I titoli di martedì: richiesta di collaborazione; avviso per le mamma ( e il Comune); ancora Bevazzana; Movimento 5 Stelle; Latisana e San Michele; Settembre DOC; deceduto

Settembre DOC

Ecco il programma

settembre doc 1

settembre doc 2

Avviso per le mamme e il Comune

Una mamma di Latisana ci avvisa che la Regione FVG ha terminato i soldi per il bonus bebè, fino ad ora un piccolo grande aiuto alle mamme friulane. Dunque scelta regionale che però si ripercuote anche sulle neo mamme della nostra cittadina. Sembra che ci siano iniziative più urgenti o programmi più meritevoli per cui spendere. Il Comune, magari assieme ai comuni vicini, non potrebbe fare una lettera e chiedere alla Telesca e alla Serracchiani di fare chiarezza su quello che pensa la Regione per la famiglia?

http://bora.la/2014/08/19/tagliati-i-bonus-bebe-2014-in-friuli-venezia-giulia/

http://www.gruppopd.fvg.it/news-dettaglio.php?id=228

Ancora Bevazzana

Riceviamo ancora delle foto da Bevazzana, frazione dimenticata ( chissà cosa direbbe Giovanni…), di marciapiedi in sofferenza anche senza il passaggio “sopra” delle auto…..

ancora bevazzana 1

ancora bevazzana 2

Richiesta ai latisanesi

Abbiamo intenzione di fare un elenco delle cose da fare, veloci e semplici, poco costose, da sottoporre al Comune, dei piccoli lavori di manutenzione e riparazioni tipo le foto di Bevazzana qui sopra. Se avete qualche problemino, magari documentato con foto, segnalatecelo e faremo in modo di farne corretta e puntuale pressione all’Amministrazione Comunale; un bidone da spostare, un lampione spento, un marciapiede rotto, un parcheggio insomma cose del genere… Avete notato come hanno raccolto subito le foglie di Viale Stazione? Bravi quei del Comun….a volte son bravi.

Movimento 5 Stelle

Martedì 26 agosto 2014 20.45; hotel ristorante bar Centrale piazza S. Spirito, 10 Pertegada , UD – OdG:

1. mozione edilizia scolastica (30 min- Gaudiano)

2. art. 18 (30 min – Gaudiano)

3. Organizzazione Gazebo Latisana- Lignano (15 min – Gaudiano)

4. Riforma sanitaria (60 min – Sclosa).

Latisana e San Michele

5 settembre sdan michele

Quando, alcuni giorni fa, abbiamo riportato la vibrante protesta dell’assessore di San Michele al Tagliamento “contro” il semaforo di Bergamin, mai presidiato dai Vigili, avevamo anche citato alcuni esempi di collaborazione tra i due Comuni. Oggi però con fastidio dobbiamo segnalare un doppione di manifestazione, che impedisce la fruizione a chi deve fare una scelta. Venerdì 5 settembre a Latisana inizia il Settembre DOC, impossibile per San Michele non saperlo, eppure la stessa serata si organizza questo bel concerto omaggio al Fiume Tagliamento. Certo ognuno può fare quello che vuole, solo auspichiamo maggiore collaborazione…di ca e di là da l’aghe..

Deceduto

Morto l’anziano coivolto giorni fa nell’incidente a Codroipo; si chiamava Antonio B. 78 anni.

Condividi il post!

PinIt

14 commenti su “I titoli di martedì: richiesta di collaborazione; avviso per le mamma ( e il Comune); ancora Bevazzana; Movimento 5 Stelle; Latisana e San Michele; Settembre DOC; deceduto”

  1. Sara ha detto:

    Andrò al concerto. Mai una volta che Latisana organizzi qualche evento intelligente, culturale, di buon gusto. Solo stereotipi. Non ricordo una manifestazione musicale per cui valesse la pena uscire di casa, da quando abito qui. Basta andare a Palazzolo per vedere vero teatro all’aperto e gratis in piazza, a Precenicco domani c’è il documentario sulle caserme dismesse nel FVG. Portoguraro ti rapisce con i suoi piccoli ma curati musei, Latisana? Nulla. Ripeto, andrò al concerto a San Michele, in attesa di vedere eventi altrettanto culturali ( e non solo cul…) anche di qua dall’acqua. Unica cosa carina? Il gemellaggio nel parco con birre e specialità austriache, interessante, gustoso e spero divertente, vedremo.

  2. Marta ha detto:

    Mamme, vogliamo alzare la voce? Ci stanno togliendo il diritto alla maternità, stanno facendo di tutto in regione per punirci in quanto donne. La Serracchiani probabilmente non ha bisogno del bonus bebè, e sembra che non abbia neanche istinto materno e rispetto per la vita. La Regione ha scelto di togliere il bonus bebè e di incentivare altri servizi (quali? asili nido gratuiti e adatti ai veri orari di lavoro delle lavoratrici del privato?), per ora sembra che verranno aiutate le famiglie numerose, e viste le statistiche sul numero di figli messi al mondo, difficilmente riguarderanno mamme italiane…. Alziamo la voce! Sarebbe ora che chi ci rappresenta a livello locale inizi a lottare per noi, e non contro di noi. Quando si discriminano le mamme e i bambini vuol dire che abbiamo toccato il fondo. (Ps non ho figli per cui poter chiedere il bonus e non ho intenzione di averne altri, ma mi indigno per queste VERE ingiustizie che denotano l’ipocrisia a livello regionale). Buoni e generosi con tutti, tranne che con i nostri….

  3. teresa ha detto:

    Gentile Sara, elogi gli spettacoli culturali del Veneto (comunque belli , ) e poi ti congratuli con il gemellaggio al parco con le birre austriache (comunque carino), boh non capisco !!!
    A Latisana di manifestazioni culturali ce ne sono sempre e di diverso genere, basta uscire e partecipare e solo dopo “criticare”. Tra gli ultimi spettacoli cui ho partecipato , la rassegna dei gruppo corali provenienti da tanti Comuni Friulani e dislocati in vari luoghi della Città: in Duomo, al parco Gaspari , al Tempio della Fam.Rossetti, alla cantina Toniatti .
    Questo è solo un esempio. Non sempre l’offerta corrisponde al gusto personale di ciascuno di noi ma partecipiamo, chi crea l’evento e chi si esibisce MERITA SEMPRE PUBBLICO

  4. cristina ha detto:

    – piazza indipendenza 31 maggio, concerto “primi 20 anni” scuola comunale di latisana. GRATIS
    – pala del veronese in Duomo e Tintoretto presso la chiesetta di Sant’Antonio – GRATIS
    – giardini aperti a Latisana 25 maggio – GRATIS
    – vari eventi organizzati da Anthea Art – GRATIS
    – rassegna “Cori in festa” – GRATIS
    – rassegna “Le perle di Latisana, Veronese, Tintoretto, Bortoloni” – GRATIS
    – rassegna “Il Tagliamento, Latisana, Hemingway” – GRATIS
    – rassegna “Latisana nella storia” a cura di Vinicio Galasso – GRATIS
    – “La Traviata” 12 luglio presso Odeon – GRATIS
    Altri ce ne sono stati altri ne seguiranno.
    Come vedi Sara, abiti in una città che come vedi non tu non vivi.

  5. Antonio ha detto:

    Sara e Marta, sollevate problemi importanti che meritano approfondimento e partecipazione diretta dei Cittadini per elaborare proposte che, evidentemente, “sfuggono” agli attuali amministratori. Vi aspettiamo stasera al Meetup 5 Stelle a Pertegada… vi ricordiamo, se ne aveste la necessità, che anche i bimbi sono ben accetti!

  6. Marta ha detto:

    Antonio, sono Marta, la mamma. Francamente a me non interessa politicizzare mamme e bimbi. Qualunque partito che agisca a favore delle famiglie e affronti (risolvendoli e non solo a promesse e parole) le problematiche delle mamme che lavorano o che cercano un lavoro, e dunque servizi per tutte le mamme, non solo quelle che sono dipendenti comunali o siano felicemente mantenute dal consorte, avrà il mio voto alle prossime elezioni. Invece vedo che chi arriva al potere fa sempre un passo indietro, e la cosa non mi piace. Chi agevola le famiglie già benestanti, chi agevola le famiglie numerose straniere, chi agevola chi ha già la fortuna di avere un lavoro con orario d’ufficio, comuni come Latisana che portano le fasce per i contributi al nido da 10 a 5, facendo pagare la stessa retta a chi ha 5.000 e chi ha 10.000 euro di isee. Chi agevola gli imprenditori turistici e non i lavoratori di quel settore, chi pensa che dare lavoro a un capo famiglia significa farlo lavorare 2 giorni a settimana, chi toglie bonus bebè perché non ha soldi e poi ne spende il doppio per i clandestini, una regione che negli ultimi 2 anni ha tolto i fondi per la formazione a favore dei cassa integrati e dei disoccupati in cambio di un bel nulla, sono mesi che non vengono attivate nemmeno le work experiences, le rette universitarie salgono anno dopo anno per impedire alla gente di studiare, e anche chi è riuscito ad avere un pezzo di carta guadagna la metà di chi si è fatto assumere da conoscenti e amici anche senza nessun titolo e nessuna esperienza. Scusate lo sfogo, un poco rivolto alla Regione, un poco al Comune, un poco alla malata mentalità italiota in cui essere furbi ha più valore di essere meritevoli. Non verrò a nessun incontro politico, metterò nero su bianco in una lettera ogni cosa che pretenderò da chi mi dovesse rappresentare, lo invierò a tutti i partiti politici e poi valuterò le risposte date anche esse nero su bianco e dunque pubblicabili sui giornali locali e nazionali in quanto promessa al pubblico. Poi sceglierò chi merita di essere votato, sempre in base alle promesse pubbliche scritte rivolte ala mia persona. Non perdo 2 ore di tempo a chi non risponde punto per punto ad ogni mia richiesta e non ha 2 ore per la mia famiglia.

  7. Antonio ha detto:

    Marta sei di diritto appartenente al Movimento 5 Stelle. Hai lo stesso pensiero la stessa idea e la volontà sincera di cambiare il modo di fare… (politica) in questo paese. Le tue affermazioni sono volte ad un miglioramento vero della cittadinanza senza scorciatoie o inciuci.
    Il fattore “bambini” è solo un modo di recare il minimo danno al normale rapporto familiare.
    Mentre per le mamme credo che debba essere diverso. Loro, voi, dovete essere parte attiva della politica perchè siete il fulcro su cui si regge famiglia, istruzione, economia, welfare e comunicazione.
    Se la politica non ascolta le mamme è destinata a fare quello che sta facendo ora: portare il paese allo scatafascio.
    p.s. ogni buona iniziativa sia che tu la scriva o che tu ci faccia l’onore di sottoporla personalmente sarà sicuramente presa in considerazione per proposte all’amministrazione comunale o regionale.

  8. davide ha detto:

    Marta, temo che tu abbia fatto un po’ di confusione… da un lato ci sono i partiti che bussano alla porta o fanno i banchetti un mese prima delle elezioni per “chiedere il voto” (come dici correttamente tu); dall’altro c’è un gruppo di Cittadini convinti che solo con l’impegno in prima persona si possano colmare le lacune che evidentemente peggiorano la nostra qualità della vita (e i tuoi numerosi post su questo blog credo siano abbastanza esemplificativi del peggioramento che percepisci). Credo che se tu ti limiterai a delegare “al miglior offerente” (chiunque sia) le sorti del nostro territorio e quindi anche della tua vita, non ti resterà che continuare a lamentarti di tutte le cose che non vanno… per questo credo che le ore che sottraiamo al nostro tempo libero e alle nostre famiglie per (pre)occuparci del bene pubblico non sia affatto tempo perso… rispetto comunque la tua opinione e sarai (tu e chiunque altro) sempre benvenuta se vorrai partecipare propositivamente ai nostri incontri.

  9. teresa ha detto:

    Marta, quante belle parole “sti politici” ma hai chiesto che tipo di lavoro svolgono loro e i loro famigliari ? nel privato o nel pubblico ? cosi giusto per capire se hanno i tuoi stessi problemi quotidiani, altrimenti parlate due lingue diverse .

  10. Marta ha detto:

    Infatti Teresa, loro hanno un lavoro, anzi, spesso anche più di un’entrata mensile in casa. Non devono contare i centesimi quando vanno a fare a spesa, non girano con macchine di 30 anni tenute insieme col nastro adesivo, non vanno a prendere la borsa alimentare alla Caritas, non lavano i piatti con la stessa acqua usata per cucinare la pasta, non passano le notti insonni sui libri (visto che di giorno tra il bimbo e i lavoretti con cui per fortuna uno paga la rata del mutuo)per prendere un altro ennesimo pezzo di carta, col rischio che il lavoro ci sarà sempre e solo per i figli/le mogli/gli amici di… Il non sapere per quante settimane potrai ancora dormire con un tetto sopra la testa, e dove dopo dovrai elemosinare qualche giorno qui e qualche giorno lì un letto per te e per il tuo bimbo. Non è solo un discorso di Latisana, è molto più generale. A Latisana c’è il problema in più che non esiste nessuna speranza, dovendo morire di turismo (sapete quanto odio questa parola!). Che poi a parlare vengano persone con la bella macchina nuova e la villetta a schiera pulita dalla signora che viene a ore…. beh, non abbiamo proprio nulla da condividere! Hai ragione!

  11. Mirco ha detto:

    Finalmente latisana punta sui giovani !!! Ci voleva una smorzata dagli anni passati .. aspetto con ansia il settembre doc.

  12. Giorgia ha detto:

    i panicles a latisana ?!! grandissimiiiiii complimenti all’organizzazione ero stufa di artisti “datati”
    Grandi panicles !

  13. Luca ha detto:

    Bene il programma Per settembre Doc.. buone le scelte sia degli artisti che delle proposte gastronomiche .. anche in questo periodo di crisi…nel quale non serve spendere migliaia di euro in presenze esagerate … Puntiamo alla qualità .
    finalmente quest’anno si prospetta un buon Settembre Doc
    Saluti

  14. Dario ha detto:

    Marta e Teresa so che parlare di politica innesca facilmente polemiche e quindi cercherò di mantenere un tono quanto più dimesso possibile.
    Dai vostri commenti, e dalle chiaccherate che occasionalmente mi capita di intraprendere, mi rendo conto che il lavoro che intende svolgere il Movimento 5 stelle sul territorio non è noto ai più, complice anche la totale disinformazione che i media contribuiscono a diffondere. L’attività che cerchiamo di portare avanti è: raccogliere le istanze di noi gente comune e sensibilizzare le amministrazioni a riguardo, in tutti i modi possibili e legali.
    Ho sempre considerato la politica una cosa sporca e catalizzatore di interessi personali, da quando frequento i meetup ho cominciato a nutrire una speranza nuova: che se un numero sufficiente di persone comuni comincia ad occuparsi di politica (gestione della cosa pubblica) esiste una possibilità di cambiamento.
    La conferma a questa mia speranza la ricevo ogni volta che qualcuno scopre l’attività dei nostri consiglieri regionali o dei nostri parlamentari, la frase che sento più spesso è: “Ah! non lo sapevo”.
    Un’altra conferma è data dalle testimonianze di chi ha fatto attivismo politico nei partiti e trova nei Meetup una considerazione e una democrazia che non ha mai visto prima.
    L’attivismo politico che sto sperimentando ha la connotazione di un’attività di volontariato, e proprio come sa chi fa del volontariato i soldi si spendono, non si guadagnano.
    Per quanto riguarda il lavoro io sono un fortunato ex-dipendente di Alitalia che nel lontano ottobre 2015 non avrà più un sostegno economico (avrò 51 anni).
    Alcuni di di noi lavorano, altri sono disoccupati, ci sono casalighe e pensionati. Potrebbe stupire constatare quanta normalità si respira durante un incontro.
    Forse la rivoluzione è in atto ma non abbiamo i mezzi per riconoscerla e quindi sostenerla.

I commenti sono disabilitati.