato con la sua politica urbanistica, fatta prevalentemente di nuove costruzioni e poco altro (oggi peraltro invendute e sfitte). Per non parlare del “rispetto” e della “valorizzazione” del patrimonio storico territoriale dimostrata a proposito delle case costruite dentro il perimetro del Tempio.   Non vogliamo di certo frenare lo sviluppo turistico di Latisana, ma come Circolo PD e Centro Sinistra riteniamo che debba essere l’amministrazione comunale a guidarlo, attraverso idee e lungimiranza progettuale e proposte serie di “riqualificazione” dell’esistente, utilizzando le volumetrie previste di per sé già consistenti.

Latisana: non solo Aprilia Marittima

Lo sapevate che abbiamo anche due spiagge a Latisana? Questo e altro nella documentazione inoltrata da Latisana alla Regione per ottenere lo status di Comune Turistico; nelle carte che riproduciamo sono evidenziati i punti di interesse (..guardate bene…) a supporto della delibera che  riassumiamo qui sotto.

latisana_turistica_1,_spiaggia_e_belvederelatisana turistica 2

latisana turistica 3

latisana_turistica_4

latisana turistica 5

latisana turistica 6

latisana turistica 7

testo delibera 1

testo delibera 2

testo delibera 3

testo delibera 4

testo delibera 5

testo ricettività

Bandiera Blu alle darsene

Vedi  www.lignano-sabbiadoro.it

Lignano e bicicletta e shopping, vedi  www.lignano-sabbiadoro.it

Punto Nascita

Il solitamente ben informato blog satirico e di informazione www.portogruaro.veneto.it annuncia oggi mercoledì che la Commissione di tecnici incaricata dai Comuni del Veneto Orientale di individuare la sede migliore per il futuro Ospedale Unico, avrebbe fatto la sua scelta, che consisterebbe nel potenziare e allargare e, in parte, rifare la sede Ospedaliera di San Donà di Piave. La scelta di San Donà andrebbe a penalizzare naturalmente Portogruaro, declassato a poco più di Poliambulatorio e accrescerebbe la già notevole trasmigrazione sanitaria verso Pordenone e verso Latisana. La notizia, se confermata, porta nuova legna in cascina a Latisana, che ha altri e nuovi argomenti da far pesare a livello regionale per la scelta tra Palmanova e Latisana. Con l’Ospedale Unico a San Donà di Piave, Latisana, tra qualche anno, avrebbe una fortissima utenza dal Veneto, con benefici a livello numerico ed economico. Speriamo che da Latisana il messaggio arrivi forte e chiaro alla Serracchiani. Nel blog si legge anche dei risvolti politici della vicenda: molte giuste di Centro Destra potrebbero cambiare colore per andare verso il Centro Sinistra o il M5Stelle, entrambi poco favorevoli all’Ospedale Unico a San Donà. E a Latisana? Se la Serracchiani guarda con obiettività e salva Latisana e Lignano, tutto bene, ma se dovesse fare diversamente??

Deceduto

Deceduto l’uomo caduto a Riviera; si chiamava Valentino Codotto, 54 anni di Gorgo.

Mobilità tra Latisana e Lignano

Avevamo pubblicato qualche giorno fa la volontà di due dipendente della Polizia Comunale di scambiarsi i posti, ovvero Blaseotto da Latisana voleva andare a Lignano e Vizzon, da Lignano voleva venire a Latisana. La cosa si complica: Latisana infatti ha acconsentito a Blaseotto ad andare a Lignano, ma ha proposto una variazione della pianta organica tale per cui non ci sarebbe più posto per Vizzon, intendendo valorizzare le persone attualmente assunte. Libero quindi di andare, ma senza scambio. Ora la palla passa a Lignano. Occorre anche dire che Latisana ha fatto un altro scambio: la dottoressa Del Rizzo tra qualche settimana andrà a Lignano ad affiancare Polat al Turismo, con uno scambio da Lignano a qui. Auguri a tutte (sono due Signore..)

Battesimi & Foto

Riceviamo, omettiamo i nomi, e pubblichiamo

Ciao Bacucco,  allora, domenica c’erano i battesimi di 11 bimbi, come sai, ci siamo anche visti. E’ regola non scritta (almeno, credo non sia scritta) che per evitare baraonde sull’altare, la Parrocchia preferisca affidare i servizi fotografici dei Battesimi ad uno dei due fotografi di Latisana. Questo ci è stato detto anche da una catechista durante il corso per il Battesimo (ci sarà un fotografo ufficiale, quindi non salite cortesemente sull’altare sennò vien fuori un casino). Mi sono informata con uno dei due circa il criterio della turnazione, e mi hanno detto che solitamente i mesi pari sono loro e i dispari dell’altro. Quindi maggio era dell’altro (che culo, ho pensato, sai soldi che tira su con 11 bimbi, 22 nonni, e zie, santoli e via dicendo!). Domenica 11, molti non avevano le macchine fotografiche, altri le avevano ma rispettosi della richiesta non le hanno tirate fuori eh .. indovina un po’? non c’era nessun fotografo!! Mamme incazzate, calca sull’altare, e foto di un momento che non tornerà mai più tutte fatte male! Se uno dei due fotografi non poteva, perchè non ha avvisato l’altro così poteva andarci lui? Ah, già, siamo a Latisana …

Ambiente e Commercio

A quando a Latisana un posto così?

http://food24.ilsole24ore.com/2014/05/supermercato/

Elettorale

Il candidato alle europee del’ NCD Roberto di Piazza, mercoledì a Latisana assieme a Bandelli di Un’Altra Regione; eccoli assieme ai consiglieri Sclosa, Serafini, Lauricella e quello regionale Colautti.

DSCN5456

San Paolino a Forni di Sopra

locandina Bicentenario-p1

L’ Associazione Culturale Musicale San Paolino sezione di Latisana, è stata incaricata di supportare musicalmente le cerimonia per le ricorrenza dei 200 anni della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, l’evento si svolgerà sabato 14 giugno 2014 a cura della sezione locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Forni di Sopra e del suo presidente, il Luogotenente Benedetto Tabacchi. Per l’occasione parteciperà il nostro gruppo ottoni, il quale munito delle divise storiche del 97° Reggio di Fanteria della Prima Guerra Mondiale, animerà prima la funzione religiosa nella Chiesa madre di Forni di Sopra, per poi spostarsi all’esterno per gli onori ai caduti della patria, eseguendo la marcia musicale della Fedelissima, il Piave, l’Inno nazionale e gli squilli di tromba Ringraziamo tutta la sezione Carabinieri di Forni di Sopra per l’invito.

…e a Paperopoli, che si dice?

Ieri, mercoledì, a Latisana il Nuovo Centro Destra ha incontrato la popolazione assieme al Candidato Di Piazza, alle 12.00 al mercato prima e al bar Salmaso poi. Ieri. Mercoledì, il Nuovo Centro Destra ha incontrato la popolazione assieme al Candidato Di Piazza al Palazzo Molin Vianello alle 21.00.

paperino-arrabbiato censura

Condividi il post!

PinIt

8 commenti su “Gli argomenti di oggi: Paperopoli; San Paolino a Forni di Sopra; Latisana turistica, 2 volte; elettorale; Battesimi & Foto; ambiente e commercio; mobilità tra Latisana e Lignano; Lignano e Bicicletta; Punto Nascita; Bandiera Blu alle darsene; deceduto Codotto”

  1. Mayda ha detto:

    Latisana ha tre fotografi, non più due. Ero stata contattata da un gruppo di mamme per le foto dei battesimi, poi mi hanno richiamata dicendo che ci sarebbe stato un fotografo ufficiale scelto dalla chiesa… Sapere che poi non si è presentato mi crea dispiacere per tutte quelle madri che si sentivano rassicurate dalla sua presenza! La cosa è stata organizzata male, bastava, come dice la madre che scrive, avvisare l’altro fotografo!

  2. il_bacucco ha detto:

    ..speriamo per le prossime occasioni…..

  3. Marta ha detto:

    Ho scelto di battezzare mio figlio 2 settimane fa, da solo. Presenti? 7 persone, compreso il battezzato e il diacono. Le foto? Andando di fretta, perché dopo avevamo tutti i nostri impegni (non festeggiamenti, ma chi commissioni negli uffici e chi doveva correre al lavoro, ci siamo dimenticati di fare almeno una foto al pargolo. Me ne sono ricordata di pomeriggio, quando cercando il telefonino in borsetta ho trovato la macchina fotografica (che di solito lascio a casa) in borsetta. Risultato? Mio figlio sta benissimo, noi pure. Il significato del battesimo non è nelle foto, nei parenti, nel pranzo al ristorante, nel vestito elegante da sfoggiare davanti ai compaesani. Pensate positivo: soldi risparmiati per cose più utili al futuro del pargolo.

  4. barbara ha detto:

    Marta, hai ragione. Però voglio avere la possibilità di scegliere se volere le foto ricordo o no.

  5. claudia ha detto:

    anche al battesimo di mia figlia,ben 4 anni fa mi sono trovata senza fotografo in quanto si erano cambiati i turni e nessuno aveva avvisato l’altro.quindi in 4 anni nulla è cambiato. Per qualcuno sarà un risparmio di soldi ma per altri è il ricordo di un avvenimento molto importante. Io fortunatamente avevo un parente che faceva le video riprese e da quelle sono riuscita ad estrappolare delle foto.Se la signora che ha scritto ha un video posso aiutarla ad ottenere delle fotografie

  6. Marta ha detto:

    Certo, ma penso che negli ultimi anni ci siano troppe “foto ricordo”. Si ricorda col cuore, con le parole, raccontando gli avvenimenti. Siamo cresciuti quando ci facevano sì e no una foto l’anno. E i nostri genitori ne avevano giusta una che li ritraevano da bimbi. Eppure i ricordi erano, paradossalmente, più vivi di oggi. Centinaia di foto per battesimi, per le gite, per le comunioni, per i battesimi, per i matrimoni, per i compleanni…. nonostante questo si va a perdere il significato umano e morale del “ricordo”, che non è solo un’immagine colorata su un pezzo di carta. E poi non penso che in un’intera chiesa non ci sia stato nemmeno un povero cristiano che non abbia avuto uno di quei telefonini di oggi che fanno anche le foto (non me ne intendo molto). Sarebbe bastato chiedergli di fare alcune foto a tutti, una volta che ci si era accorti della mancanza del fotografo, e poi pregarlo di lasciare i dischetto in canonica, a disposizione degli altri. E poi, ci siamo chiesti perché mancasse il fotografo, non è che fosse malato? Tranquilli genitori, se i vostri figli diventeranno veri cristiani, scopo del battesimo, non sarà grazie ad album pieni zeppi di foto col parentado più sconosciuto, ma grazie all’insegnamento che saprete dar loro. E cominciate a far perpetrare la memoria con i vostri racconti, non lasciando solo un freddo e sterile album. I drammi della vita sono ben altri, non facciamo la figura chi bambini che pestano i piedi perché è finita la Nutella. Rischi del battesimo collettivo. Eppure è così semplice farlo nella semplicità di un battesimo singolo, mettendo da parte, almeno per una volta, il voler apparire a tutti i costi.

  7. Paolo Miotto ha detto:

    Come il 14 aprile? Non è che sia maggio x il San Paolino?

  8. il_bacucco ha detto:

    ..giugno…go sbajà mi….( o …..Forse…. loro… 🙂 bon..)

I commenti sono disabilitati.