Il Bacucco suggerisce. Cosa fare nel fine settimana?

Alcune idee sperimentate e curiose per un fine settimana diverso

Proseguiamo con questa rubrica. Ecco alcuni suggerimenti per passare una mezza giornata diversa; sono idee semplici e che potete trovare in ogni sito dedicato al tempo libero, ma con una prerogativa: io le ho sperimentate tutte e quindi parlo per conoscenza diretta. Poi sta a voi decidere e criticare o approvare, magari … dopo.. aver provato. Una Sagra: sicuramente Friuli DOC a Udine;


è l’appuntamento più importante della regione, con oltre 100 stand e con tutta l’offerta eno gastronomica del Friuli Venezia Giulia, dai monti al mare, dai cjarsons al fritto misto passando per il toro di Buja e le oche di Morsano. Una bellissima festa, con prezzi calmierati, assortimento da record e tanta tantissima gente: se non ci siete mai stati è d’obbligo andarci e portare un amico, magari di quelli scettici su noi friulani “sotans”, forse lo siamo, ma a tavola siamo tutti dei RE! Se non sopportate la ressa e la calca di Friuli DOC, l’alternativa è Clauiano; conoscete Clauiano? Ci siete mai stati? È un piccolo borgo rurale nel comune di Trivignano Udinese, ma ci arrivate facilmente da Palmanova, porta Cividale e dove ci sono le caserme girate a sinistra: è stato tutto sistemato e rimesso a nuovo, anche con soldi pubblici, ma sono stati spesi bene e si vede. Vi fanno “Immaginare il tempo” che è una kermesse culturale di altissimo livello ma anche  ricca di proposte gastronomiche e del vino delle molte cantine della zona. Ancora una sorta di festa, ma la metto sotto la voce spaccio. Un Ristorante: Paulserhof; dal nome già si capisce che occorre andare lontano, ma noi latisanesi siamo famosi per essere come il prezzemolo, siamo. .. ovunque! Questo ristorante tipico dell’Alto Adige si trova a San Paolo, che è una frazione di Bolzano, sulla strada del Vino dalle parti del Lago di Caldaro e di Girlan; sappiate che alle nove di sera è praticamente vuoto perché sono abituati a mangiare presto e l’offerta è tipica di quelle parti con vini ottimi e prezzo ragionevoli sismo; vale la pena come tutta la zona che lo circonda. Infine un negozio o spaccio; questa volta è l’occasione che mi induce al consiglio: sabato 18 (domani) viene inaugurato il Parco Ungaretti a Castelnuovo, che è il colle dove ha sede la ditta Castelvecchio a Sagrado, appena oltre l’Isonzo tra Gradisca e Redipuglia; l’azienda Castelvecchio è famosissima per i suoi vini e soprattutto per aver rivalutato il Terrano del Carso, un vino difficile che qui trova la sua massima espressione; a fianco dell’azienda hanno aperto una barchessa per degustazione e vendita. Dicevamo dell’inaugurazione del parco dedicato a Ungaretti che qui combatté nella Grande Guerra e qui scrisse alcune tra le più famose poesie: la cerimonia, alle 11.00, alla presenza di Vittorio Sgarbi

Il Bacucco informato

Condividi il post!

PinIt