Latisana de na volta, cortesia per gli ospiti, segnaletica, lavoro, friulano, delfini e bruttura

Latisana de na volta


Oggi pubblichiamo tre foto che ci sono state mandate da Ernesto De Marchi, avute a sua volta dall’archivio di Josefino Zanelli. Insieme alle foto della Villa Gaspari c’è anche quella del portone centrale in ferro della recinzione della stessa villa. Ernestino si chiede, e ci chiede, che fine abbia fatto quel prezioso manufatto e oltre a scoprire dov’è, egli si interroga anche sulla possibilità di riutilizzarlo, magari posizionandolo, sua proposta, all’ex Stazione Ippica, futuro Museo. Una foto, egli dice, “ merita un piccolo commento: sullo sfondo si vede distintamente che il monumento di Piazza Indipendenza (cippo) , sulla cui collocazione spesso si disserta (nol se in centro de la Piassa… chissa perchè lo ga messo lì …. ecc…),  è posto lungo un asse ideale che  attraverso via Rocca (la via dei siori..) unisce la villa dei Gasperi con la Piazza.” De Marchi accompagna la spedizione delle foto con due parole, eccole:….D’accordo che è solo un portone ma potrebbe essere un elemento per il recupero della “memoria” storica di Latisana……. lo so che con questa no se magna e no se fa metricubi, ma podaria esser una bela roba lo stesso….. Visto che con il Tuo sito Ti proponi di “fare opinione” ….. converrai con me che l’informazione è un’altra “roba”…. magari potresti lanciare una bella proposta con l’obbiettivo di stimolare il Comune perchè lo acquisisca dal privato e lo collochi da qualche parte (… ad esempio presso la ex stazione ippica, oppure come elemento decorativo dell’orrendo edificio che sorgerà al posto dell’ex caserma o altro ancora che i Tuoi lettori potrebbero suggerire) Per doverosa citazione le foto sono dell’archivio Zanelli (Josefino).”  Accompagniamo queste foto con quelle scattate ieri, stessa posizione.



{jcomments on}

Cortesia al turista


Ieri, domenica, abbiamo assistito in Piazza Indipendenza ad una scena che ci ha indotto a una proposta semplicissima. Una copia di giovani ha introdotto dei soldi nella macchinetta per il ticket, che ovviamente gli ha restituito lo scontrino valido fino al giorno dopo. Anche sei nella segnaletica l’avviso c’è, sulla macchinetta si capisce poco che la domenica non si paga. Poco, come si vede da foto. Basterebbe un adesivo con la scritta in tre lingue che la domenica non si paga; una cortesia per gli ospiti.

Segnaletica …fragile


Dura sempre poco la segnaletica luminosa (spenta) davanti a Sorarù e al Duomo; non è la prima volta che la sfasciano e se non fanno qualcosa non sarà nemmeno l’ultima.

Quanto ci vuole?


Per levare queste schifezze di segnaletica in giro per Latisana? In questi giorni la Pro Latisana sta preparando l’assemblea dei soci per il rinnovo delle cariche, consiglio di amministrazione e presidente.  Non sappiamo se esiste un limite ai mandati oppure no. Speriamo che un o dei primi atti della nuova Pro Latisana sia proprio quello di far togliere queste brutture inutili.

Delfini Latisana


Pubblichiamo la copertina del depliant dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Delfini Latisana, che si occupa di Baseball e Softball. Molto attivi sul territorio, hanno fatto incontri in moltissime scuole di Latisana e dei paesi vicini, promuovendo il gioco e illustrando le regole; tra poco opereranno anche all’aria aperta a Paludo, in campo sportivo.

Cronaca regionale


Sul Mv di domenica leggiamo che l’Agenzia per il Friulano costa a noi tutti 2,5 milioni di euro in tre anni. Di questi 1.405.000 euro sono per stipendi, indennità, rimborsi, consulenze insomma per persone e personale. Più del 50%. Nell’epoca di internet, appare davvero un ennesimo magna magna di chiara nomina politica.

Lavoro

In Germania cercano dipendenti che sappiano tedesco e/o inglese; non solo nei bar, ma ingegneri ed informatici.

Condividi il post!

PinIt