laguna, galleggiamento, ospedale e menegaldo 2

Convegno sulla Laguna

Organizzato da Assonautica Udine; “Laguna strategica, navigabile e vivibile per tutti”   che si terrà venerdì 15 febbraio 2013 alle ore 15.30 nella Vecchia Pescheria a Marano Lagunare. Ecco la locandina

Riceviamo e volentieri pubblichiamo – lettera firmata

Buon giorno sto rispondendo al mess. pubblicato sul fb….  Come una delle tante mamme sono curiosa il motivo, perché non siamo informate sui nostri diritti, durante il parto e dopo…..  Si tratta della anestesia parto che qui in questa regione mi sembra ed è un TABù o il prelievo dal cordone ombelicale…..  Xche non siamo informate e perché non possiamo scegliere e decidere noi e lo fanno per noi gli altri??? Dal 2013 l’epidurale diventa gratuito e garantito in tutti gli ospedali

by Redazione DonnaWebFebruary 2, 2013

Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha stabilito che nel 2013 l’epidurale diventa gratuito e garantito in tutti gli ospedali.  Con la fine del 2012 si è appreso che l’epidurale diventa garantito e soprattutto gratuito, merito del ministro della Salute, Renato Balduzzi che ha lavorato sui Livelli Essenziali di Assistenza.  Dal 2013 nella lista dei servizi essenziali arriva quindi anche l’epidurale, riconosciuto come un vero e proprio diritto per le partorienti, che fino all’anno precedente era possibilità di poche.  Infatti, solo il 10% delle mamme italiane riusciva ad ottenere l’anestesia al momento del parto contro il 70% nel Regno Unito, il 60% in Spagna, il 35% in Francia, il 30% in Germania, questo a causa della mancanza di anestesisti ( non sempre presenti nelle strutture o assenti duranti i turni notturni).     grazie….( Petra)

Da Luca Menegaldo la seconda puntata

COME PROMESSO……  ELEZIONI

Siamo a ridosso delle elezioni nazionali si è scatenata la caccia al voto per far pendere l’ago della bilancia o da una parte o dall’altra, per ora i “nostri” regionali non sono ancora scesi in campo. I pannelli solitamente  dedicati ai tradizionali manifesti pubblicitari dei politici sono desolatamente vuoti (l’avete notato?), tranne per uno che ha fatto capolino qualche giorno fa,  e si riferisce all’incontro con il nostro(nostro nel senso territoriale)  candidato la “ Tathcher de noialtri” Il consigliere comunale Micaela Sette nel centro polifunzionale qualche giorno fa . Non una foto non un ritratto o un disegno insomma a circa due settimane dalle elezioni non si vedono facce. Effetto della spending review? Mah.. lo spero…. dopo tanti caffè rimborsati non è avanzato  1€ per qualche santino?   Comunque vorrei anche far notare che non c’è solo la Sette candidata delle nostre zone alle nazionali, ma anche Marco Donà ( con Fratelli d’Italia) del vicino comune di Lignano.  La sua tra l’altro, ho saputo, non era la sola candidatura nella stessa lista di un altro locale (latisanese)…..le voci che circolano dicono che abbia fatto un passo indietro per poi candidarsi alle regionali….sarà vero? Lo scopriremo solo vivendo (diceva una vecchia canzone) intanto scopro che sul sito della nuova formazione politica il referente latisanese è lui…. ti allego foto che non lascia spazio a dubbi.

Stasera poi riunione in quel della locanda “da…….”con la partecipazione straordinaria di Venier Romano…a parlare di…..riorganizzazione sanitaria…..ma guarda un po’………………….  Spot elettorale per qualcuno?….  Fine seconda puntata

Per i consiglieri di minoranza

A futura memoria, consigliamo ai consiglieri di leggere questo paragrafo, sulla cosiddetta “norma di galleggiamento”…

http://www.aranagenzia.it/araninforma/index.php/gennaio-2012/68-focus/265-lintervento-della-legge-n-1832011-sul-galleggiamento-dei-segretari-comunali-e-provinciali

ne pubblichiamo uno stralcio per far capire di cosa parliamo….

“A titolo esemplificativo, si consideri l’ipotesi in cui un segretario comunale guadagni 40 come retribuzione di posizione, ed uno dei suoi dirigenti (il più pagato) prenda invece 80. In tal caso il segretario potrà ottenere ulteriori 20 (50% della posizione) come aumento della posizione ai sensi del decentrato del 2003 (arrivando così a 60), e potrà coprire la residua differenza applicando il galleggiamento (per una somma pari a 20); la seconda, invece, applica prima il galleggiamento e solo dopo l’aumento della posizione. Riprendendo il precedente esempio, il segretario si fa erogare 40 come galleggiamento (arrivando così ad 80), e solo successivamente applica l’aumento del 50% della posizione, pervenendo così a 120”……..

Condividi il post!

PinIt

8 commenti su “laguna, galleggiamento, ospedale e menegaldo 2”

  1. Luca C. 77 ha detto:

    A me nella foto sembra Antonino (Nino) Leanza che alle ultime elezioni Latisanesi era in lista con FLI ed ora lo si vede vicino alla Meloni (Meloni ex AN ex PDL – ma cmq attualmente in coalizione con il PDL ma non di certo con FLI non essendo filo-finiana)… altro cambio bandiera come il suo ex candidato sindaco? P.S. Alle prossime elezioni non dimentichiamoci di quelli che han fatto il salto della quaglia prendendo in giro gli elettori! (salto della quaglia -da wikipedia:
    In natura la quaglia, quando è inseguita dai cani, prima di fermarsi e acquattarsi, dopo aver corso a piedi (di pedina), fa un salto in modo da disorientare i cani.

    Da ciò deriva il modo di dire comune per indicare che una persona vuole cambiare repentinamente “discorso” (cioè argomento) o comportamento per disorientare l’interlocutore o l’osservatore.)

  2. G.Galasso ha detto:

    Posso confermare di aver sentito la stessa voce di corridoio per quanto riguarda Nino Leanza ed una rinuncia importante che ha scelto di fare a livello di carriera personale, pur di poter dedicare la propria esperienza alla politica locale.
    Un progetto nobile nel quale, ovviamente, non camminerà da solo.

  3. Laura ha detto:

    Cara Petra io ho partorito il mio secondo bambino a marzo dell’anno scorso all’ospedale di Latisana e posso dirti che a circa un mese dalla data presunta del parto ho fatto la visita anestesiologica per il parto in analgesia e sono stata informata sulla possibilità di donare il cordone ombelicale,gesto meraviglioso a parere mio.Non ho chiesto nulla ,è stato il mio ginecologo in ospedale a darmi queste informazioni .

  4. il_bacucco ha detto:

    bravo medico

  5. petra ha detto:

    Ciao laura allora hai avuto la fortuna di aver un medico cosi.Non tutte di noi sono cosi fortunate di poter avere il medico che ti segue x tutta la gravidanza.E per ogni visita sborsare 100 euro.Cosi ogni visita ho avuto un altro medico e nn mi ero trovata bene,tante volte nn ho avuto neanche la risposta della visita e ho dovuto chiedere alla infermiera se va tutto bene,ma dove cavolo siamo finiti.Ho capito che nn sono it ma mio marito é it e si era arrabiato tantissimo che sto medico napoletano era uscito sensa una risposta ne saluto.E poi al riguardo della anestesia mia amica ha partprito da poco e nn era informata di nulla xcio vedi te cara laura….;)

  6. Laura ha detto:

    Anche io ho fatto gli esami di routine con medici diversi ogni volta nn credere e posso capire l’apprensione che c’è .Sul fatto che ho trovato un bravo medico,concordo con te.E per come la vedo io, nn ci devono essere differenze .Di nessun tipo

  7. claudia ha detto:

    vorrei asprimere a Petra il mio dispiacere per ciò che non ha trovato a suo favore ma non credo si parli di italiani o extracomunitari. Io ho partorito l’ultima bimba 3 anni fa e non c’erano ne donazione di cordone ombelicale ne epidurale ma mi sono informata io delle possibilità in altri ospedali.Non ho trovato sempre medici professionali ma confermo che sono momenti in cui noi donne siamo particolarmente apprensive ed è facile giudicare incompetente chi non ci dice tutta la situazione per filo e per segno. Sulla mancanca dell’epidurale vorrei dire che noi siamo nati senza,è sicuramente un vantaggio degli ultimi anni,contro il dolore ma poniamoci sulla mancanza di anestesiti,non per l’epidurale ma per parti difficili,quando un bimbo rischia la morte o va in sofferenza fetale e c’è urgenza di un cesareo e non c’è l’anestesista,credo che sia per questi motivi che bisogna lottare affinchè restino aperti i reparti e rafforzato il personale.

  8. petra ha detto:

    Ecco il discorso è questo,xche dobbiamo essere sempre noi a crcare le nostre popssibilita anche x le cose cosi banali….?E giu essere informate e cercare anche noi da sole,ma certe cose almeno cosi banali nel 2013 dai…..Purtroppo la diferenzatra nazionalita ce e cooome care mie….Ma prima o poi arrivera a tutti…
    Sono consapevole che noi siamo nate senza epidurale,ma cavoliii posso scegliere io?Claudia hai scritto che nel caso dei problemi durante parto devono intervenire…si ma se una volta la donna sente effeto del epidurale il parto potrebbe venire anche senza anestesia totale….;) xcio nn è che ce una diferenza…….E SE CE UN MODO PER NON SOFFRIRE COSI,APROFITIAMONE…..

I commenti sono disabilitati.