La domenica del Bacucco: Messattino della settimana; la diga e i rifiuti; murales; Confartigianato; Jazz

Diga e rifiuti

Leggiamo con  piacere che il sindaco Benigno sta pressando le Ferrovie perché levino la massa legnosa depositata sotto il ponte ferroviario; siamo certi che egli, da dipendente pubblico attento alla spesa pubblica, si adopererà per far si che venga agevolata l’azione di recupero e, come aveva fatto Lignano due anni fa e come hanno fatto nel Veneto…

http://www.noodls.com/view/EABA001325B85E62BDD265F762F33E16C17DA504?2172xxx1392151727

http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2013/04/13/news/recuperi-rifiuti-spiaggiati-accordo-tra-veneto-e-friuli-1.6878133

….si sia già adoperato per declassificare quel legname da rifiuto speciale e  legna da ardere, come è stato fatto e come è possibile fare. Ma sicuramente Benigno ne sa molto più di noi.

Confartigianato

Assemblea a Latisana sabato pomeriggio della Confartigianato di Udine; al caldo, come hanno twittato i partecipanti evidentemente orfani di un climatizzatore, con il saluto del Sindaco Benigno che ha invocato la deroga al patto di stabilità per poter spendere l’avanzo di bilancio.

Jazz

Scadono il 10 giugno i termini per le domande del concorso jazz di Aprilia Marittima – Latisana; esibizioni ( dalle 18.00) e finali (dalle 21.00)  il 22 giugno, domenica, in Aprilia. Monte premi 2.000 euro.

Murales: oggi a Cividale, domani speriamo anche a Latisana

andrea1

Comune di Cividale del Friuli. L’arte del graffito porta un sorriso in città

Un tocco di colore al bocciodromo (foto Giorgia Carlig). Un’intera parete di un bocciodromo colorata di rosa e ravvvata dalle belle e dolci immagini di una mamma gatto che gioca con i suoi piccoli fra i fiori  e i gomitoli. Questa è stata l’inedita e gradita sorpresa che l’amministrazione comunale ha riservato agli abitanti della frazione di Rualis. Bambini incuriositi, giovani e famiglie hanno, infatti, potuto osservare da vicino, nell’arco di pochi giorni, la nascita di un graffito d’arte, dalle prime verniciate con lo spray alla trasformazione di un muro grigio di cemento in un messaggio di serenità ed affetto.  L’autore è un giovane artista di Monfalcone, Andrea Antoni, laureato in Tecnologia multimediale ed esperto di studi grafici. Antoni dipinge graffiti dal 1997 con uno stile tridimensionale che si distingue dalla massa. È stato invitato a dipingere a varie manifestazioni, sia locali che internazionali, realizzandolo lavori sia in Italia che all’Estero (Svizzera, Olanda, Stati Uniti, ecc). Oltre a questo si occupa di grafica per siti web, creazione marchi, cataloghi, ecc. È il fondatore di Be Happy Project che porta avanti iniziative sociali tramite i graffiti.    L’artista a Cividale ha rappresentato la tematica della Festa della Mamma, tratta dalle dodici immagini già ideate per il  calendario 2014 Be Happy Project. Le altre immagini andranno a colorare diverse città del Friuli Venezia Giulia. Una volta completata la serie dei dodici graffiti sarà organizzata una mostra in cui verranno esposte anche le tele che riproducono i graffiti e due foto, scattate sempre da diversi fotografi, per ogni tematica.    “Cividale è stata molto felice di accogliere l’iniziativa e di sostenere questa realizzazione – commenta il sindaco Stefano Balloch – che ha portato arte, colore e vivacità in una zona adibita a spazio pubblico e ludico”.    Come infatti precisa il sindaco Balloch “il contesto scelto è sicuramente tra i più adatti nella città perché vicino a due scuole, al nuovo spazio giochi e alla casetta dell’acqua”. “E’ importante far comprendere alle giovani generazioni che è possibile dipingere senza deturpare il suolo pubblico, anzi arricchendolo il territorio”.  Questo, di Antoni, non è infatti un banale murales, è un’opera che fa comprendere al pubblico che il graffito, se fatto con un certo criterio, può essere apprezzato come forma d’arte che nulla ha da invidiare alle opere d’arte più classiche.

andrea2

Messattino della settimana:

messattino

Domenica 1 giugno

Iniziamo dal Messaggero:  in alto la cattura a Milano di 4 albanesi ricercati per reati vari e autori di furti a Latisana e altre località; recuperata anche refurtiva. Poi taglio centrale per l’inaugurazione della stagione di Aprilia Marittima, i 40 anni della darsena centrale e le buone notizie portate dall’assessora regionale Santoro per dragaggi e rotonda sulla 354. Infine la riapertura e il funzionamento del ponte girevole di Bevazzana, perfetto per le biciclette; orari e tempistica da definire, ma l’importante è che l’opera sia stata rimessa in funzione. Sul Gazzettino la cattura dei 4 albanesi è in prima pagina anche; articolo per il concerto della Scuola Comunale di Musica in Piazza Indipendenza, con la parata dei sindaci.

Lunedì 2 giugno

Nulla sul Gazzettino, nulla sul Mess.

Martedì 3 giugno

Nulla su entrambi i giornali

Mercoledì 4 giugno

Nulla sul Gazzettino. Sul Messaggero due articoli; nel primo si annuncia l’ultimo appuntamento con la lettura, fatto venerdì scorso. Nel secondo cronaca e foto per la trasferta in Sicilia della classe quinta delle elementari di Latisanotta, con la nave della legalità a Palermo. Soddisfazione da parte di tutti, alunni, insegnanti e genitori.

Giovedì 5 giugno

Nulla sul Gazzettino. Sul Messaggero la protesta del Comitato Toniatti in quanto il Sindaco non porta in discussione la loro richiesta in consiglio comunale; poi un’azione dei Carabinieri che hanno sventato un paio di furti e recuperato la refurtiva, bene e bravi.

Venerdì 6 giugno

Nulla sul Gazzettino; sul Messaggero in cronaca di Palmanova l’abbandono di Zanelli che lascia l’azienda sanitaria per andare in Lombardia. In cronaca le preoccupazioni del Sindaco sugli effetti della sentenza della Corte di Cassazione sul blocco delle spese del personale, che potrebbe riguardare anche le spese per i contratti dei lavori socialmente utili, quelli part time insomma.

Sabato 7 giugno

Nulla sul Gazzettino. Sul Messaggero si parla della diga di legnami sotto il ponte con le spiegazioni del Sindaco che ha dato una accelerata alla questione, pressando le Ferrovie per la rimozione. Poi vengono annunciati due appuntamenti di eri: il saggio del Centro Danza all’Odeon e il congresso provinciale della Confartigianato alla Bella Venezia.

Condividi il post!

PinIt