lascito toniatti, consiglio comunale, paperopoli, romeni, orchestra e verdi, turismo e ciclo turismo e pista ciclabile, 354

Consiglio Comunale

Tutto come da copione o quasi durante il Consiglio Comunale di mercoledì. Il nutrito ordine del giorno è stato sviluppato e votato secondo la normalità, con la maggioranza compatta o con i due astenuti (Cicuttin e Lauricella sull’addetto stampa), e la minoranza compatta o meno (Sclosa e Serafini lasciati soli dai colleghi di opposizione sempre sul caso addetto stampa). La serata, sempre con pubblico quasi assente, è iniziata con le comunicazioni del Sindaco su Via Volton da sistemare, su Equitalia che ha chiuso e  sui vini vincenti di un’azienda locale. Poi la question time su Via Trieste, pericolosa e inadeguata e sulla assurda mini rotatoria di Via Fontanini, zona Ospedale. Interrogazioni e ordini del giorno tutti non accettati dalla maggioranza: sull’allargamento del Municipio (ex Cigaina) che sarà operativo a ottobre, sule piste ciclabili dell’Aster, sull’addetto stampa e sul referendum sul Lascito Toniatti, con la contrapposizione in fotocopia della serata all’Odeon. Poi via via i vari punti tutti licenziati su Tares, Imu, Irpef, Smaltimento Rifiuti, Difensore Civico e massimo 3 assessori esterni. La maggioranza va, la minoranza fa quel che può.

Sulla serata dell’Odeon, riceviamo e volentieri pubblichiamo — segue  — clicca  —

Autore: Ferruccio Casasola .  —  Non voglio entrare nel merito del dibattito sulla cittadella della salute che, a parer mio, è finito in un sostanziale pareggio, per cui ognuno è rimasto sulle proprie posizioni. Significativo mi è invece sembrato l’intervento del giovane latisanese ( credo Lorenzo Cigaina, forse compagno di scuola di mio figlio) che ha avuto il coraggio di intervenire e di comunicare il proprio pensiero ad una platea di addetti ai lavori, o presunti tali. Ma se Latisana “è brutta” è solo colpa degli amministratori, dei cittadini che votano sempre allo stesso modo, del sistema ? Non è forse colpa anche dei giovani che si disinteressano della cosa pubblica, della politica intesa come cosa inutile e sporca o si limitano a sporadiche partecipazioni ?  Per far politica non è necessario avere tessere di partito, è sufficiente avere idee e veicolarle attraverso gli innumerevoli mezzi di comunicazione a disposizione della società moderna, ed i giovani sono i soli che, con la loro energia, volontà determinazione possono scardinare dalle fondamenta un sistema politico sclerotizzato ed inefficiente. Perché ad esempio i giovani, almeno quelli interessati, non creano dei “gruppi di pressione” che facciano arrivare al sistema , all’amministrazione (magari attraverso i consiglieri comunali, di maggioranza od opposizione poco importa), le proprie idee, proposte per migliorare la nostra realtà socio economica in fase di decadenza?   Coraggio ragazzi, “Siete voi giovani che dovete tirare i sassi nei vetri. Così quando i vetri si rompono, noi vecchi ci rendiamo conto che era il momento di cambiarli! ( Così F. Parri si rivolgeva ad un giovane laureando nel lontano 1959, ma l’incitamento rimane di estrema attualità – da “Il Revisionista” di Gianpaolo Pansa).

n.d.b. giova ricordare che il Sindaco proprio all’Odeon ha citato “Attivaria” come ultimo segno vitale della gioventù latisanese: ce la ricordiamo tutti con piacere, anche Il Bacucco…….

Anche sulla 354….

Autore: Ferruccio Casasola

Commento:  —  Buona l’idea di dare un accesso ad Aprilia Marittima direttamente dalla rotonda, ma forse simile a quella prevista fin dal 1998 nella variante generale al piano regolatore comunale. Veniva ipotizzato a Picchi uno svincolo (a piani sfalsati e non rotonda) che avrebbe dovuto smistare sia il traffico per e da Aprilia, sia quello su via Volton (e quindi Bibione), togliendo tutti i pericolosi attraversamenti della S.S. 354 (carreggiate separate) fino alla rotonda di Lignano, soluzione viabilistica ottimale per l’incrocio fra un’arteria ad alta intensità di traffico (almeno d’estate) e due strade laterali adibite a traffico locale. Inoltre quella soluzione avrebbe ridotto l’intasamento sulla rotonda di entrata di Lignano, deviando a monte tutto il traffico per Bibione e Lignano Riviera. Sappiamo che da queste parti i treni passano una volta sola (come ha detto anche il Sindaco ieri sera), ma purtroppo noi siamo sempre in ritardo e li perdiamo tutti (o quasi).

Pista Ciclabile Aprilia – Lignano

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

immagine da google

immagine da google

Da: Alessandro Benedetti. —  Buongiorno a tutti, sono senza parole: la pista ciclabile Aprilia-Lignano non è ancora percorribile. Tuttora, al termine del nuovo ponte ciclabile in direzione Lignano, la pista è interrotta dalla presenza di un’area di proprietà privata (giustamente) recintata… quindi occorre percorrere un tratto del pericoloso “stradone”. E’ come costruire una casa ed accorgersi a fine lavori che manca la porta per entrarci dentro… Mi domando: ma queste cose non potevano essere previste e risolte “prima” per evitare contenziosi “dopo”? Ancora una volta i ns soldi sono stati spesi male, creando opere non utilizzabili o utilizzabili chissà quando (fine lavori prevista per agosto 2012 !!!!). Saluto tutti, speranzoso che la cosa si risolva presto. Alessandro

Ciclisti a Latisana e Lignano

Da alcuni giorni, da quando c’è il sole, la ciclabile di Paludo è percorsa quotidianamente da moltissimi ciclo turisti, tutti stranieri. La tipologia è molto simile, compagnie sui 30-50 anni, bicicletta da strada con borse e sacche, porta mappa sul davanti e cartina da seguire con il percorso indicato. Si tratta evidentemente di gente che si è informata e/o è stata istruita per fare un itinerario, che parta o arrivi a Lignano e Bibione. Ne traggono vantaggio i bar che offrono momento di sosta e relax, e magari anche aziende agricole e negozi, visti di sfuggita in bici, ma poi magari visitati in auto durante altri spostamenti. Quello che quindi manca urgentemente è completare la famosa pista ciclabile di Aprilia – Bevazzana – Lignano e poi magari mettere mano a quella sull’argine, sopra e/o sotto, che da Latisana arrivi a Lignano. Il cicloturismo è in espansione, non è più di nicchia e il nostro Comune è, come sempre, in ritardo rispetto ai trend europei e nazionali. Occorre darsi una mossa, assessore.

Turismo; da Cividale riceviamo e volentieri pubblichiamo

Presentato a Cividale del Friuli il portale dell’Agenzia Turismo Fvg.  Il mese scorso presso la sala consiliare del palazzo municipale di Cividale del Friuli si è tenuto un incontro per la presentazione del progetto di informazione turistica attivato tramite il portale dell’Agenzia TurismoFvg, www.turismofvg.it, rivolto ai Comuni e finalizzato alla gestione delle informazioni locali direttamente su questo sito.   L’Agenzia Turismo Fvg mette a disposizione delle Amministrazioni pubbliche il sistema del portale web, in modo tale che ogni Municipio possa integrare la sezione relativa ai testi. Si tratta di un’area web molto importante per la nostra regione: ogni giorno, infatti, registra tra i 6000 e i 7000 visitatori. In un prossimo futuro, inoltre, il sito sarà collegato al portale Italia.it, utile per dare visibilità al Friuli Venezia Giulia anche all’estero.  Il sito si divide in eventi, cartografie, invettive, foto, video, visite ed escursioni guidate, pacchetti e offerte per il turista. Sono presenti tutte le località della regione e ognuna di esse ha a disposizione la sua pagina con le informazioni sulla sua storia e sulle sue attrattive. “Un’opportunità da non perdere per le amministrazioni comunali” ha sottolineato l’assessore al turismo e attività produttive del Comune di Cividale del Friuli, Daniela Bernardi, che ha presieduto l’incontro; per la parte tecnica è intervenuto, invece, per l’Agenzia Turismo Fvg, Giampiero Campaiola. Hanno partecipato molti sindaci e assessori dei Comuni dei territori limitrofi a Cividale.

Latisana in….trasferta

San Paolino estate

Associazione culturale musicale San Paolino, sezione di Latisana

oggetto: “concerto sull’ali dorate” G.Verdi.

In onore del due centennale della nascita del celebre compositore italiano Giuseppe Verdi, l’Associazione Culturale Musicale San Paolino SEZ. DI LATISANA con la sua orchestra a fiati, in collaborazione con il comune di San Michele al Tagliamento, presenta il concerto SULL’ALI DORATE, il quale avrà luogo nel piazzale della chiesa di Cesarolo( Fraz. San Michele al Tagliamento) alle ore 21:00.  Il repertorio musicale sarà completamente di alta rilevanza culturale e patriottica, caratterizzato dell’esecuzione delle maggiori opere sinfoniche e liriche di G. Verdi, con la partecipazione delle voci soliste del soprano e tenore.  Vi invitiamo tutti i latisanesi a sostenerci per questa trasferta che vede la nuova orchestra di Latisana protagonista.  Non mancate ricordiamo che l’ingresso è libero a tutti i partecipanti. Alex Marino

Romeni contro

Un romeno ha accoltellato un altro romeno, a Latisana. Arrestato il 27 enne accoltellatore, in ospedale il 21 enne coinquilino

..e a Paperopoli che si dice?

Scontro all’Odeon tra Comune e Comitato Lascito Toniatti sull’utilizzo dei beni derivanti dalla generosità della benefattrice; divergenze di opinioni sui progetti e sull’uso del denaro di tutti gli anziani.

quo e paperinik lascito toniatti

Latisana percorsa sempre più dal ciclo turismo……

paperoga e turismo

In Regione non cessano le sorprese nell’inchiesta dei rimborsi facili ai consiglieri regionali; sul Gazzettino e sul Messaggero si legge di una ex consigliera che si è fatta rimborsare parecchie volte scontrini da 0.50 e 0.70 euro per consumazioni fatte al bar, nella stessa giornata.

trudy un altro stipendio

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “lascito toniatti, consiglio comunale, paperopoli, romeni, orchestra e verdi, turismo e ciclo turismo e pista ciclabile, 354”

  1. Paolo Miotto ha detto:

    Bacucco,potresti pubblicare qualche foto dei posti nominati dal consiglio comunale,giusto per sapere dove si trovano? Il fatto è che conosco i posti ma non so come si chiamano!!!!!

  2. Paolo Miotto ha detto:

    Via Trieste,mini rotatoria di via Fontanini

  3. il_bacucco ha detto:

    via trieste, da Crosere a Latisanotta, tutta dritta, cadono i pali della luce e frana la scarpata; via Fontanini, dalla LIdl all’Ospedale

I commenti sono disabilitati.