i soliti ignoti, messaggero top 5, ferrovia, paperopoli, punto nascita degli altri

I Soliti Ignoti

Scomodiamo questo capolavoro del cinema, per farvi vedere una cosa che ha dell’incredibile, se non fosse vera. Premettiamo che quando abbiamo visto e fotografato abbiamo sperato fosse una nostra impressione sbagliata, un errore, un lavoro fatto da altri di cui non ci siamo accorti, ma poi abbiamo parlato con più persone, anche dipendenti comunali, e a tutti la cosa risulta nuova. Si sono fregati oltre cento metri di battiscopa in marmo, quello tra la passeggiata sull’argine e il muro; in tutta la zona da Trevisan al ponte ferroviario, come testimoniano le foto. C’è anche la foto del “prima” grazie a Bruno Lus, maggio 2013. Non sappiamo quando e come, e soprattutto chi…. ma immaginiamo un lavoro impegnativo e lungo e pesante. A voi i commenti. O le smentite se c’è una buona ragione………..

zona ponte dettaglio

zona ponte dettaglio

zona ponte 2

zona ponte

zona ponte

zona ponte panoramica

zona Trevisan, c'è e non c'è più

trevisan, c’è e non c’è più

dettaglio zona Trevisan

trevisan dettaglio

dabruno lus il...battiscopa..prima

foto bruno lus di qualche mese fa, come era il battiscopa

Serracchiani lascia e raddoppia

La Presidente della Regione FVG sul Gazzettino di sabato si esprime apertamente contro il tracciato della ferrovia a alta capacità a nord di Latisana, quello parallelo all’autostrada, e si dichiara favorevole al raddoppio della linea esistente. Bene….  Ecco, pubblichiamo una foto per farvi capire la situazione attuale e provare a capire come verrebbe divisa Latisana capoluogo da questo muro.

dal ponte verso la stazione

Da Ilfriuli.it

Copiamo ( e con malcelata invidia ci chiediamo…a Latisana??

Con un picco di 9 nati in 12 ore tra le 8:00 e le 20:00 del 13 settembre, il punto nascita dell’ospedale di Palmanova ha segnato un altro record. Al 31 agosto 2013 i nati di Palmanova erano 550 ( +23 rispetto al 2012 ) ma già al 15 settembre, complice il picco del giorno 13 erano arrivati a 596. Si confermano inoltre altri dati importanti quali il basso tasso di cesarei (17.1%) e l’alto ricorso alla partoanalgesia applicata finora sul 26% delle pazienti giunte a partorire nel nosocomio palmarino. Il trend attuale prevede per la fine del 2013, almeno 826 nati, mantenendo così la media degli ultimi anni di circa 900 parti all’anno. Palmanova si prepara inoltre ad incrementare i servizi avendo attivato un percorso formativo presso il Centro di Simulazione Avanzata Materno-Neonatale della Scuola Europea in Analgesia e Anestesia Ostetrica, diretto dal professor Giorgio Capogna con sede a Roma, che ha lo scopo di accrescere la sicurezza della mamma e del bambino attraverso simulazioni mediche realistiche ed un mix di strumenti didattici per ottimizzare l’interazione tra le persone, la tecnologia e l’organizzazione delle cure mediche.  Nell’ottica di dare sempre maggior sicurezza nel percorso nascita, una equipe di Palmanova, formata da due anestesisti, un medico ginecologo e una ostetrica diventeranno  istruttori  di corsi di simulazione di  emergenza ostetrica, competenze  che  questa equipe in seguito potrà estendere non solo nell’ ambito aziendale ma anche su tutto il territorio regionale.  “Sono numeri e iniziative importanti – commenta il sindaco Francesco Martines – che dimostrano l’eccellenza di questo punto nascita che continua ad essere scelto dalle neo mamme di tutta la bassa friulana e non solo. Ricordo infatti che a Palmanova giungono partorienti anche dal cividalese, manzanese, codroipese, isontino, sangiorgino”.  Considerazioni che Martines ha rimarcato anche durante la riunione della giunta regionale a Palmanova, sottolineando la centralità della città anche per la presenza della sede dell’Azienda sanitaria 5, della Protezione Civile regionale, dell’Arpa.  Dal 2005 al 2009 i numeri dei nati in regione è aumentato dell’11,4%; nello stesso periodo i parti a Palmanova hanno registrato un incremento del 22%. Se si considera il periodo fino al 2011, a fronte di una media regionale fortemente negativa (- 264 parti dal 2005 al 2011), Palmanova registra ancora una crescita (+111 parti). I motivi di questo andamento vanno ricercati nelle performance sanitarie.  “Mi auguro – chiosa Martines – che l’assessore Telesca impegnata nella nuova riforma della geografia ospedaliera tenga conto di queste eccellenze come del fatto che già 17 comuni hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il mantenimento del punto nascita di Palmanova. Se dei sacrifici devono essere fatti, questi non devono andare a danno delle strutture migliori, togliendo servizi di alta qualità ai cittadini”.

….  n.d.b. sembra l’ennesimo sfrontato attacco contro Latisana, rea di essere incapace di coagulare energie e farsi sentire. Anche la stessa idea di fare un comunicato stampa è valida, mentre da noi si pensa alle caserme e alle cittadelle e a mandare via le associazioni, senza difendere quello che abbiamo. Che malinconia.

…e a Paperopoli che si dice?

A Latisana la giunta PdL manda via l’Associazione Una Mano per Vivere dal Polifunzionale; il referente giovani di Forza Italia protesta e si indigna…..

paperino pdl forza italia

 

Messaggero’s Top Five

Rubrica settimanale delle migliori notizie della stampa locale, dal 15 al 21 settembre 2013

1° posto: Ex Caserma

Sul Messaggero di martedì leggiamo della richiesta delle ditte che si erano aggiudicate l’appalto dei lavori di riconversione della ex Radaelli che, a fronte dello stop del Comune, hanno deciso di aprire una vertenza legale, cosa del resto già prevista. Ora deciderà il tribunale.

2° posto: Una Mano per Vivere

Sabato sul Messaggero la notizia del Comune che chiede all’Associazione del presidente Gianfelice Colonna di liberare le stanze e la sede al Polifunzionale; amarezza e comunque nessuna vena polemica, ma la ricerca di altra sede che potrebbe portare questa associazione fuori da Latisana.

3° posto: nulla

4° posto: nulla

5° posto: nulla

6° Posto: nulla

7° Posto: nulla

8° posto: Corsi di Lingue

Domenica sul Messaggero troviamo l’annuncio dei corsi di lingua straniera del Comune.

Non Classificate

Ci sono anche le notizie-che-non-ci-sono, ovvero quello che si poteva scrivere e non si è scritto, magari perché non sono notizie o non sono degne di nota o chissaché.

N.C. 1) Opere d’arte

Giovedì sul Messaggero la cronaca della manifestazione già fatta di quadri e foto esposti sull’argine del Fiume Tagliamento durante il Settembre Doc; leggiamo di 30 iscritti, e sappiamo di 21 partecipanti effettivi.

N.C. 2) Violenza

Giovedì sul Messaggero l’adesione di Latisana alla campagna contro la violenza sulle donne.

N.C. 3)

N.P.  Il Bacucco lettore

Condividi il post!

PinIt

11 commenti su “i soliti ignoti, messaggero top 5, ferrovia, paperopoli, punto nascita degli altri”

  1. Paolo Miotto ha detto:

    Per scrivere qualcosa di buono, bisognerebbe fare qualcosa di buono, o no??

  2. Valerio ha detto:

    E adesso, dopo il batiscopa de l’argine, spetemo che i porti via il porfido de la piassa…

  3. Valerio ha detto:

    Troppo intrigante il furto del battiscopa dell’argine per non fare alcune considerazioni:
    con 100 metri di piastrelle di 15 cm si copre un soggiorno di 15 metri quadrati;
    se portano via anche la pavimentazione (un po’ più rognoso) coprono una chiesa.
    Spero non l’abbia tolto… il Comune per finanziare, col ricavato, il fantomatico Addetto Stampa che dovrebbe promuovere l’immagine di Latisana ( anche attraverso Internet: e il Bacucco cosa fa da anniin maniera totalmente gratuita???).
    Mi piacerebbe sapere le ragioni che avevano portato il sig. Bruno Lus (o Ius?) a fotografare proprio solo il famigerato battiscopa…

  4. il_bacucco ha detto:

    no……….. bruno lus (grande) ha fotografato le biciclette a maggio, il dettaglio io….

  5. Valerio ha detto:

    Pensa che mona! Non avevo percepito la differenza tra battiscopa presente e assente…

  6. bagnino ha detto:

    per chi non se fosse accorto, il battiscopa era già stato tolto in occasione di settembre doc….
    basta guardare le foto già pubblicate:
    http://www.latisana.it/settembre-bacucco-e-finardi-scuole-e-trasporti-paperopoli-cultura-eo-turismo-settembre-2012-vigili-mozzarelle-bevazzana/

    latisana.it sarà riconosciuto come “plinio il giovane per pompei”…
    … speriamo di no!

  7. Alessandro ha detto:

    Se qualche anima pia eliminasse un po’ di lampadine e le insopportabili fotoelettriche che illuminano a giorno il fiume avrebbe la mia eterna gratitudine e… renderebbe più piacevole una passeggiata notturna!

  8. il_bacucco ha detto:

    si vede che hanno soldi da spendere…o agevolano chi si porta via il marmo 🙂

  9. Stefano Zanelli ha detto:

    si Alessandro…e renderebbe anche più piacevole le rapine ai xxxxxxxxxxxx che al 99,999999 periodico sono gli autori di sti furti (come quelli odiosi ai cimiteri, a tutto cio che eÄ rame eccc.. abbiamo spalancato le porte all ‘EST “eu” ?! e questi son i risultati…) e sempre matematicamente assolti dai xxxxxxxxxxxxxxxx.. il bello che nessuno sa nessuno vede…eppure a beccarli le forze dell’ordine starebbero BEN POCO…ma si sa per far che?! aggiungere un altro precedente ai tantissimi che gia han collezionato ? tanto lÄunico rischi che possono correre eÄ solo se il cittadino esasperato (giustamente) lixxxxxxxxxxxx da solo!
    se li porti nel xxxxxxxxxxxxxxxx, e gli regali i marmi (nostri) di casa sua… invece di predicare, INDULTO e AMMNISTIA… che del resto l’abbiam gia….per andar dentro un xxxxxxxxxx deve per lo meno aver trucidato 4-5 persone in una rapina…allora forse….scattan gli arresti. FORSE….

  10. il_bacucco ha detto:

    abbiamo xizzato alcune parole perché la email di origine non è valida.

I commenti sono disabilitati.