lascito toniatti, vigili, farmacia, insiel, banda e altre notizie

Lascito Toniatti – riceviamo e pubblichiamo –

Illustre bacucco il tema  da te sollevato sull’utilizzazione del lascito Toniatti e sulla sottovalutazione di alcuni aspetti  della questione ( il rispetto delle volontà del benefattore, la congruità dell’utilizzo dei beni, ecc.), necessita di una precisazione proprio in merito al testamento della Signora Teodolinda. Una precisazione che  a nostro avviso è utile soprattutto per fornire a tutti una corretta conoscenza dei fatti,  visto che ad oggi gli stessi ci sembrano  ancora poco noti. La volontà di Teodolinda Toniatti, non era quella di lasciare i Suoi beni a un generico beneficio degli anziani di Latisana,   ma era anche quella che venissero usati per la costruzione di una “casa di riposo” da realizzarsi a loro  favore. Le Sue volontà erano quindi ben precise e circostanziate, tanto che il testamento recita:  Latisana, 20 febbraio 1981. La sottoscritta Teodolinda Ida Toniatti desidera che quanto possiede vada a beneficio delle persone anziane del paese; eventualmente con adattamento della casa materna a casa di riposo per anziani, dopo la propria morte. Al nipote .…omissis ….. a mia sorella…….omissis ……… segue firma

Letto il testamento, ci sembra quindi ragionevole affermare che la Signora Teodolinda tutto si sarebbe aspettato  meno che il Comune di Latisana, in qualità di esecutore dei Suoi voleri così come li abbiamo letti, con i  beni da lei lasciati agli anziani di Latisana il Comune stesso realizzasse degli uffici, una RSA, un Hospice, ecc…… la famosa “cittadella della salute”

Per concludere, e senza entrare nel merito di un progetto che pochi conoscono bene, ci sembra che alcune questioni riguardo l’utilizzo dell’eredita Toniatti  vadano meglio approfondite, proprio alla luce delle volontà espresse nel testamento e ponendoci l’unica domanda che a questo punto ha senso: il Comune sta facendo ciò che la Signora Teodolinda desiderava?  La risposta non spetta solo a noi (anziani), certo che non corrispondere alle volontà della Benefattrice oltre che non essere bello, potrebbe anche essere piuttosto avventato.  Piero Pitacco (Nici) e Ernesto De Marchi

Latisana inadempiente

Per colpa di Insiel, così ci hanno detto. Vediamo di spiegarci. In uno dei molti decreti del Governo Monti è stato introdotto l’obbligo da parte dei Comuni di garantire massima trasparenza agli atti amministrativi e massima rintracciabilità degli iter amministrativi. Questo significa, per fare due esempi, di pubblicare interamente le determine, ovvero i procedimenti dei vari capo ufficio  e di permettere la visione globale di un procedimento amministrativo. In caso di un lavoro pubblico, cliccando su quel lavoro si deve poter rintracciare tutto l’iter, dal progetto all’appalto e alle varianti e ai costi di gestione. Un bel passo in avanti. Che si scontra però con le difficoltà tecniche di una società regionale come appunto l’Insiel. Nonostante la cosa fosse risaputa da mesi e mesi, ancora oggi, ma per pochi giorni si spera, il processo informatico non è ancora completato e, mentre altri comuni che hanno altri fornitori informatici, sono già al passo con le determine, Latisana, che è sotto contratto con Insiel, risulta appunto inadempiente. Abbiamo chiesto spiegazioni a Insiel, che però non ha ancora risposto.

Bassa

Domenica 17 marzo nella chiesetta di Sant’Agata in Pertegada, assemblea de La Bassa

Amarsi

Sabato 26 gennaio al Polifunzionale, convegno dal titolo “Amarsi un po’”

Banda

Domenica 27 gennaio all’Odeon, concerto della Banda Regionale Giovanile del Friuli Venezia Giulia, composta da 120 elementi a cura dell’ANBIMA; ecco la locandina

Banda

Per la Festa della Repubblica a cura dell’Associazione culturale S. Paolino d’Aquileia – Sez. di Latisana – unitamente a diversi cori, concerto  per domenica 2 giugno 2013. I dettagli più avanti

Nuova farmacia a Latisana

Fvg: ok Giunta concorso 49 nuove farmacie (ANSA) – UDINE, 16 GEN – In Fvg saranno aperte 49 nuove farmacie in 49 comuni. La delibera di istituzione del concorso per l’assegnazione delle sedi e’ stata approvata dalla Giunta Fvg per ottenere una farmacia ogni 3.300 abitanti. Il numero e’ calato per il decreto legislativo nazionale 1/2012. Procedura standard – verra’ effettuato per soli titoli e in via telematica – ma la Regione ha il compito di sovrintendere agli aspetti tecnici e amministrativi relativi al concorso. (ANSA).   Ora bisognerà vedere se la scelta fatta dal Comune, cioè quella di autorizzare l’apertura in Aprilia Marittima, sarà recepita dal mercato; il Comune aveva scelto Aprilia nonostante il parere contrario dell’Ordine e dell’ASS 5. Altre località potenziali erano Paludo e Latisanotta.

Polizia Municipale

Ci sono in atto sentenze e ricorsi per delle multe elevate dai vigili e che poi, in ragione di termini e scadenza, hanno generato un contenzioso legale sfociato in diversi ricorsi al Giudice di Pace e accoglimento delle ragioni dei cittadini, e contrarie quindi alle ragioni della Polizia (…….CONSIDERATO che il Giudice di Pace di Latisana ha provveduto ad annullare le cartelle esattoriali ed ha condannato il Comune di Latisana alla rifusione delle spese di procedimento liquidate in via equitativa in € 50,00 nelle controversie con le seguenti controparti:. ) Inoltre c’è una denuncia per falso fatta da una dita di Latisana sempre avverso una multa. Insomma un bel po’ di contestazioni e di pratiche legali, con sentenze già avvenute e altre che verosimilmente saranno simili. In ragione di ciò il Comune ha deciso di opporsi e ricorrere. Spese legali insomma. Ecco i nominativi dalla delibera di giunta…..

PER tutto quanto premesso, SI PROPONE

1. di proporre appello alle sentenze del Giudice di Pace di Latisana nelle controversie con le seguenti controparti: 1. CAMPAGNA PAOLO, 2. FERRO STEFANO, 3. TOSATO STEFANO, 4. FELETTIG MAURIZIO, 5. PIROTTA ANTONIETTA, 6. BOSI FRANCESCO, 7. C.E.D.F. DI TUROLO ROBERTO S.A.S., 8. SCHROTT FRANCESCA, 9. CAVALLARO GAETANO, 10. PICCINI GINO, 11. CASASOLA GIORGIO, 12. GREGORATTI STEFANIA, 13. FABRIS FABRIZIA, 14. FAGOTTO BASTONE JASMINE, 15. SGUAZZIN SIMONE, 16. PESCE ALBERTO

2. di proporre appello alle eventuali future similari controversie; 3. di costituirsi nel giudizio di appello proposto dall’avv. Luciano Falomo; 4. di costituirsi nel giudizio di querela di falso proposto dalla My Energy Friuli S.r.l. 5. di individuare un legale a cui affidare la gestione delle pratiche di contenzioso di cui al punto 1,2 e 3.

Condividi il post!

PinIt