Latisana 3 P: preti, piazza, parti

La Piazza si spacca

Nata per essere pedonalizzata, come da progetto vincitrice del concorso di idee, la Piazza Indipendenza si sta sgretolando: i porfidi nati per sopportare solo pedoni e biciclette cedono sotto il peso delle auto e dei mezzi pesanti (giostre) e man mano vengono sostituiti da asfalto come si vede nella foto. Tanto valeva mettere asfalto all’inizio. Da sempre sentiamo dire che appena reperiti i parcheggi la piazza, lo slargo, verrà pedonalizzato: ora i parcheggi sono stati trovati eppure…. Promesse non mantenute.

Chiusura del punto nascita in Ospedale: ecco il protagonista     (leggi tutto)


Anche se recentemente la Regione ha sospeso l’applicazione della chiusura dei punti nascita, quelli sotto i mille parti son destinati a chiudere, occorre vigilare sulla questione, anche perché c’è chi questa chiusura la sostiene e la difende, si tratta del consigliere regionale del PD Franco Brussa, che così scrive sul giornale: “Garantire che i punti nascita regionali rispondano a criteri di sicurezza assistenziale per i neonati e per le mamme e che questa sicurezza risponda altresì ai principi di economicità e buon utilizzo del danaro pubblico destinato alla sanità regionale e garantire, nei presidi ove ricorra l’esigenza di rinunciare al punto nascita l’implementazione, grazie alle risorse liberate a seguito di razionalizzazioni dell’offerta, di percorsi pre-parto e post-parto che consentirebbero l’accesso a servizi di qualità elevata alla cittadinanza dei territori i cui i punti nascita rischiano di essere soppressi. È quanto prevede un Ordine del giorno accolto dalla Giunta regionale, che vede me quale primo firmatario, ma che è stato sottoscritto anche da diversi esponenti del centrodestra. Con questo documento si dà una svolta positiva e significativa a molte delle polemiche sorte a seguito dell’ipotesi della chiusura di alcuni punti nascita, prevista, comunque, con il 2012. Un documento che supera anche la pilatesca posizione assunta a suo tempo dalla Giunta regionale allorché, per non scontentare alcune realtà territoriali rette dal centrodestra (vedi Latisana, vedi Gorizia), ha deciso di rinviare la decisione.” E’ abbastanza chiaro, secondo Brussa si deve chiudere e sembra siano in sintonia anche esponenti della maggioranza, oltre che esponenti della sanità regionale. A me fa sorridere la frase “buon utilizzo del danaro pubblico”  come se spendere i soldi per il punto nascita fosse uno spreco, mentre lo stipendio, i privilegi e la pensione a Brussa siano soldi ben spesi…. Occorre vigilare.

La Voce nel suo ultimo numero

Bello il periodico edito dalle Parrocchie di Latisana e Latisanotta, distribuito a tutti nel corso delle feste natalizie. Il giornale contiene molti articoli e foto ed anche  argute riflessioni; tra gli appuntamenti segnaliamo la cerimonia del 5 gennaio, mercoledì alle 19.00 con la benedizione dell’acqua, del sale e della frutta, in Duomo. Molte le pagine dedicate alle varie attività della Parrocchia, ed in effetti a scorrere gli articoli si scoprono mille volti e mille iniziative degne di nota, una parte sana e bella di Latisana. Ispirato per esempio l’articolo dedicato alla chiesa di Sant’Antonio, in centro a Latisana, riaperta al pubblico l’estate scorsa; foto e cronaca anche per il rimesso a nuovo Asilo Rosa de Egregis Gaspari, articoli e foto poi per le varie chiese e attività: una bella rivista, da conservare.

Annotazione finale

Il Senatore Umberto Bossi ha trovato delle cimici a casa sua ed ha avvisato il Ministro Maroni; io ho trovato delle pudiese a casa mia, chi avviso?

Condividi il post!

PinIt