Latisana e fede, Negozi Amici, Ditemare, Consiglio, libro, biogas, ecc

{jcomments on}Latisana, fede e fantasia

Deve essere animato da molta fede il proprietario della casa fotografata in zona Consorzio Agrario, e indubbiamente è anche dotato di buona fantasia o capacità creativa. Grazie al suggerimento di una lettrice ( tanks Paola), siamo andati a vedere e fotografare. A voi le osservazioni del caso, Ma anche no.

 

 

Latisana on the world

Magari quelli del Comune non saranno contenti, ma siamo andati sulle pagine del mondo, eccole (scorri le foto e cerca….)    http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=559187&page=39

Chissà se ora qualcuno interverrà…..

Tornano “I Negozi Amici”

La possibilità di fare domanda di contributi per i Centri Commerciali Naturali, ovvero all’aperto, i centri storici, ha stimolato Comune e commercianti  rispolverare il vecchio marchio de “I negozi amici”. Stilato un progetto da circa 38 mila euro che prevede: 1. Realizzazione di un centro unitario di gestione. del Centro commerciale naturale “I negozi amici, di Latisana” che, oltre ad avere caratteristiche squisitamente operative, svolgendo la funzione di “info point” possa incentivare la promozione territoriale del Latisanese.  Tale centro operativo si localizza presso il Centro Intermodale Passeggeri di Latisana.  2. Azioni di marketing. Si prevede di realizzare, in collaborazione con Confcommercio di Udine, Mandamento della Bassa Friulana, un progetto di Marketing Territoriale che comprende una pluralità di Azioni Coordinate che mirano a raggiungere il più possibile la potenziale utenza di un “Centro Commerciale Naturale”.   3. Animazione del Centro commerciale naturale. Relativamente alle attività di animazione si prevede la creazione nel centro storico di Latisana di alcuni “Mercati a Tema” mensili e settimanali e delle attività di animazione di Piazza da sperimentarsi durante il periodo natalizio, finalizzate soprattutto all’intrattenimento di bambini e ragazzi: tale servizio è finalizzato a lasciare liberi i genitori di frequentare le attività commerciali avendo una sicurezza riguardo alla custodia e cura dei loro figli. 4. Promozione. A completamento delle azioni precedentemente descritte si intende favorire, in collaborazione con Confcommercio di Udine, Mandamento della Bassa Friulana, la creazione di una rete tra i commercianti di Latisana, con la realizzazione di attività comuni di promozione da riconoscersi sotto lo storico marchio latisanese dei “Negozi Amici” e successivamente la realizzazione di un portale Web di Latisana, nel quale saranno presenti tutte le attività che aderiranno al progetto. Tra le attività di promozione che verranno realizzate si prevede il consolidamento della Lotteria di Natale, con l’emissione di biglietti gratuita abbinandoli ad ogni spesa superiore ad una determinata cifra e l’estrazione finale di premi in buoni spesa da consumarsi presso le stesse attività aderenti. Verrà realizzata, inoltre, una Fidelity card, ovvero una carta dotata di microchip che una volta utilizzata presso le attività aderenti, permetterà alla stessa di essere pre-caricata dello sconto effettuato dal negoziante (ogni attività avrà una vetrofania indicante lo sconto praticato al possessore della fidelity card “negozi amici”) immediatamente e tale importo pre-caricato potrà essere speso a sua volta all’interno di tutti i negozi aderenti al circuito.

Non per fare della critica, ma a parer mio a Latisana centro commerciale mancano…..i negozi:  occorerebbe prima occupare e riempire le vetrine vuote. Magari con nuovo negozi e bar, speriamo, ma nel frattempo perché non dire a qualche produttore della periferia di mettere le sue produzioni in vetrina? Un esempio? Lorenzonetto, bottiglie e bag in box in centro a Latisana. Ma anche fiori e vasi dei vivai, e scooter elettrici di Pavoni….e piccole barche da Pertegada…. ecc ecc.. tutto.. meglio di una vetrina vuota.

Consiglio spostato

Doveva essere programmato per il 27 ottobre, ma la concomitanza con la serata organizzata dal Centro Sinistra per Latisana e con la partecipazione di tutte le minoranza, ha indotto il Comune a spostare la data; probabilmente sarà per mercoledì 26 alle 18.00

Biogas: Latisana – Italia

L’impianto a biogas di Pertegada procede spedito nei lavori e a nessuno sembra interessare la cosa. Ricordiamo che 300 ettari di superfici destinate alla produzione alimentare verranno dirottati a macerazione e produzione di concime. Ma invece la cosa interessa tutti, ecco perché. Partiamo da lontano: la legge nazionale prevede degli incentivi per gli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ovvero vento, sole ed appunto biomasse. Come fa lo Stato a intervenire? Pagando di più l’energia elettrica rispetto ai costi delle fonti attualmente in essere, ovvero importazione (nucleare dalla Francia e da altri paesi) o produzione da energie fossili carbone, petrolio e gas, o da impianti idroelettrici. Il produttore di energia da biogas, come quello di Pertegada riceve fondi pubblici sotto forma di super pagamento del Kw prodotto. Come salta fuori questo surplus? Ovviamente aumentando il costo delle bollette energetiche “ a tutti”. Ecco quindi quadrato il cerchio: per pagare il guadagno di Pertegada “tutti”, tutta Italia ovviamente, paga di più la bolletta elettrica. Giusto o sbagliato non sta a me dirlo. Basta saperlo. Decidete voi.

Presentazione libro

Mercoledì  26 ottobre, alle 18.00 al Polifunzionale, presentazione del libro di Daniela Galeazzi  “Giulia Calame , la riscoperta di una donna del risorgimento italiano”. Introduzione storica a cura di Maria Renata Sasso.

Latisana e Ditenave

Se avete visto il Tg3 o Telefriuli e avete letto i giornali, già sapete dell’accordo fatto tra Comune di Latisana e Ditenave ( vedi sotto); ora ne scopriamo i dettagli, un po’ fumosi al momento. Eccoli.

DITENAVE riconosce la valenza del ruolo di impulso e coordinamento svolto dal Comune di Latisana per lo sviluppo di un Polo della nautica da diporto sul proprio territorio ed i territori limitrofi. DITENAVE si impegna fin d’ora a collaborare con il Comune di Latisana per lo sviluppo del Centro servizi per la nautica da diporto da ubicarsi all’interno del Primo Lotto dell’intervento di riqualificazione dell’ex Caserma Radaelli, anche in considerazione dell’ipotesi di insediare presso tale Centro servizi un proprio ufficio operativo nei tempi, nei modi e alle condizioni che verranno definite in un futuro atto convenzionale. DITENAVE, in collaborazione con il Comune di Latisana, s’impegna a promuovere, presso il Centro servizi per la nautica da diporto e coinvolgendo gli operatori del settore presenti sul territorio, un progetto avente come possibili obiettivi:- la realizzazione di un progetto pilota per la creazione, qualificazione e certificazione della filiera del “refitting”- la condivisione di impianti specialistici disponibili- la co-gestione degli slot produttivi- il coordinamento degli interventi di emergenza tramite un “call center” unificato- lo sviluppo di un sito web dedicato ai servizi di assistenza- la definizione di una offerta formativa comune per il settore, da attuare con ilcoinvolgimento degli Enti aderenti a “progettoMare”Ma chi è DITEMARE:   questa: 

http://www.ditenave.it/index.php?page=internal&id_macro=1&id_cat=75&id_content=30

Condividi il post!

PinIt