LA REGIONE PROMETTE IL PRESIDIO PEDIATRICO H24

“E’ con grande soddisfazione che l’UTI Riviera Bassa Friulana registra un primo l’impegno assunto da parte della Regione, per il tramite dell’assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca, di organizzare una  presenza pediatrica h24, 7 giorni su 7, per 365 giorni l’anno nell’ospedale di Latisana dopo la chiusura del reparto materno infantile del mese di marzo scorso”. Lo comunicano oggi i Sindaci di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, di Latisana, Daniele Galizio e di Precenicco, Andrea De Nicolò anche a nome degli altri Sindaci dell’UTI Riviera Bassa Friulana, all’indomani della seconda seduta del tavolo tecnico politico per discutere sul futuro dell’Ospedale di Latisana. “Punto di riferimento per tutti i comuni della Bassa – hanno sottolineato i Sindaci -, la cui efficienza è molto importante per tutto il territorio e per Lignano, che durante l’estate diventa la più grande città della regione in termini di abitanti”. La seduta, svoltasi ieri nella sede della direzione Regionale, a Udine, ha visto la presenza, oltre che dei Sindaci di Lignano, Latisana e Precenicco, dell’Assessore regionale alla salute Telesca, dell’Assessore alla salute di Latisana Massarutto, del direttore regionale centrale della Salute e Politiche sociali, Adriano Marcolongo, e della professoressa Paola Cogo direttore della clinica pediatrica di Udine e il tecnico di lungo corso Giorgio Mattassi, del primario del Reparto di Neonatologia dell’azienda ospedaliera universitaria di Udine, Luigi Cattarossi.

“Questa seconda seduta è stata una proficua tappa del percorso che abbiamo intrapreso quando, con l’assessore Telesca e la presidente della Regione Debora Serracchiani – hanno spiegato i Sindaci -, si è deciso di costituire un tavolo tecnico politico per affrontare le questioni riguardanti il futuro dell’ospedale di Latisana e la sanità nella bassa occidentale”.

Dopo la sospensione avvenuta la scorsa primavera, del punto nascita dell’ospedale di Latisana, “abbiamo sentito l’urgenza di riportare l’attenzione della Regione sul presidio pediatrico e, in particolare sulla necessità di garantirlo oltre l’attuale attività ambulatoriale prevista per 12 ore al giorno, ampliando il numero dei pediatri, estendendo il presidio anche alle ore notturne e rendendo disponibile uno spazio per le degenze e le osservazioni pediatriche, per evitare che un minore debba essere trasportato all’ospedale di Palmanova o a quello di Udine per mancanza di una valutazione pediatrica in loco, fatti salvi i casi più gravi che richiedono il trasferimento verso gli ospedali hub”.

La Regione ha risposto ponendo l’attenzione sul tema della urgenza ed emergenza pediatrica e della criticita di reclutamento di pediatri ospedalieri e ha assicurato una revisione complessiva dell’organizzazione che garantirà di superare le criticita poste.un passo . avanti molto significativo, in attesa del prossimo incontro, già calendarizzato per l’8 novembre, quando il tavolo tecnico si riunirà ancora nella sede della Regione a Udine, “per affrontare anche altri aspetti legati all’ospedale di Latisana, perché siamo partiti dalla sicurezza pediatrica, ma intendiamo continuare questo dialogo con l’Amministrazione regionale anche su altre importanti questioni e per affermare nuovamente l’importanza strategica di un Ospedale di confine come quello di Latisana”.

FONTI: www.udine.20.it; www.galizio.it

 

Condividi il post!

PinIt