La Domenica del Bacucco; L’Eco di Paperopoli; punto nascita; Viale Stazione; concerti; inaugurazione stagione

Da: Antonio Gaudiano

Oggetto: Mozione regionale M5S per mantenimento del punto nascita a Latisana.   Riforma sanitaria, il MoVimento 5 Stelle presenta una mozione in difesa del punto nascita e del reparto di pediatria di Latisana: «È un presidio assolutamente indispensabile della rete ospedaliera regionale»

Il MoVimento 5 Stelle ha deciso di depositare una mozione – primo firmatario Andrea Ussai – per mantenere il punto nascita e il reparto di pediatria a Latisana a causa della inaccettabile incertezza sulle sue sorti che si trascina colpevolmente da anni. Ad aggravare ulteriormente il quadro sono state alcune manovre organizzative adottate nell’ultimo biennio che hanno depauperato l’organico medico e ostetrico del presidio e una campagna mediatica che ha fornito un’immagine poco attrattiva del punto nascita. Il risultato finale è stato un peggioramento del clima e delle difficoltà che ogni giorno si trovano a vivere operatori ed utenti dell’ospedale di Latisana.

Come M5S siamo fermamente convinti che debba essere mantenuto presso la sede di Latisana il Punto nascita assieme alle degenze di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia. Non può infatti essere il mero numero dei parti il fattore determinante nella scelta di quale punto nascita mantenere tra Palmanova e Latisana. Al contrario deve essere tenuta in debita considerazione la particolare posizione geografica dell’ospedale di Latisana, che lo pone – al pari di quello di Tolmezzo – come un presidio assolutamente indispensabile della rete ospedaliera regionale in grado di garantire criteri di equità nell’accessibilità e nella fruibilità dei servizi sanitari per tutti i cittadini del Friuli Venezia Giulia. Criteri, questi ultimi, chiaramente enunciati come principi ispiratori dell’attuale riforma sanitaria.

In caso contrario, la chiusura di un servizio basilare per un ospedale di rete quale l’intera area materno-infantile avrebbe come effetto il ridimensionamento, in poco tempo, di tutto l’ospedale, come è sempre avvenuto in Fvg in casi analoghi (Cividale, Gemona, Maniago, Sacile, etc.). In pratica verrebbe messo in discussione un ospedale di rete, che attualmente è il quarto in regione come numero di prestazioni di PS e per almeno quattro mesi l’anno ha il bacino di utenza più alto dell’intero Friuli Venezia Giulia.

Siamo altresì convinti che questa scelta di politica sanitaria regionale non possa essere affidata ad un Direttore generale o a qualche tecnico, ma che debba essere la politica ad assumersi la responsabilità di decidere seguendo il buon senso e l’interesse collettivo, prescindendo dalla convenienza o dall’appartenenza partitica.

Hanno presenziato i consiglieri regionali del M5S Andrea Ussai, Eleonora Frattolin e Cristian Sergo, gli attivisti della Bassa Friulana in Movimento Sclosa Giuseppe, Dario Gallo e Antonio Gaudiano.   Ė intervenuta alla conferenza Renata Zago in qualità di rappresentante del comitato nascere a Latisana.

Nota del Bacucco. Siccome siamo come sempre provocatori, facciamo una domanda al Movimento 5 Stelle senza volere risposta, perché già sappiamo che la risposta non sarebbe totalmente sincera; talvolta, soprattutto in politica, sono più importanti però le domande delle risposte. Ecco la domanda: Voi del Movimento 5 Stelle, se la Regione mantiene il Punto Nascita e Pediatria a Latisana, vi alleate col PD per portare via al centro destra dopo oltre 20 anni la guida del Comune? Si o no? Non serve rispondere, grazie.

Viale Stazione

Angolo Via Zorutti, sabato.

stazione_zorutti_1

stazione_zorutti_2

stazione_zorutti_3

n.d.b. non amo le spie, ma qualcuno sicuramente era amico di qualcuno…. e quel qualcuno magari ci dice privatamente….quella poltrona era di……   così lo avvisiamo degli orari del magazzino comunale…

Concerti

Sappiamo che la brava semi Assessora Lauretta Iuretig è occupata a trovare un collegamento tra Dante e la Prima Guerra Mondiale che possa giustificare le cose che verranno fatte a Latisana, ma nel frattempo dovrebbe anche spiegarci una cosa. Sabato sera, ieri, al Polifunzionale c’è stato un concerto di Musica; sabato sera, ieri, a Latisanotta c’è stato un concerto di Musica. Ora, essendo che Latisana non è Milano e quindi gli appassionati di musica sono numericamente inferiori, come riesce a spiegare che due avvenimenti in fotocopia siano stati organizzati nello stesso momento a 1 chilometro di distanza? Troppo occupata con Dante? OK…e gli uffici? …non hanno un calendario degli eventi dove viene evidenziata la sovrapposizione?? E la Pro Capoluogo, non ha segnalato la cosa? Cara Lauretta, sei brava e occupata, ma così si mortifica il lavoro dei volontari, e non va bene.

L’Eco di Paperopoli

l'eco_di_paperopoli

Domenica 10 maggio

Pesante articolo su quanto accaduto a due latisanesi che sono stati costretti a scendere dal treno che li riportava a casa da Milano. La disavventura causata, a quanto si legge, da un errore nella compilazione del biglietto, ma sembra davvero incredibile che le ferrovia abbiamo fatto scendere due persone senza credere alla loro storia. Anche se si tratta di errore, credo ci sia un limite alla fiscalità dei controllori; speriamo in una smentita o in un chiarimento/scuse.

Lunedì 11 maggio

Nulla.

Martedì 12 maggio

Nulla.

Mercoledì 13 maggio

Brutta la storia di presunta malasanità legata alla morte di un nascituro a Latisana; risvolti legali e azioni civili dopo le prime sentenze. Parla anche Trenitalia per difendersi dalle accuse dopo il fatto dei due anziano scesi a Vicenza a causa di un biglietto non corrispondente alle loro necessità, ma comunque pagato. L’ente dice di non aver colpa e di non aver nemmeno fatto multe. Meno male…. I due anziani invece presentano reclamo. Inaugurazione della stagione turistica, annunciata oggi e prevista per ieri, sabato in Aprilia Marittima alla presenza del Sindaco e dell’Assessora Santoro. Premiati anche operatori di Aprilia. Infine assemblea dell’Associazione Donatori Organi.

Giovedì 14 maggio

Il Gazzettino spara in prima pagina la vicenda giudiziaria della Casa di Riposo, con le richieste dell’accusa di quasi 500.000 euro di danni a carico di sette persone coinvolte nella brutta vicenda di anni fa. Udienza proprio giovedì. Sul Messaggero il Comune dichiara guerra ai piccioni; grande articolo sul Messaggero che appunto parla delle multe che si possono prendere se si dà da mangiare ai volatili e delle accortezze prese e da prendere per limitare la diffusione di questi volatili. Taglio basso per l’articolo delle due ragazzine che hanno dato fuoco alla palma in Piazza Garibaldi, gesto stupido e speriamo che le telecamere le abbiamo inquadrate. Intervento dei vigli per spegnere le fiamme. Comunicato poi dei 5 Stelle per la piccola criminalità a Latisana e Pertegada e accuse dirette all’Amministrazione e all’Assessora Spagnolo nella lettera firmata da Gaudiano.

Venerdì 15 maggio

Doppio articolo, pagine Giorno e Notte e cronaca, per il concerto della San Paolino a Latisanotta, ieri sera; i Centri Estivi, cala ancora il contributo del Comune che mette a disposizione 20.000 euro, il resto sarà a carico di chi lo frequenta. Va a finire che ad una famiglia tutto il periodo arriva a costare 500 euro. Spagnolo e Gaudiano, botta e risposta sul tema della sicurezza e la polemica col M 5 Stelle.

Sabato 16 maggio

In cronaca i due albanesi di venti anni arrestati dai Carabinieri di Latisana per furto, il colpo più grosso in una casa di Carlino. Nelle pagine Cultura una mostra di quadri di Pirandello a Latisana, apertura giovedì, in Banca. Potenza dello sponsor.

Inaugurazione stagione

Bella giornata di sole per l’inaugurazione in Aprilia Marittima della stagione 2015; grazie per le foto.

inaugurazione_1

inaugurazione_2

assessora_santoro_rid

Droga e Expo

Uno studente delle superiori della Bassa friulana è stato beccato con droga all’Expo mentre era in gita. Sospesa dalla scuola per una settimana.

Condividi il post!

PinIt

7 commenti su “La Domenica del Bacucco; L’Eco di Paperopoli; punto nascita; Viale Stazione; concerti; inaugurazione stagione”

  1. davide ha detto:

    Bacucco, mi piace la tua idea di porre una domanda retorica, la cui risposta non è richiesta perché implicita nella domanda stessa… allora ne faccio una anch’io: quanti del circolo PD latisanese verranno al nostro banchetto domani mattina (domenica, alle 10.30 in piazza Garibaldi) a firmare per il Reddito Minimo Garantito regionale (che c’era anche nel programma della Serracchiani) e per il mantenimento del Punto Nascita del nostro Ospedale? Non serve rispondere, grazie.

  2. Luciano Pick ha detto:

    Non serrve chiedere! Prego !

  3. Paolo Miotto ha detto:

    Adesso tutti a correre dietro al punto nascita,non ci sono altri problemi? Mi pare che il Bacucco abbia una bella lista che pubblica ogni giorno,ebbene,non c’è stato un solo partito,ma che dico?Un solo movimento,oppure una sola persona,tranne il pirata e Valerio,che abbiano risposto e fatto una proposta seria per cercare di risolverne almeno un paio!!!!!
    Invece,tutti a correre dietro al boccone grosso,senza dire che le scelte che vengono fatte a Trieste,sono fatte!!!Ci sarebbero stati altri modi in altri tempi,per cercare di influenzare le suddette operazioni,invece,tutti coperti e allineati,sperando in qualche boutade…
    Verranno le elezioni,per cambiare tutto senza cambiare niente,più che a Latisana,sembra di essere nel Gattopardo….

  4. Carlos ha detto:

    Caro Davide,
    io sono venuto spesso sotto il vostro banchetto. E a dire il vero ho anche firmato per il reddito di cittadinanza. Avevo firmato come atto di fiducia per una proposta che, appunto, stava anche nel programma della Serracchiani e del PD. Quella proposta è stata depositata dal vostro consigliere regionale Sergo. Come dissi a te e ad altri che eravate lì sotto il banchetto: la proposta del M5S è una discreta proposta, ma ha alcuni punti che operativamente non condividevo. Mi sembrava però giusto firmare.
    Ora so che la Giunta Regionale sta lavorando ad una proposta di Reddito di cittadinanza (si chiamerà diversamente) sensibilmente diversa dalla vostra, ma non così distante, su cui ci potrebbe essere una convergenza. Questo è quello che mi auguro. Dovrebbe essere pronta a settembre. Vi propongo fin da subito un dibattito aperto a livello locale su questo tema. I comuni – tra servizio sociale comunale e centro per l’impiego – avranno un ruolo attuativo importante.
    Sul Punto Nascite. Non è per voler mettere per forza la paternità a iniziative del Partito che al momento rappresento, però a luglio dell’anno scorso noi abbiamo detto sui giornali e in consiglio comunale due cose 1) che il punto nascita va tenuto a Latisana praticamente per gli stessi motivi che (adesso) indicate voi (e che sono stati fatti propri da tutti, ma ripeto: l’ordine del giorno al consiglio aperto al Teatro Odeon era a firma Fantin e Simonin); 2) che il Sindaco Benigno stava sbagliando tempi e modi per quella battaglia: oltretutto l’iniziativa veniva da una parte politica poco credibile. Ma non in generale, nello specifico, visto che il punto nascite è stato depauperato ad opera della Giunta Tondo.
    Sul punto nascite ho chiesto tempo fa ad Antonio Gaudiano se era possibile una iniziativa comune, ma sostanzialmente non ho ricevuto risposta. L’ho risentito un mesetto fa per capire se si poteva iniziare un dialogo su proposte concrete. Mi è stato, giustamente, risposto che “valuteremo proposte concrete”. Certo, come quella sul punto nascita, ora fatta propria da voi con il vostro marchio.
    Su altri temi: abbiamo presentato una proposta concreta per la riqualificazione di Piazza Santo Spirito a Pertegada, con una serata pubblica aperta a tutti circa un anno fa. Che ne pensate/pensavate?
    Il punto, caro Davide (che hai già avuto in passato esperienze politiche), è che è difficile avvicinarsi a voi che siete così PURI in spirito. Voi, semplicemente, non volete dialogare con Carlos, Luca, Massimo ecc. (persone che come voi fanno volontariato politico e fanno politiche in un momento storico in cui è difficilissimo) perché oggi portiamo addosso un marchio che voi già considerate “infame” e con ciò ogni dialogo con noi, a livello locale, è difficile. Forse mi sbaglio, davvero lo spero e ribadisco la mia disponibilità a confrontarmi con voi su temi locali e non.
    Carlos

  5. davide ha detto:

    Caro Carlos
    Ho letto con interesse il tuo pacato commento e ritengo di dover altrettanto pacatamente risponderti per precisare alcune inesattezze che ho riscontrato. Avrei potuto scriverti una mail privata per non tediare i frequentatori di questo blog con quello che sembra un dialogo ristretto a due persone, ma trovo corretto farlo pubblicamente in virtù del ruolo politico che tu, a differenza di me, ricopri.
    Anzitutto permettimi di precisare che tu non sei mai venuto ai nostri banchetti; casomai durante le tue legittime passeggiate domenicali ti abbiamo intercettato e tu, garbatamente, ti sei fermato a salutare qualche istante; è andata così anche in occasione della tua firma sulla petizione per la nostra proposta di Reddito Minimo Garantito regionale: ti ho praticamente “rincorso” e, dopo averti ricordato che la medesima promessa elettorale era stata fatta anche dalla tua candidata, ti ho “costretto” moralmente a firmare; tu l’hai fatto e ti riconosco la coerenza. A parte te, nessuno del tuo direttivo ti ha emulato.
    Come sempre facciamo ad ogni livello in cui sono presenti i nostri Portavoce, discutiamo apertamente sulle proposte e saremo ben lieti se la nostra assidua azione sul territorio porterà la Giunta Regionale a discutere di una misura di Reddito di Cittadinanza, o come lo si vorrà chiamare; come sempre vigileremo attentamente perché non accada (come sempre accaduto finora) che di una buona proposta rimanga solo il titolo, svuotato di ogni contenuto a puro scopo propagandistico.
    Sul Punto Nascite non metto in dubbio ciò che scrivi, ma ciò che conta sono i voti nelle stanze in cui si decide. Noi, fin dall’inizio, abbiamo creato un reale e sincero collegamento con i nostri Portavoce in Consiglio Regionale che hanno appoggiato senza indugi una battaglia molto sentita nel nostro Comune (che è nata prima di noi e a prescindere da noi) e che il tuo partito non ha avuto la forza o la voglia di sostenere fino in fondo. Non è questione di “marchi”, noi ci limitiamo a fare ciò per cui siamo nati: sostenere con tutti i nostri mezzi le giuste battaglie dei nostri concittadini, anche e soprattutto quando queste vengono snobbate dai politici di professione, noi che tali non siamo.
    L’iniziativa comune sul Punto Nascite non ha bisogno di essere concordata “politicamente”: sostenete l’iniziativa delle “cartoline” del Comitato (ci riferiscono che su questo siete sostanzialmente “assenti”) e convincete i vostri rappresentanti in Consiglio Regionale a votare la mozione che il MoVimento 5 Stelle ha presentato per il mantenimento del Punto Nascite (e reparti ad esso collegati).
    Parli di una nostra presunta chiusura al dialogo con persone, sicuramente affabili, come te e Luca: eppure proprio Luca, in un primo momento disponibile a venire a certificare la nostra raccolta firme, ha poi dovuto fare un passo indietro per “ordini di scuderia” (“i Latisanesi non capirebbero l’accostamento tra il PD e il M5S”, ci disse), confondendo colpevolmente il suo ruolo di militante con quello di Consigliere Comunale rappresentante di TUTTI i Cittadini, a cui il nostro ordinamento affida il Dovere Morale di agevolare l’iniziativa legislativa popolare. Questo è il tipo di dialogo che intendete nel PD?
    Caro Carlos, hai ragione a ricordare che ho già avuto esperienze politiche in passato; ti dirò di più: ho iniziato ad appassionarmi alla Politica (con la P maiuscola) ancora prima di avere il diritto di voto, perché l’ho sempre considerata come una delle forme di volontariato sociale più alte, nonostante il tuo partito, assieme agli altri, si sia prodigato per decenni per sporcare questa parola ed emarginare agli occhi dei Cittadini coloro i quali se ne occupano, come interessati solo alla “poltrona”… e come dar loro torto?
    In questo, hai ragione, siamo puri di spirito e contiamo di rimanerlo.

  6. il_bacucco ha detto:

    @ davide e carlos, grazie per i vostri interessanti pareri. mi spiace leggere, spero sia inesatto, di Luca Abriola che si rifiuta di certificare le firme, sarebbe davvero difficile da capire, soprattutto per il passato (Bersani che cerca Grillo e Renzi che dialoga in Parlamento con grillini ed ex grillini) e per il futuro ( a Latisana solo uniti a formare una squadra si vince)

  7. davide ha detto:

    No, non è inesatto. Ovviamente il buon Luca non è stato l’unico contattato, ma al pari degli altri (di maggioranza e opposizione) ha declinato. Se ricordi, infatti, ai primi banchetti non abbiamo potuto raccogliere firme per l’assenza del certificatore (tu stesso, Bacucco, ci prendesti un po’ in giro per questo), almeno fino a quando non abbiamo avuto la disponibilità di Ezio Simonin, che approfittiamo nuovamente per ringraziare.

I commenti sono disabilitati.