La domenica del Bacucco: NCD e Colautti; Fantin; Messattino della settimana; Paperopoli; Movimento 5 Stelle;

NCD e Colautti

Ora è ufficiale, la Corte dei Conti ha condannato in primo grado il capogruppo in Regione del Nuovo Centro Destra Alessandro Colautti per lo scandalo del rimborsi facili. Naturalmente ci sono altri gradi di giudizio. Colautti nel 1993, da ex segretario del PSI, era stato arrestato per la vicenda di tangentopoli. Sono fatti suoi ovviamente e gli auguriamo di dimostrare la sua innocenza. Al momento però è stato condannato: sarebbe interessante capire come la pensano le tre anime del Nuovo Centro Destra di Latisana; sarebbe interessante capire se Cicuttin e Lauricella, oppure Sclosa e Serafini, o ancora Valvason e Costanza, sarebbero lieti di ospitare Colautti per una promozione del partito a Latisana. Oppure, in caso contrario, se ne prendono le distanze. Di questi tempi la sensibilità della gente per questo tipo di problematiche è aumentata. Non sarebbe male capire di più. Sempre con l’augurio che Colautti possa dimostrare la sua innocenza. Poi magari aspettiamo commenti di F.I. per Pedicini e Galasso e del PD per Orsoni, della Lega per Bossi jr eccetera eccetera.

Le Dimissioni di Orlando Fantin

Nei commenti.

Verso le amministrative 2016: Movimento 5 Stelle

Movimento o partito che sia, la sua giovane età impedisce di fare dei ragionamenti basati sull’esperienza, in più in questo Movimento, quasi tutto viene deciso a livello di vertice (Grillo – Casaleggio) e francamente credo poco alla serietà dei sondaggi fatti  attraverso la rete, come l’ultimo che ha sancito l’alleanza con Farage, senza ammettere l’opzione Verdi. Dico questo con dispiacere perché la scelta se correre con una propria lista o meno alle amministrative di Latisana, non verrà fatta localmente, ma dipenderà dalle decisioni fatte altrove e poi, magari, avvallate dall’ennesimo sondaggio on line. Detto questo non si può far finta di nulla e occorre ricordarsi che il M5Stelle ha preso circa il 20% dei voti alle recenti Europee; se poi questa percentuale possa essere applicata (in aumento o diminuzione) alle comunali, dipenderà ovviamente molto dalla faccia del Candidato Sindaco. Personalmente non credo che possano farcela da soli, anche se i vari EXPO e MOSE stanno aiutando non poco il Movimento di Grillo, con la tara però del voto locale, diverso da quello nazionale. Se trovassero un candidato forte e una ottima squadra, potrebbero anche farcela, ma non è semplice. Più realistico parlare di convergenza su progetti e programmi e decalogo delle cose da fare, ma se questo va bene in Parlamento, a livello comunale occorre fare alleanze e la domanda è sempre la stessa: meglio perdere bene da soli o vincere male in compagnia?

3 su 185

Vi ricordate la campagna elettorale del 2011? Certo che ve la ricordate; dieci liste in gara e un esercito di ben 185 candidati a ricoprire il ruolo di consigliere comunale. Una bella lotta ed evidentemente molta voglia di entrare in Municipio e contare qualcosa. Tanta gente che chiedeva voti, pochi eletti, solo 21. Ma ci sono state già tre dimissioni. Non deve stupire la cosa, ma va comunque sottolineato il fatto; prima Gianfelice Colonna (Serafini al suo posto), poi Andrea Tognato ( Martinis), infine Orlando Fantin (Abriola), pur con motivazioni diversissime, hanno mollato il posto. Auguri ai nuovi e restiamo in attesa del quarto.

Messattino della settimana

top five messaggero latisana

Domenica 8 giugno

Nulla sul Gazzettino; sul Messaggero c’è l’annuncio del Jazz Contest di Aprilia Marittima, iscrizioni scadute il 10 giugno.

Lunedì 9 giugno

Il Gazzettino ospita nella pagina spettacoli il Jazz di Aprilia Marittima, il 10 scadevano le domande; nel titolo si parla di dieci gruppi ammessi alla finale del 22 giugno, ma ovviamente non si sa se sono state almeno dieci le domande di ammissione. Idem per il Messaggero  con foto

Martedì 10 giugno

Nulla sul Gazzettino. Sul Messaggero c’è la rapina in banca a Cesarolo; poi il Sindaco Benigno che sollecita la Telesca sul discorso Sanità Regionale e difende le azioni dell’Ambito dei 13 comuni della Bassa friulana occidentale. Infine c’è la cronaca della assemblea degli artigiani di sabato, con circa 100 presenti.

Mercoledì 11 giugno

Nulla sul Gazzettino; sul Messaggero troviamo l’annuncio, scontato, del rinvio della TASI, deciso dal Governo. Le aliquote verranno discusse in sede di bilancio preventivo (quello del 2014, anche se siamo a metà anno…). Si parla poi dell’iniziativa di educazione stradale, conclusa nelle scuole elementari e asili. Poi la nota del DVD dei Nomadi con il Coro è più bello insieme, di Latisana. Infine il latisanese Claudio Morsanutto, investito con la sua bici alla rotatoria di ingresso a Bibione.

Giovedì 12 giugno

Sul Gazzettino leggiamo, dopo giorni, della notizia di Zanelli che molla l’ASS 5 per andare in Lombardia; peccato, era latisanese e forse guardava con un buon occhio verso di noi. Sul Messaggero articolo dedicato ad Aprilia Marittima, che parte bene con la sua stagione e con io pontili pieni di barche; annunciato il programma delle attività di questo mese, con varie iniziative e la premiazione dei turisti più affezionati. C’è poi la menzione del Coro E’ più bello insieme nel dvd dei Nomadi.

Venerdì 13 giugno

Nulla sul Gazzettino se si eccettua un articolo fatto a San Giorgio che evidenzia le proteste dei pendolari della tratta ferroviaria Venezia Trieste; ovviamente coinvolta anche Latisana. Sul Messaggero l’annuncio della serata dedicata al Diabete, venerdì, e poi la dotazione di spray al peperoncino per i vigili di Latisana. Può provocare – leggiamo – anche arresto respiratorio e per questo è stato allertato anche il Pronto Soccorso. Un uso corretto non sarebbe male, basta evitare gli eccessi all’americana ovviamente.

Sabato 14 giugno

Nulla sul Gazzettino. Sul Messaggero le dimissioni da consigliere di Orlando Fantin; gli subentra Abriola. Poi viene presentata l’iniziativa dei cori di oggi e le escursioni fatte assieme ad esperti per conoscere Latisana.

…e a Paperopoli, che si dice?

paperino cip e ciop

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “La domenica del Bacucco: NCD e Colautti; Fantin; Messattino della settimana; Paperopoli; Movimento 5 Stelle;”

  1. Dario ha detto:

    Hai ragione Bacucco… in effetti se si va alla pagina http://www.meetup.com/Movimento-5-Stelle-Bassa-Friulana/ in cui quotidianamente vengono elencate tutte le iniziative PUBBLICHE e APERTE A TUTTI del meetup locale è evidente la longa manus dell’urlatore genovese… pensa che una domenica mattina il gazebo in piazza Garibaldi era già montato quando è arrivata una telefonata minacciosa da Milano che ha intimato di smantellare tutto… l’ironia è l’unica risposta possibile al luogo comune disinformato e disinformante…

    Se invece ti riferisci al fatto che sono i fondatori del MoVimento a decidere la concessione del simbolo ad una nuova lista, sulla base dell’onorabilità dei richiedenti e della loro fedina penale pulita, allora hai ragione… d’altronde, se lo facessero tutti i partiti, forse non avremmo avuto il Colautti di cui parli più sopra… ma si sa, il MoVimento è un gruppo di fascistelli con la fissa dell’ONESTA’… robe improponibili in Italia…

    Sulle votazioni online, rispetto ai 30.000 cittadini che hanno partecipato alla scelta del MoVimento, quanti hanno potuto scegliere che il PD entrasse nel PSE (il cui programma di continuità in Europa è esattamente il contrario di quanto va mentendo Renzi a tutti i media compiacenti)? Quanti hanno potuto scegliere che FI restasse nel PPE (dove Berlusconi è apprezzato come la sabbia nelle mutande)? E via elencando…

    Purtroppo non basterebbero dieci EXPO e altrettanti MOSE per convincere gli italiani a scegliere l’onestà… troppi decenni di malaffare diffuso e incontrastato hanno assuefatto le persone e li hanno convinti che la scelta migliore non sia affidarsi al più onesto e competente, ma al più furbo e affabulatore… mettiamo il nostro futuro e quello dei nostri figli nelle mani di persone che, nella vita reale, non vorremmo avere neanche per vicini di casa…

    Il meetup del MoVimento 5 Stelle locale non agisce in funzione delle prossime scadenze elettorali, quello lo lasciamo fare agli altri; al contrario raccoglie quotidianamente le istanze dei cittadini per cercare di dare quelle risposte che, in un paese normale, dovrebbero dare gli eletti (di ogni parte) ed è pronto a ragionare su ogni singola proposta di buon senso da qualunque parte arrivi… quindi, spiace deluderti, ma liste e candidati non sono in cima alle priorità e non è il MoVimento che deve “farcela” (usando un tuo termine forse più adatto ad una competizione sportiva), bensì tutti i cittadini del nostro Comune, da chiunque amministrati. Per questo la tua ultima domanda (“meglio perdere bene da soli o vincere male in compagnia?”) ha una risposta evidente: da più di vent’anni a Latisana abbiamo politici che “vincono male in compagnia” e a perdere sono tutti i cittadini… vogliamo continuare così?

I commenti sono disabilitati.