koiné, tex willer, o.k. corral, stipendi, immondizie, comitato toniatti, 4 e 55,

Apre Koinè

Sabato, a partire dalle ore 16.00, apre la Caffetteria e Pasticceria Koinè, la nuova avventura in Piazza Garibaldi del pasticcere e non solo, Dario Greco che, senza abbandonare laboratori e negozio di Via Goldoni, offrirà a Latisana una nuova e bella alternativa agli occhi e alla bocca.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo; si parla del Punto Nascita di Latisana

LE GRANDI BATTAGLIE …

Grazie Signor Sindaco per le indicazioni fornite su dove cercare l’impegno da Lei profuso assieme ad altri (il Consigliere Regionale Daniele Galasso) “conducendo battaglie che, sino ad ora hanno fermato la chiusura del punto nascita di Latisana” . Sempre benedetta sia la rete: PROVATE DA SOLI Cittadini (solito metodo):

–        Entrate in: google

–        Digitate: consiglio regionale del friuli venezia giulia 

–        Appare il sito con sulla sinistra la classica tendina, Cliccate sopra : Verbali commissioni e comitato.

–        Appare schermata ricerca verbali: Selezionare: legislatura X, Selezionare : III^ Commissione, Inserire parola chiave: noi abbiamo inserito “ PUNTO NASCITA LATISANA”. Con le parole chiave: Salvatore Benigno o Daniele Galasso e il risultato NON CAMBIA. Poi fate la stessa cosa per la IX^ Legislatura e cioè quella in cui nasce il tema che stiamo trattando.  E’ chiaro che i verbali riassumono e quindi sono limitati per natura ma eccoli qua!.

•        IX^ legislatura – Verbale 191 del 22/01/2008, punto 3 odg, audizione, presente la Sindaca di Latisana Micaela Sette e tanti altri. Giustamente e come sempre la Sindaca Sette centra l’obiettivo: se si parla di economicità e di riassetto bisogna sentire i territori. E dice che il territorio, in sede di Conferenza Permanente, anche se con molte assenze, aveva giudicato negativamente la revisione del servizio sanitario regionale proposta.  Quindi il nostro Sindaco Sette aveva già capito il tema e INDICAVA allora la strada da seguire.

… E’  anche poco carino non ricordarla fra coloro che hanno “condotto battaglie” avendo, Lei certamente, battagliato. Ma andiamo avanti.

•        X^ legislatura – Verbale 63 del 25/02/2010 (con allegato il  Piano con le modifiche apportate ecc.) sintesi oggetto: Approvazione preliminare – Punto Unico all’odg – inizio ore 10.00. Partecipano anche i Consiglieri Galasso e Moretton. Esposizione del piano dall’Assessore Kosic; intervento del Consigliere Galasso: “ … le modifiche sono un arricchimento … disponibilità finanziarie limitate … serve gerarchia delle azioni da intraprendere.” – …. “Ciò premesso propone di non procedere oltre nella discussione, viste le modifiche appena presentate, rinviando ad altra data l’espressione del parere”. Moretton si associa – chiusura della riunione ore 11.30. CIOE’ in unorettaemezza (1,5 ore) FATTO TUTTO!  TUTTO SU RICHIESTA DI GALASSO ! IL CONSIGLIERE REGIONALE DI RIFERIMENTO DELLA NOSTRA ZONA.  TUTTI A CASA E NE RIPARLEREMO!  E’ stata l’unica presenza verbalizzata del Consigliere Galasso  che è lo stesso che assieme a Lei Signor Sindaco “SI ERA ESPOSTO, CONDUCENDO BATTAGLIE CHE …”  … MA PER PIACERE !!!

•        X^ legislatura – Verbale 181 del 09/10/2012 – Punto 2 odg – inizio ore 10.00 e fine mattino ore 12,40 – Audizioni: presente anche il Sindaco Benigno nella sua veste di Presidente dei Sindaci di ambito distrettuale (… ma se non è mai andato alle riunioni della conferenza … vedi puntata precedente!) nel verbale afferma: “ … che il territorio offre diversi esempi virtuosi di riorganizzazione su area vasta. Sottolinea che è indispensabile salvaguardare il rapporto tra aziende territoriali e ospedali di rete. Si sofferma quindi sul tema della riorganizzazione dei punti nascita evidenziando l’esigenza di svolgere un ragionamento complessivo che coinvolga l’intero ambito regionale”.   Parla durante la mattinata, si sospende alle ore 12,40, si riprende alle ore 14,40 con le audizioni dei direttori generali delle ASS  e troviamo il Direttore della NOSTRA ASS che da tecnico, di fatto CHIUDE ogni possibilità parlando del Piano dell’Emergenza dal quale fa discendere l’adozione del Piano Materno Infantile ecc. “ … necessari per accompagnare un processo di riorganizzazione tale da garantire … la risposta ai bisogni assistenziali della popolazione a dall’altro la sostenibilità economica”.  CHIARO. TECNICO. NOMINATO DALLA REGIONE. INECCEPIBILE. NON POLITICO.

Ma di fatto, esprimendo un parere tecnico, si è per la chiusura del punto nascita.  E la politica,  e il territorio, dove sono? Dove sono state ?? Ma siamo a ottobre scorso che scoppia la questione e se ne riparla o mi sbaglio???

E la Sindaca Sette che li aveva avvisati e Lei si che aveva sciabolato fin dal 2008 ????

•        X^ legislatura – Verbale 182 del 10/10/2012 – il giorno dopo – NESSUNO DEI NOSTRI

Tutto ciò è la sintesi di tutti i verbali e le questioni documentate.  Ora, Signor Sindaco, diventa stucchevole e noioso, NON MI RISPONDA, e non mi faccia rispondere da altri se poi i risultati sono questi. Il Sindaco Sette aveva capito e tracciato la strada, poi NON AVETE perseguito l’obiettivo almeno fino ad ora.  Ma veramente c’è qualcuno che può pensare che una unica presenza verbalizzata del Consigliere Galasso ed una unica presenza verbalizzata del Sindaco Benigno con i contenuti esposti prima (verificabili in rete), Lei possa definirla con “… SI ERANO ESPOSTI, CONDUCENDO BATTAGLIE CHE, SINO A ORA HANNO FERMATO LA CHIUSURA DEL PUNTO NASCITA DI LATISANA”. … MA PER PIACERE !!!  — segue — clicca —

Quelli descritti sono fatti e verbali, carta scritta da altri, e poi sottoscritta nella seduta successiva, VOI potete avere parlato con l’UNIVERSO DELLA POLITICA ma il risultato è che NON SI E’ CHIUSO IL PUNTO NASCITA PERCHE’ SIAMO IN PERIODO ELETTORALE. POI SUCCEDERA’, SI CHIUDERA’ … SCOMMETTIAMO!!!   SE NON VOI GLI ALTRI LO CHIUDERANNO.  LO DICONO ANCHE NEI VERBALI: SE NON HAI FORZA POLITICA LA REGIONE TI SCHIACCIA. E NOI, LATISANA, NON ABBIAMO FORZA POLITICA.

Inoltre penso che sia giusto il suo pensiero quando dice “ … saranno gli elettori a giudicare l’operato del Sindaco”, preciso che hanno già cominciato domenica scorsa, e che quindi Lei ha perfettamente ragione. Ma gli elettori devono sapere e qualcuno ci deve pensare a far sapere.  Nel frattempo NON E’ sospeso il legittimo approfondimento, la condivisione e la critica soprattutto se a tutela degli interessi della collettività. E non se l’abbia a male perché persino il Papa Giovanni Paolo II diceva “ se sbaglierò voi mi correggerete”. E perché non dovrebbe valere anche per voi?

Le accuse, se lei le ritiene tali, sono circostanziate con documenti da tutti visionabili in quanto atti pubblici e non esiste denigrazione personale, me ne guarderei bene.   Conosco perfettamente le sfumature che possono portare a problemi legali.  E poi, sia a Lei che a quanti si pongono il quesito del chi è, vorrei anche dire di non fermarsi a guardare il dito che indica la luna ma di guardare la luna.  Detto ciò diciamo che in un paese come il nostro dove fioriscono gli pseudonimi e le lettere anonime (tralasciando le società segrete), forse manca la libertà di espressione che è un diritto di tutti perché serpeggia la paura/preoccupazione che, conoscendo chi ha il potere in mano, conoscendone i metodi, TE LA FACCIANO PAGARE.

Intanto, se non Vi siete accorti sono apparsi IL GATTO NERO, L’UOMO NERO, FRA BASTIANO, DIOGENE IL CINICO, TEX WILLER … oltre a tanti altri con nome e cognome, stanno crescendo in numero ed in contributi per far conoscere le cose. Una partecipazione diversa di pensiero.  Sono bloggers che leggono sulla rete, vivono fra la gente, sganciati da VOI e anche fra di loro, accomunati credo da uno splendido obiettivo: il bene di tutti. Lei compreso, anche per il suo bene Signor Sindaco. Penso e spero che saranno sempre di più e, con un certo anticipo, Le prometto che quando sarà il tempo, le lancerò un semplice messaggio: ARRENDETEVI SIETE CIRCONDATI.

TEX WILLER

n.d.b. ribadiamo, per chi leggesse per la prima volta, che noi sappiamo benissimo chi è Tex Willer, che ci scrive con la formula del “lettera firmata”.

Sfida all’O.K.Corral

Presi un po’ da….Tex Willer, giochiamo sui simboli classici, per parlare dell’articolo di ieri sul Messaggero Veneto. Da una parte il Comune che è certo di essere titolato alla proprietà e alla vendita del Lascito Toniatti; dall’altra parte il Comitato che invece dice che il Lascito appartiene agli anziani di Latisana, e per esse deve essere utilizzato; luogo della sfida, l’O.K. Corral nostrano, è la piazza, reale e virtuale; il Comune ha deciso di accelerare sul tema e ha messo in vendita praticamente tutto, con una asta da fare entro un mese o giù di lì. Il Comitato ha raccolto quante….un migliaio di firme?? E sta sensibilizzando la cittadinanza. Ora aspettiamo le prossime mosse.

4 euro e 55 centesimi

Senza commento, ecco l’atto ufficiale.

Immondizie

Sapete quando costa al Comune il servizio erogato dalla NET spa di Udine? Per la raccolta e lo smaltimento delle immondizie,  302.973, 30 al trimestre, ovvero 1.211.893 all’anno…………

Sindaco e giunta

Sapete quando prendono? Ecco i dati

Dal Comitato Lascito Toniatti, riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comunicato sulla giornata di raccolta di firme di mercoledì.  Se avevamo qualche preoccupazione per l’impegno che ci siamo dati come “Comitato per la difesa e la valorizzazione del lascito Toniatti”, la prima uscita pubblica effettuata mercoledì al mercato con la raccolta di firme in difesa dell’HOSPICE, ci è stata di conforto e di stimolo a proseguire in ciò che stiamo facendo.  La gente che abbiamo avvicinato o che si è avvicinata  di sua iniziativa, non solo ha apprezzato firmando numerosa  a sostegno  dell’impegno civile che cerchiamo di portare avanti (oltre 300 firme), ma ci ha ripetutamente raccomandato di essere presenti anche in altri luoghi, per dare modo ai cittadini di firmare e dare supporto alla nostra iniziativa.  Noi ovviamente chiedevamo il sostegno ai latisanesi, ma ci siamo trovati di fronte al fatto che anche altri (di Lignano, San Michele, ecc.) hanno chiesto di firmare a sostegno della proposta di mantenimento dell’HOSPICE all’interno dell’Ospedale. In più di qualche caso si è trattato di persone i cui conoscenti o congiunti hanno purtroppo avuto la dolorosa necessità di avvalersi di questa struttura. Soprattutto queste persone,  con la loro firma,  non solo hanno voluto dare sostegno alla nostra iniziativa, ma con la loro adesione   hanno voluto testimoniare il loro apprezzamento per la struttura dell’HOSPICE, lo sdegno per il progetto di trasferimento e anche la stima per il personale sanitario che vi opera.  Di questa giornata quindi , più che della soddisfazione di aver ricevuto riscontro per il nostro impegno che continuerà,  ci pare doveroso dare pubblicamente conto delle testimonianze di quelle persone che ci hanno raccontato, anche con emozione, della professionalità, della gentilezza e della sensibilità umana di cui danno prova ogni giorno infermiere e medici che operano nell’HOSPICE di Latisana. Per il Comitato

Pietro Pitacco

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “koiné, tex willer, o.k. corral, stipendi, immondizie, comitato toniatti, 4 e 55,”

  1. Luca C. 77 ha detto:

    Indennità di funzione mensile…. penso sia LORDA, NON netta…

I commenti sono disabilitati.