I titoli di martedì: Latisana-Ronchis; Musica & Shopping; siope; One Love Festival; Centro Aggregazione Giovanile

Musica & Shopping

Venerdì 11 e 18 a Latisana, ecco la locandina

musica e shopping

Latisana-Ronchis

Sul Gazzettino di lunedì la conferma di quanto da noi scritto la settimana scorsa, ovvero la fusione (nel calcio) delle due società sportive di Latisana e Ronchis. La gente “normale” è moolto più avanti dei politici e moolto più saggia e accorta. Bravi e complimenti e, se ci permettete la battuta, sempre più “Ronchis di Latisana..”

Siope

Sul sito www.siope.it potete trovare tutte le spese fatte dagli enti pubblici, elencate per periodo e settore, davvero interessante. Per esempio a Latisana, nei primi sei mesi del 2014, come sono andate le spese? Ecco un brevissimo sunto, atteso che le trovate tutte li…… : pubblicazioni, giornali e riviste: 6.028 euro; smaltimento rifiuti: 574322, riscossione tributi: 17.029, lavoro interinale: 32.365, contratti di servizio 174.143, incarichi professionali 24.443, manifestazioni e convegni: 19.897, telefonia e trasmissione dati:  23.046, assicurazioni 140.390, indennità amministratori 77948, , liti e patrocini legali 22.981  eccetera  eccetera: un  bel sito

One Love Festival, dal 9 al 13 luglio a Latisana

L’area incontri del One Love Festival.   Freme l’attesa per il più grande festival reggae italiano, il One Love Festival, giunto alla sua seconda edizione dopo quella dell’anno scorso a Chioggia. Cinque giorni di sole, mare e musica al Camping Girasole di Latisana (UD), “location” che ha dato i natali allo storico Rototom Sunsplash.   A soli 2 km dalle spiagge della famosa località turistica friulana di Lignano Sabbiadoro e a 2,5 km dal centro cittadino, il campeggio dispone di oltre 700 piazzole spaziose e ombreggiate a manto erboso adatte ad accogliere dalla tenda più piccola al camper di grandi dimensioni. Un festival con una Line Up internazionale, protagonisti i grandi nomi della storia del reggae.   A partire Jimmy Cliff (domenica 13 luglio, unica data italiana) che, insieme a Bob Marley e Peter Tosh, ha fatto conoscere anche ai profani la musica in levare. Una carriera cinquantennale attraverso tutte le fasi della storia musicale della Giamaica: dallo ska al rocksteady, dal reggae al digital. Cinquant’anni di musica e ancora tantissimo da condividere e comunicare attraverso le sue liriche e ritmi.   Oltre a Jimmy Cliff anche altre leggende come Max Romeo (venerdì 11 luglio) e Inner Circle (giovedì 10 luglio) accanto ai più giovani Anthony B (sabato 12 luglio), Dub Inc., Kabaka Pyramid, Askala Selassie e gli italiani Mellow Mood, Train To Roots e Mama Marjas.  Accanto ai concerti spazio nell’Area incontri ad eventi culturali con mostre fotografiche, workshop dedicati alla musica dancehall e reader su Bob Marley.

Mercoledì 9 luglio si discute di Femminicidio. La violenza contro le donne è forse la più vergognosa fra le violazione dei diritti umani. Non conosce confini geografici, né culturali, né di benessere economico. Ne parlano Marta Pauluzzi socia e legale dell’Associazione SOS Rosa che gestisce il Centro Antiviolenza di Gorizia, Maria Pia Covre, fondatrice e presidente del Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute Onlus di Pordenone, referente dei progetti contro la violenza ai/alle sex workers, referente della campagna europea “Differenti Lavori: Uguali Diritti” e Silvia Pallaver, referente progetti sociali dell’Associazione Interculturale Giovanile Etnoblog, formatrice e educatrice.

Da giovedì 10 luglio a domenica 13 luglio Workshop di Dancehall con Anna Solo, Aurora Rah, Giorjah e La Fede.

Venerdì 11 luglio “Ho sognato Bob Marley” con Alberto Castelli e DJ Mr DMC, che tra parole, musica e immagini ricorda il celebre artista giamaicano. Ispirato dal libro “Africa Unite – Il sogno di Bob Marley”, scritto dallo stesso Alberto Castelli e Maria Carla Gullotta, in scena ormai da diversi anni, è diventato l’occasione ideale per raccontare una figura unica e un momento irripetibile nella vicenda della musica contemporanea.

Sabato 12 luglio il One Love Festival ospita la terza edizione dell’Indie Pride – Indipendenti contro l’omofobia e il bullismo omofobico, purtroppo ancora lontano da una risoluzione legislativa quanto sociale e culturale.

Dal 9 al 13 luglio per chi non riuscirà a raggiungere il festival lo streaming audio di tutti i concerti sarà in onda su www.deliradio.it

Al One Love la differenza è esserci.

Centro Aggregazione Giovanile

www.youtube.com
cag

https://www.youtube.com/watch?v=TRlwqTRBf4U

 

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “I titoli di martedì: Latisana-Ronchis; Musica & Shopping; siope; One Love Festival; Centro Aggregazione Giovanile”

  1. il_bacucco ha detto:

    e lo so, ma la giudiziaria, intesa come cronaca, è appannaggio dei quotidiani su carta stampata..beati loro

  2. Marta ha detto:

    Bacucco, sbaglio o molti commentatori sono “andati in ferie”? Niente più scambi di opinione come qualche settimana fa…….intere giornate senza commenti….

  3. il_bacucco ha detto:

    o ferie o poca voglia 🙂

  4. Severino ha detto:

    Cara Marta non e che i molti commentatori sono “andati in ferie”, molti leggono ancora come me, praticamente sempre. Ma se non ce un tubo di serio da commentare, si sta zitti.
    Posso commentare un link come quello di Matteo ?? credo di NO !!
    Come se i Furti avvenissero solo a Latisana, questa e gente che commenta per distruggere l’immagine di Latisana non per migliorarla, pertanto e gente da non prendere in considerazione, manca l’obbiettività.
    Così come le varie immagini di palli storti, sacchetti mondezza fuori posto, Lampada di Lampione bruciata, sigarette buttate a terra fuori dal porta cenere …. Tutti armati di macchina fotografica, ma riprese buone poche.
    Questo sistema a solo un Titolo Terrorismo !!!
    Se non vivete bene a Latisana, si cambia paese. L’importante che non veniate a Pertegada !!

  5. Marta ha detto:

    Severino, visto che sono riuscita nel mio intento di farvi commentare almeno una mia frase?
    Comunque io non sono Latisanese, vengo da Palazzolo.Logico che non essendo affezionata a Latisana, mi riesce più facile vederne i lati negativi, che però ci sono e non possono essere nascosti. Cambiare paese non è facile se hai comperato casa qui, e non puoi nemmeno vendere per 10 anni! Ci si adatta, ma sicuramente non con il sorriso. Molte iniziative di shopping e feste per bere e ascoltare musica, belle sicuramente….. ma a Latisana c’è solo quello. Poche iniziative culturali, nessun distretto produttivo, scarsa attenzione al “sociale”, vigili urbani che fanno quello che vogliono, se lo vogliono e a chi vogliono. Forse negli altri paesi le cose non vanno meglio. Ma si tratta di paesini “umili”. La cittadina signorile e costosa… potrebbe dare più servizi ( e non solo calici, musica e boutiques) ai suoi concittadini. Polemiche sui costi degli asili, sel costo delle mense e sulle fermate dello scuolabus, sulla pulizia delle strade, sui vari episodi di danneggiamento a beni pubblici e privati, strade dissestate e mal illuminate…. eppure basta che il disco orario scada di un’ora…. Non odio Latisana, anzi, è un paese che avrebbe molte potenzialità che non vengono però sfruttate, e manca di quell’umiltà per la quale sarebbe più facile perdonarle i difetti. Sarà che non la sento “mia”, cosa che accade spesso a chi arriva da centri più piccoli. A chi mi chiede di dove sono rispondo che sono i Palazzolo ma abito a Latisana. Mi è capitato di dover assolutamente acquistare casa in breve tempo e con pochi soldi, e il caso vuole che l’abbia trovata qui. Bene, non dico di essere infelice, mi sta bene avere vicine la stazione dei treni e degli autobus, l’ospedale, il casello,, la posta aperta fino a tardo pomeriggio, essere vicino a luoghi dove si trova ancora un lavoro stagionale di un paio di mesi (ebbene sì, a Latisana c’è anche chi ha bisogno di guadagnare e non solo di spendere….), ma oltre a questo , questa cittadina non mi riesce a dare nulla di emozionale. Direi che è come essere costretti a sposare chi non ami: puoi anche scendere a qualche compromesso, ma i difetti del tuo obbligato coniuge ti daranno un grande fastidio e ti sembreranno imperdonabili.

I commenti sono disabilitati.