I titoli di martedì: il muretto va giù; la Punto Blu; Resort a Ipplis; Fantapolitica; Stazione appaltante unica; Festa di Primavera in Casa di Riposo

Il muretto

Iniziati i lavori di demolizione del muretto tra il palazzo Colonna e il resto del porticato di Piazza Indipendenza; 22.000 euro, ricordiamo, il costo.

DSCN6073

DSCN6074

La “Punto blu”

Non c’è più la Punto blu di zona Stazione; dopo molte foto e segnalazioni, il Sindaco, probabilmente con il supporto del Comandante dei Vigili, si è attivato per far rimuovere la vecchia auto ferma da mesi. Inquinante (batteria) pericolosa (benzina) ha fatto solo che bene a levarla. Ora deve fare lo stesso, ovviamente, per le altre vetture ferme da mesi e anni in varie zone di Latisana. Noi ne abbiamo viste 4 (la prima in Via Modigliani a Paludo e le altre 3 a Aprilia Marittima), se ne vedete altre segnalatele pure, tanto ormai presa la strada Sindaco  & Comandante faranno sicuramente il loro dovere. Eccole le foto, casomai i vigili non le avessero già segnalate….

DSCN6075

DSCN6076

DSCN6077

DSCN6078

DSCN6079

DSCN6080

DSCN6081

DSCN6082

Fantapolitica

Fanta (?) Politica a Latisana, ovvero: chi potrebbe essere il nuovo Sindaco di Latisana?  Piero Maria Benigno, per esempio. Ma allora – direte voi – dove sta la news? …ci sta…ci sta. Un passo indietro: Benigno viene considerato da molti dipendenti pubblici un ottimo Sindaco; anche taluni colleghi e politici della Bassa friulana non si esprimono male nei suoi confronti. Tuttalpiù remore e critiche vanno verso la sua squadra, verso il passato che lo circonda e i retaggi politici che lo zavorrano. Quindi? Bon…la buttiamo lì: Benigno Sindaco alla guida di una coalizione di Liste Civiche con il supporto fondamentale del PD. I vantaggi per il PD sarebbero evidenti: non hanno una candidatura forte oggi e potrebbero però rientrare nella stanza dei bottoni; i “Civichisti” troverebbero spazio senza doversi etichettare ed infine alla Regione potrebbe andar bene di avere un giovane che faccia squadra e si relazioni con Trieste e Udine. Fantapolitica? Forse, ma se per caso pensate e cosa potrebbe dire Benigno, che lavora alla Finest,  leggete i giornali di questi giorni: Bertossi neo presidente docet…………

Stazione appaltante unica. Latisana fregata?

Bene o male lo sportello unico per le imprese ha preso il via, anche se sconta il problema che…non ci sono imprese. Altro discorso, più di territorio, è quello della Stazione Appaltante Unica. Si tratta di un organismo che sta nascendo,  nel perimetro coincidente con l’Aster della Bassa friulana, e che dovrebbe sovraintendere o addirittura sostituirsi alle singole realtà comunali, nella fase di affidamento e gestione degli appalti pubblici. Una sorta di super commissariato per affidare lavori e controllare il rispetto delle regole e della tempistica. Un aspetto positivo, a parer nostro, che avrebbe sede però a Lignano, sicuramente comune con gli appalti più importanti, ma geograficamente decentrato e anagraficamente poco rappresentativo. Si tratterebbe per Latisana dell’ennesimo scippo e dell’ennesima perdita di centralità, pur in una operazione che trova tutti favorevoli. A dare una mano a questa decisione ci si è messo anche Renzi, con il suo decreto sulla mobilità: dirigenti e personale qualificato potrebbero spostarsi nel raggio di 50 chilometri per andare a definire questa super squadra di gestione degli appalti. Latisana sempre meno capitale di  nulla e sempre più Lignano-dipendente.

Festa di Primavera

festa di promavera

LATISANA – Festa di Primavera il 28 giugno all’A.S.P Umberto I

www.youtube.com

Resort a Ipplis

I vini, il Relais, il Convivio, la collina da Annalisa Zorzettig, a Ipplis di Premariacco (Udine)

Ho visitato almeno 250 aziende, del Friuli Venezia Giulia e del Veneto Orientale ed in tutte ho cercato di valorizzare sostanzialmente tre aspetti: il territorio, le persone e i vini che vengono prodotti. Ho trovato tutte le combinazioni possibili, con grandi vini in posti mediocri, brave persone che però non sanno fare vini, o vini ottimi e persone dal carattere chiuso, oltre naturalmente a molto posti splendidi. Raramente ho trovato un bel posto, con una bella persona e ottimi vini tutti assieme, e il Relais di Annalisa Zorzettig con i suoi vini, è una di quelle rare occasioni dove la magia si compie. La zona è quella di Ipplis di Premariacco, tra colline e colline; la casa madre, l’azienda Zorzettig, è dall’altra parte della strada regionale Cividale – Tarcento, la strada del Vino dei Colli Orientali, e già da quelle parti il panorama è stupendo. Recentemente Annalisa ha acquistato questa azienda situata in sommità alla collina, ad un tiro di schioppo da Rocca Bernarda e con una terrazza mozzafiato che spazia dal paesino sotto alla pianura udinese. Bel posto. Sistemato con camere e colazione e ora anche ristorazione, il Relais “La Collina” ospita turisti internazionali amanti della pace e anche della comodità, ma che in dieci minuti possono essere a Cividale, a Tarcento, a Udine e con uno sforzo a Aquileia, o Lignano o Venezia, tutte a portata di gita. In attesa di assaggiare la loro cucina, abbiamo apprezzato e goduto della loro ospitalità, nell’ambito della iniziativa “Convivio”, ovvero una serie di incontri con persone che gravitano attorno alla eno gastronomia, in senso lato.  A Fine giugno, l’appuntamento era con Stasera sei a cena da me– I segreti dell’arte della cucina di casa. I protagonisti della serata: Antonio Lauretti, giornalista enogastronomico e contadino ciociaro, rappresentante di Slow Food e docente Master of Food per la carne, in veste, per questa occasione speciale, di personal shopper, e Teresa Esposito, esperta e appassionata cuoca della cucina di casa, che ama dedicare le sue serate del fine settimana, a preparare le cene a domicilio per le famiglie amiche. Antonio e Teresa ci hanno insegnato a selezionare e acquistare i prodotti giusti per la nostra tavola, con attenzione alla qualità e un occhio ai prezzi, e a preparare una gustosa e simpatica cena per i nostri amici più cari. Sala piana, gente interessata, curiosa e stimolata; piatti preparati all’istante per assaggini e poi cenetta con quello che era stato approntato durante il giorno, pane compreso. Notevoli i due vini proposti, due uvaggi: il bianco Donzel (Friulano, Chardonnay e Sauvignon) e il rosso Cunfins (Pignolo e Refosco), bene il primo con gli affettati e bene il secondo con la carne cucinata in diversi modi. Posto magico e serata interessante: da ritornarci

Per le foto vedete qui

http://www.friuli.org/2014/i-vini-il-relais-il-convivio-la-collina-da-annalisa-zorzettig-a-ipplis-di-premariacco-udine/#more-10535

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “I titoli di martedì: il muretto va giù; la Punto Blu; Resort a Ipplis; Fantapolitica; Stazione appaltante unica; Festa di Primavera in Casa di Riposo”

  1. Davide Lorigliola ha detto:

    Il PD a Latisana è stato sempre guidato da menti particolarmente brillanti: i risultati sono evidenti. L’unica volta che ha rischiato di vincere, è stato con un candidato – Mattassi – cui il PD ha dato in seguito un ingiusto calcio nelle parti meno nobili. Ma confido che l’ottimo Carlos Corvino e il Circolo non si suicideranno ammettendo alle Primarie un buon Sindaco esponente di FI, anche se la cosa – da un punto di vista giornalistico – sarebbe molto interessante. Latisana sarebbe infatti l’unico caso in Italia in cui il Centrodestra, anziché accordarsi fedele e silente al PD come fa Alfano con Renzi, comanderebbe in casa altrui. Ma non succederà. Forse.

  2. valerio ha detto:

    Me racomando, già che ghe semo, con un fiantin de malta cerchè de meter su quela benedeta tabela de “VIA DEL BATTELLO”, su la stessa casa dove che butè zo il muro…. Cussì almeno ‘na tesera del mosaico dele robe pendenti la metemo a posto!

  3. Paolo Miotto ha detto:

    Che fine fanno le macchine abbandonate’

  4. danilo bertoia ha detto:

    Nel parcheggio stazione FS, circa 15 metri dopo l’ex Punto blu, c’è una Seat, sempre blu, che parrebbe proprio abbandonata, vista pure la scadenza del tagliando assicurativo.

I commenti sono disabilitati.