Latisana de na volta, monumento e Pertegada

Latisana de na volta

La vicenda della farmacia nuova da aprire a Latisana, che pare debba andare a Aprilia Marittima e non a Paludo o Latisanotta come forse ci si poteva aspettare, ha dato spunto a Marco Caineri di inviarci questa bellissima fotografia della farmacia All’Igea di Durigato del 1901. Incerta la posizione dell’attività, ma da una valutazione con alcuni latisanesi doc, pare debba essere individuata dove oggi c’è lo Stusighin, in Piazza Indipendenza. La seconda foto è di Via Vittorio Veneto, anni ’50, sempre di Marco Caineri. Dove oggi, a fianco dell’Autoscuola, c’è un’attività di parrucchiere, una volta c’era il primo negozio “Caineri”; si intravede la scritta.

Monumento

Prima ci sono le riunioni, le assemblee e le decisioni; poi la domanda in Comune, la ricerca di un progettista conveniente, di volontari abili nell’edilizia, di finanziatori e anche di aderenti alla sottoscrizione, e poi alla fine c’è la realizzazione. Parliamo dei monumenti; dopo sforzi ed impegni finalmente c’è l’inaugurazione, con cerimonia, fiori inni e festa di contorno. E poi? Poi ci sono queste foto….

Pertegada IMU e Piazza

Le piccate reazioni di qualcuno alla notizia che metteva su uno stesso piano di discussione la nuova tassa IMU e la Piazza di Pertegada, con un milione e 200.000 euro da spendere per…sistemarla, ha evidentemente  dato un segnale. Il segnale è che guai a toccare Pertegada, e che i “campanili” sono ancora oggi dei valori da difendere. Forse anche giustamente. Da quel che sappiamo sul tema ci saranno delle prese di posizione delle minoranza, anche perché effettivamente la piazza non appare disastrata e forse i soldi si possono spendere altrove. Resta da vedere che non ci sia la solita fregatura dei fondi vincolati, ovvero io i contributi te li do, ma solo per fare quello che voglio io…..

Condividi il post!

PinIt

4 commenti su “Latisana de na volta, monumento e Pertegada”

  1. Severino ha detto:

    Bhe certo i contributi si danno, ma non certo per fare i fatti tuoi, non e previsto dalle attuali procedure, e mi sembra anche giusto.

  2. Massimo Della Siega ha detto:

    Sono della personale idea che un’opera pubblica che investa sul territorio per migliorarne la vivibilità , anche urbanistica, sia un impegno ben preso . L’unica controindicazione può essere però di ordine economico . Vale la regola che vale in ogni buona famiglia e ci si deve chiedere : l’anno scorso avevamo previsto una determinata spesa per una cosa importante ma non immediatamente vitale , ce lo possiamo ancora permettere?

  3. Massimo Della Siega ha detto:

    Non sono d’accordo sul fatto che l’antica farmacia all’Igea fosse allocata dove indicato dal bacucco . Una piccola ricerca analitica sulle vecchie foto d’inizio secolo dell’attuale piazza Indipendenza ( una di queste pubblicata anche su questo sito) , sembra collocare la farmacia sul lato opposto , in corrispondenza più o meno del passo carrabile tra gli attuali “palazzo Formentini” e quello dove ha sede il Bar Olimpico. Almeno così mi sembra.

  4. il_bacucco ha detto:

    bravo…..infatti domani rettifichiamo; ma è anche vero che…bè..leggi…

I commenti sono disabilitati.