La Domenica del Bacucco: IN & OUT; L’Eco di Paperopoli; Aprilia Marittima; contributi, pochi; centro commerciale naturale; sovrapposizione di eventi; Paperopoli; Gattinon/Formentini/Galasso; Muzzana; Cardiologia a Portogruaro; consiglio comunale a Ronchis

Aprilia Marittima

Ricordiamo che l’Assessora Santoro sarà anche a Palazzolo dello Stella, per un convegno, lunedì mattina.

conferenza dragaggi 30.11.2015
Contributi, un problema.

L’altro giorno abbiamo pubblicato la notizia dei contributi erogati dalla Provincia di Udine ( abbiamo un assessore della zona, Carlo Teghil) e che hanno premiato molti comuni anche piccoli e Latisana e Lignano nulla o quasi, se si eccettuano i 10.000 (!!!) euro dati al Premio Latisana per il Nord Est. Oggi vediamo quello che troviamo sull’albo pretorio della Regione, ovvero l’elenco dei contributi per le strutture scolastiche e per lo sport, impianti.

Cominciamo dal piano per l’edilizia scolastica; la Regione ha stanziato 56 contributi per un totale di 21.365.00 euro, quaranta miliardi per non dimenticarci…. Se voi scorrete l’elenco troverete San Giorgio di Nogaro, Rivignano-Teor, Cervignano e Torviscosa, per restare in zona. Troverete molti soldi dati a comuni piccoli e non troverete nessuna scuola comunale di Latisana o di Lignano Sabbiadoro. Delle due l’una, o abbiamo scuole comunali perfette, o non sappiamo ottenere contributi.

Se andiamo a vedere il lungo elenco di contributi erogati per la riqualificazione degli impianti sportivi, va anche peggio. La somma a disposizione ammonta a 2.725.000 euro e le domande accolte e finanziate sono state 82 e l’elenco lo trovate sul sito della Regione. Latisana e Lignano? C’è Carlino, San Giorgio di Nogaro, Cervignano, Muzzana, Morsano e Varmo, sempre per restare in zona. La domanda della piscina di Latisana, 32.500 euro, è fuori classifica e Lignano Sabbiadoro non c’è. Anche qui si può fare lo stesso ragionamento, anche se a vedere gli impianti, soprattutto a Latisana, c’è molto da sorprendersi. Poi c’è un però, grave, eccolo.

L’allegato “B” della delibera riporta le domande che non sono state ammesse; come leggete il Comune di Latisana si è vista rifiutata la domanda di contributo per “ ..domanda inviata fuori termine..” . Ora io non ne capisco molto di amministrazione e burocrazia, ma credo che se una domanda scade il 10, tu debba farla il 9, non l’11…. Se ti sposi il 17 marzo, non è che vai all’altare il 18….. Io non so se è colpa dell’Assessore che ha dato indicazioni erronee, del Capo Ufficio che non è stato attento o dell’impiegato che ha sbagliato; però vorrei saperlo, vorrei capire come sia possibile che un Comune ( noi tutti) perda dei soldi per un errore così banale come il non rispetto delle scadenze. Mi auguro sia stata una cosa inevitabile, ma se così non fosse….

domanda fuori termine

Sovrapposizione di eventi

Sabato alle 17.30 performance artistica per l’inaugurazione della scultura ricavata dalla zelkova, all’Intermodale; alle 18.30 al Polifunzionale la conclusione delle iniziative della settimana per la lotta alla violenza sulle donne; stimolante la partecipazione attiva dei ragazzi della classe terza media. Due avvenimenti che potevano essere programmati in giornate diverse, volendo. O no? Ecco comunque alcune foto dei due appuntamenti.

zelkova 1

zelkova 2

zelkova 3

zelkova 4

donne 1

donne 2

donne 3

donne 4

donne 5

Consiglio Comunale a Ronchis

il CONSIGLIO COMUNALE si riunirà il giorno 30/11/2015 alle ore: 17:00 presso la sala consiliare per la discussione del seguente ordine del giorno:

1 Comunicazioni del Vice Sindaco

2 Lettura ed approvazione verbali seduta precedente

3 Ratifica della deliberazione della Giunta Comunale n. 63 del 11/11/2015, avente ad oggetto “Art. 42, comma 4 ed art. 175 commi 4 e 5 del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267 e smi. Variazione in via d’urgenza al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015. Terza variazione.”

4 Art. 175, comma 8, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267 e smi. Assestamento generale del bilancio annuale di previsione per l’esercizio finanziario 2015. Variazione al bilancio pluriennale 2015/2017. Quarta variazione.

5 Modifica e proroga e convenzione quadro Associazione Intercomunale Riviera Turistica Friulana

6 Integrazione in CAFC S.p.A. del Consorzio Acquedotto Cornappo previa trasformazione dello stesso in società di capitali e successivo conferimento della stessa a CAFC S.p.A. -Determinazioni

7 L.R. 14/2002 e s.m. ed i. – D.P.G.R. 05.06.2003, n. 0165/Pres.. I aggiornamento del programma triennale 2015-2017 dei lavori pubblici e dell’elenco annuale 2015 dei lavori pubblici approvato con deliberazione del C.C. n. 31/2015 del 31/07/2015 – immediatamente eseguibile.

Centro Commerciale Naturale

Lignano Sabbiadoro ha avuto un contributo di 40.000 euro per fare il “Lignano Shopping”, ovvero il centro commerciale naturale. In ambito UTI credo che Latisana (Andrea Tognato, Piero De Marchi e Antonio Dalla Mora) potrebbe dare delle lezioni su come si fa un centro commerciale naturale agli amici lignanesi……

Gattinon/Formentini/Galasso

gattinon galasso

Da Valerio Formentini riceviamo e pubblichiamo. Si tratta di un articolo di Vinicio Galasso; postiamo solo la prima pagina, l’articolo è troppo lungo, ma il tutto si può liberamente scaricare dal sito della Società Filologica Friulana. Il prof. Galasso ci segnala anche che si sta alacremente lavorando per portare in scena la commedia seicentesca in riduzione moderna (Pier Paolo Sovran e altri) e di come sarebbe opportuno che il Comune aiutasse questa azione. Ecco il testo di Valerio che accompagna l’articolo.   Sul Gattinon, ti allego un articolo del nostro Vinicio Galasso apparso sul “Sot la Nape” della Soc. Filologica Friulana. Valerio.

Muzzana

Dal Gazzettino apprendiamo che il Comune di Muzzana ( ditta esterna) ha inviato i bollettini per la Tari indicando come pagamento il 31 novembre. Facile e ovvia l’ironia dei cittadini.

IN & OUT

in out

In. La Cresima a Latisana

Out. Il brutto fatto a Ronchis

Out. Ospedale….. solo politica e niente Sanità

Out. La scultura della zelkova, inaugurata anni dopo che è stata esposta.

In. La mostra fotografica della Casa di Riposo

In. Aprilia Marittima anche in inverno

Out. Come si mangia in certi posti

In & Out. Gli addobbi natalizi…come se fosse una cosa poco sentita..

… e a Paperopoli, che si dice?

Sabato a pranzo, i volontari che hanno animato il bel chiosco della Zucca e Vin Novello, si sono ritrovati a tavola per un momento conviviale legato appunto al recente San Martino. La sede della Protezione Civile è stata il teatro di una pastasciutta e altre bontà con ospiti illustri. Ricordiamo che il chiosco era stato allestito dagli operai del Comune con appunto la collaborazione della Protezione Civile e che il gazebo era stato pagato dal Comune. Giusto quindi festeggiare con chi ha lavorato; peccato non essere stati invitati, noi come tutti i latisanesi: in fin dei conti tutti i cittadini hanno collaborato, con te tasse, o no?

degustazione civile

Cardiologia a Portogruaro

dichiarazione alla stampa da parte del segretario di circolo del pd di Portogruaro. – L’Ulss 10, con nota del 24 novembre 2015, ha comunicato la disattivazione di tutti i posti letto di Cardiologia presso il presidio ospedaliero di Portogruaro.   Da tempo i consiglieri regionali del PD hanno chiesto in Quinta Commissione regionale un’analisi complessiva della situazione dell’Ulss 10 al fine di dare risposte coerenti rispetto al fabbisogno di salute del Veneto Orientale.

Il Comitato salute bene primario di Portogruaro ha chiaramente elencato i rischi che possono derivare dalla completa disattivazione delle degenze del reparto di cardiologia. La Conferenza dei Sindaci ha espresso tutta la sua preoccupazione ed ha invitato la Regione a rivedere tale decisione. Sono stati richiesti incontri, sono state presentate interrogazioni consiliari e regionali, ma non e’ servito a nulla. la regione e la direzione dell’ulss n.10 non vogliono e non hanno ascoltato nessuno. Dal 1° dicembre saranno disattivati 19 posti letto di degenze di cardiologia a Portogruaro, con contestuale attivazione di 22 posti letto presso la degenza cardiologica di San Donà di Piave. A Portogruaro sarà mantenuta l’attività ambulatoriale, ma non ci sara’ una guardia cardiologica attiva. Per la gestione delle urgenze, sarà disponibile un sistema di teleconsulto, insomma al bisogno gli ECG dei pazienti verranno trasmessi a San Donà di Piave per via telematica. Le criticità ed i rischi di queste scelta sono evidenti. Il teleconsulto e, in caso di emergenza, il trasporto dei pazienti a San Donà di Piave non possono garantire un servizio di pronto intervento adeguato.

La Regione e la direzione dell’ulss scelgono ancora una volta di smantellare il presidio ospedaliero di Portogruaro. I malati non possono sentirsi sicuri con servizi inadeguati e scelgono sempre di piu altri ospedali, soprattutto del vicino Friuli Venezia Giulia. In questo modo aumenta la spesa pubblica ed aumentano le spese che devono sostenere i cittadini. Il Sindaco di Portogruaro ed il Consigliere Regionale Barbisan, in occasione di un recente sit- in presso l’ospedale di Portogruaro, hanno assicurato il loro impegno per il potenziamento ed il miglioramento dei servizi del nostro ospedale. FINORA però di concreto c’è stata solo la chiusura di cardiologia e a tutt’oggi Ginecologia, Ostetricia e Pediatria hanno un futuro incerto. Chiediamo al Sindaco di Portogruaro ed al Consigliere Regionale Barbisan, che esigano dall’assessore regionale quantomeno l’immediata sospensione delle decisioni del direttore dell’ulss Bramezza

L’Eco di Paperopoli

l'eco_di_paperopoli

Domenica 22 novembre

In pagina regionale i dati sui punti nascita fino al 30 settembre; Latisana si attesta sui 336, con circa la metà che viene da fuori regione. Palmanova di più; la Telesca dice che si sta ancora ragionando sulle tendenze e sui dati. In cronaca ancora la polemica tra Comitato Punto Nascita e Benigno sull’inutile allarmismo; poi i nuovi parcometri e la possibilità di affidare esternamente il servizio e la riscossione, il che vuol dire, come a Lignano, multe ferocissime.

Lunedì 23 novembre

In cronaca la nota del centro sinistra per Latisana che dichiara fiducia in Telesca e auspica chiarezza sull’Ospedale di Latisana. Poi l’incidente di Ronchis con una punto grigia contro il muro di una casa; ferito un latisanese di 24 anni.

Martedì 24 novembre

In cronaca di Udine finisce il brutto episodio del furto e rapina fatto a Ronchis ai danni di una ultranovantenne; la ragazza e il complice si sono accaniti contro una povera nonnina indifesa, scippandole la catenina e poi strappandole a forza gli anelli. Delinquenti da galera. Poi, come per Lignano, anche a Latisana il taglio degli alberi, cin un articolo molto duro che elenca tutte le piante che verranno tagliate, con foto. Articolo di Padovano che avvisa delle nuove telecamere installate a San Michele, una leggi-targhe anche sul ponte che unisce con Latisana. Annunciati gli eventi del fine settimana per la giornata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

Mercoledì 25 novembre

Gazzettino e Messaggero dedicano spazio agli albanesi condannati per rapida nel 2011 a turisti lombardi alloggiati a Latisana Camping Girasole; 5 anni. Bene direi. Annunciata l’inagurazione della scultura ricavata dal tronco della zelkova che si vede da anni all’Intermodale; appuntamento ieri alle 17.30. Sempre al Centro Intermodale il chiosco informativo, ovvero un sistema digitale collegato con la banca dati turistica regionale; lunedì il gemellaggio tra Latisana e la Fiera di S. Andrea di Portogruaro, nella cittadina venera. Poi il titolo sbagliato dell’intervento di Fantin di Forza Italia contro la Telesca; si tratta di Giovani di Forza Italia e non Movimento 5 Stelle naturalmente.

Giovedì 26 novembre

Ovviamente c’è la correzione dell’articolo di ieri, Forza Italia e non M5Stelle sulla Telesca. Poi l’annuncio del wifi gratuito in centro a Latisana, grazie a un accordo con la Regione. Via Isonzo, si asfalta e quindi piccoli disagi (senso unico) per due giorni. La festa dei Carabinieri con la Santa Messa.

Venerdì 27 novembre

Si parla del Canale Coron, dei dragaggi e dell’appuntamento di domani lunedì in Aprilia Marittima con l’Assessora Santoro e i sindaci e amministratori della zona. L’appuntamento di ieri per la settimana dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

Sabato 28 novembre

La Regione ha corretto il tiro sul Piano di Assetto Idrogeologico, riducendo il livello di rischio per tutta Latisana; a trarne vantaggio soprattutto la zona di Aprilia Marittima dove ora si può edificare. Prima no. Notizia di giudiziaria poi per una persona che ora abita a Latisana; i fatti all’Ospedale di Cattinara più di un anno fa. Festa del ringraziamento itinerante; stamattina domenica a Latisanotta.

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “La Domenica del Bacucco: IN & OUT; L’Eco di Paperopoli; Aprilia Marittima; contributi, pochi; centro commerciale naturale; sovrapposizione di eventi; Paperopoli; Gattinon/Formentini/Galasso; Muzzana; Cardiologia a Portogruaro; consiglio comunale a Ronchis”

  1. valerio ha detto:

    La Zelkova, oltre che con manifestazioni come questa, si onora con il reimpianto di una ZelKova che i posteri nel 2215 godranno come fino all’altro ieri facevamo noi. Il vederla crescere ci farà sempre ricordare quella perduta.
    Quel Gaspare Luigi Gaspari che l’aveva piantata non pensava certo di vederla grande e possente come noi l’abbiamo ammirata. E già che ci siamo non guasterebbe un bel censimento (facciamolo fare alle scuole) del patrimonio arboreo comunale.
    Il Comune comunque (se non lo ha già fatto) potrebbe acquisire il materiale fotografico sulla Zelkova, anche apparso ad es. sul volume “I giganti della memoria”.

  2. cristian ha detto:

    Chissà se:
    – domani chiederanno alla Santoro i soldi per fare il centro weelness per le cure termali che ci hanno raccontato quelli di Roma la settima scorsa;
    – qualcuno si interesserà di portare lo spettacolo di Gattinon a Latisana,e magari a patrocinarlo;
    – se la “degustazione Civile” con sede del direttivo presso il bar Olimpico, centro cottura e dispensa a Crosere e location televisiva sul lungo argine, un giorno potrà essere degna di essere chiamata Protezione Civile. Ormai il capo chef lo ridono in tutto il Friuli, o meglio ci ridono!

  3. Emilio ha detto:

    Valerio, devo dire che apprezzo molto la sua proposta, semplice ed intelligente. Le radici di un territorio, glielo dico da non friulano, credo si possano tremandare anche con idee come la sua.
    chissa’ che in comune non ci sia qualcuno in futuro con idee semplici ma efficaci.
    buona domenica a tutti

  4. ilsabbionero ha detto:

    Se non riuscivano a fare una scultura più bella…..

I commenti sono disabilitati.