Latisana e Priebke

Da Ermes Corazza riceviamo e volentieri pubblichiamo

Credo fermamente che nella nostra società che si definisce CIVILE non debba esistere il reato d’opinione. Diego Cicuttin può avere qualsiasi opinione. Altrettanto fermamente credo nella CIVILTA’ e nella DIGNITA’ dell’uomo e chi ha commesso i crimini di cui si parla ne è totalmente fuori. E’ grave che un consigliere comunale che si richiama ai valori di DIO, PATRIA e FAMIGLIA si dimentichi che DIO era ed è di certo contro quei gesti di abominio, la PATRIA è stata martorizzata sulla carne di quei poveri CRISTI e la FAMIGLIA ITALIANA (in nome suo tutte le famiglie massacrate in quelle fosse che erano italiane) ha pianto per quell’atto nefando capitanato da chi è stato riconosciuto e condannato per il crimine commesso.  Quindi IL CAPITANO ERICH E’ UN CRIMINALE . … e tu, Diego, gli dai del tu. Un criminale, nazista o comunista, Stalin o Hitler, rimane sempre un criminale. I crimini contro l’umanità non hanno scusanti o mitigazioni per quello che di positivo può essere stato fatto dal criminale stesso. Una volta c’era un’eguaglianza: ergastolo=fine pena mai. Oggi sono cambiate le cose, dall’ergastolo puoi uscirne, ma per QUESTI crimini RIMANE il FINE PENA MAI e, Diego, “finalmente libero” lui non lo sarà MAI perché sarà sempre prigioniero dell’abominio commesso ammettendo dubbiosamente la presenza di un’anima nel suo corpo. Chiunque sia eletto a rappresentare altri DOVREBBE rappresentare non solo se stesso ma tutti i cittadini e assolutamente DEVE essere consapevole del ruolo d’esempio etico e morale che ricopre. Nessuno tocchi Caino, certo, ma Caino è stato allontanato dal Paradiso. Il capitano Erich è Caino … e tu gli dai del tu, ed è stato allontanato dall’umanità. Diego, io penso che tu abbia fatto una grave cazzata. Tu non sei Caino: allontanati spontaneamente senza ulteriori calcoli d’opportunità. Così, poi, potrai praticare i tuoi ideali senza avere il peso o il freno di dover rappresentare tanti cittadini che si riconoscono in valori che evidentemente non sono i tuoi. Non dirò nulla su cosa dovrebbe o non dovrebbe fare il Sindaco perché penso che non si sposterebbe di molto rispetto alla stringata presa di posizione per i fatti di appartenenza alla massoneria.  Fatti personali allora si disse. Stringato, sbalorditivo, ma era in gioco la tenuta della maggioranza.  E ora? Ora forse è in gioco un etichetta se non si prende una posizione netta. Ne ricordo una “LATISANA  MARTIRE” e penso che la prossima potrebbe essere peggiore. Oggi servono prese di posizione chiare per dare indirizzi positivi a questa nostra società latisanese che rischia una deriva sociale violenta verso la mancanza di identità, di cultura, di umanità e di coesione sociale.  —  Ermes Corazza

Latisana e Priebke

Ovviamente non  si è placata la polemica sui noti fatti; la sinistra chiede di parlarne in consiglio, il Sindaco ha espresso una pacata ma ferma posizione di condanna, che appare tuttavia abbastanza debole. Vero è che non può il Sindaco far dimettere un consigliere comunale, ma altrettanto vero è che si può almeno chiederlo, magari con una raccolta firme. Sarebbe interessante vedere se la firmano tutti. Commenti sulle nostre pagine.

Condividi il post!

PinIt

14 commenti su “Latisana e Priebke”

  1. Davide Lorigliola ha detto:

    Sono d’accordo con quanto scritto da Ermes Corazza, ma 1) in altri Paesi esistono sanzioni penali per chi fa affermazioni come quelle di Cicuttin e gradirei che anche l’Italia – in cui i nazisti si sono resi protagonisti di eccidi terribili – se ne dotasse 2) Cicuttin dovrebbe essere censurato dall’intero consiglio comunale, che dovrebbe richiedere pubblicamente le sue dimissioni. Solo così Latisana riacquisterebbe un minimo di dignità.

  2. mio ha detto:

    I problemi a Latisana sono ben altri e sono molto più importanti di cosa pensa un consigliere comunale!E voi che state tanto lì a puntare il dito verso Cicuttin perchè non usate il tempo che avete usato per commentare il fatto a cercare di far funzionare qualcosa in questa Latisana ormai alla deriva.

  3. il_bacucco ha detto:

    ricordo a tutti di usare MAIL VALIDE, pena la cancellazione……

  4. Davide Lorigliola ha detto:

    Cicuttin, e anche il signor “mio” (che non ha il coraggio di firmarsi, chiaramente) che ne minimizza le enormità, sono certo due problemi di Latisana… Un Comune su cui è calato un velo di vergogna che rimarrà tale fino a che l’apologeta dell’apologeta dell’Olocausto non avrà un sussulto di dignità: quella di dimettersi

  5. Maurizio ha detto:

    “mio” mi sembra una persona molto sensata, solo che non credo che a Latisana ci sia abbastanza sabbia affinché tutti possano infilarci la testa… 🙂

  6. Paolo Miotto ha detto:

    Mi dispiace,ma se si continua a parlarne, si continua ad alimentare questo caso estremamente sgradevole, se non altro perchè non porta ad alcun giovamento. Che si arrangino in comune, i cittadini in cuor loro, sapranno come regolarsi nei propri sentimenti.
    Al sig. Cicuttin, vorrei far notare che nella sua frazione c’è una via con tutti i pali del telefono che cadono nei campi, forse sarebbe il caso di prestare più attenzione affinchè li sistemassero, prima di ritrovarsene qualcuno sotto le ruote o, peggio ancora, sulla testa di qualche malcapitato.

  7. Severino ha detto:

    Molta gente che parla di dignità anche se non so di quale. Perché non parliamo anche di un pò di Ipocrisia, e qui di ipocrisia ne vedo tanta. Ognuno può pensarla come vuole, ma per come la vedo io Priebke era un giovane ufficiale e cui c’era la guerra con degli ordini da eseguire (dicasi eseguire) e c’erano delle regole precise. Non voglio tirarla tanto a lungo, perché ho già visto che siete degli ipocriti pertanto e guerra persa la mia tentare di convincervi. i veri xxxxxxx che hanno fatto SI che tutto ciò avvenisse sono ancora in giro, anche se ormai sono forse più di là che di qua, tenuto conto che Priebke aveva 100 anni, stavo dicendo che questi xxxxxxxxx si chiamano PARTIGIANI xxxxxxxx, magari gli hanno pure premiati, in italia si usa fare. E bello fare attentati col culo degli altri. Priebke ha fatto solo il suo lavoro di soldato, ed e stato fedele sino alla fine coerente con se stesso e la divisa che indossava. in guerra si fanno morti non sconti. e quei Partigiani non hanno fatto sconti a nessuno, se si voleva salvare quella gente, bastava che si presentasse almeno uno di loro. smetto qui va se no mi mandate a cagare ancora prima di cena.

  8. il_bacucco ha detto:

    mi dissocio TOTALMENTE da quello che dice severino, ma siccome ci mette la sua faccia e il suo nome, lascio che sia la gente a leggere e a giudicare. ho dovuto cancellare e xxxxxx are una offesa perché era troppo.

  9. Severino ha detto:

    Bacucco non erano offese, almeno io non le intendo tali, mi piace parlare chiaro, non voglio essere frainteso, il fatto che tu ti dissocia a poca importanza. Salvo la Pagina e la riporta nel mio sito personale per intero nelle mie News, questo fatto non deve passare innosservato. Non ho paura di misere querelle, ho bisogno di soldi in questo periodo pertanto ben vengano. seguirà una richiesta danni.

  10. Severino ha detto:

    Forse era meglio stare zitto e far finta di niente, visto l’argomento. i militari in guerra fanno i militari ed eseguono degli ordini, per chi non li esegue ce una corte marziale per giudicarti, e quella di allora non e questa di oggi, il tajeto non te lo offrivano a quei tempi. cerchiamo di darci un taglio, e vergogniamoci, soltanto per avere commentato un fatto di cui a noi non ce ne frega un tubo.

  11. Severino ha detto:

    Salvo d’Acquisto e un eroe nazionale perché si e offerto per salvare quella gente destinata a morire per causa di quel attentato commesso dai Partigiani, hai Tedeschi interessava un responsabile, e pur sapendo che Salvo non era responsabile hanno eseguito, la condanna che e dispiaciuta anche a loro, ma quei xxxxxxxxxxx Partigiani, mica si e presentato nessuno. c’erano delle regole e andavano rispettate c’era la guerra, ed i partigiani lo sapevano che per ogni tedesco ucciso ci andavano di mezzo 10 cittadini. L’ufficiale che ha eseguito la sentenza non ha nessuna colpa. così come non né ha Priebke, ovvero né ha nel senso che ne a fucilati 5 in più, forse non sapeva contare ed andava di fretta.

  12. Davide Lorigliola ha detto:

    Sarebbe importante che tu non cancellassi il post di Severino, perché – per fortuna – tra poco quello che ha scritto si pagherà con carcere, in Italia.

  13. il_bacucco ha detto:

    ribadisco che mi dissocio totalmente, soprattutto dall’ultima frase. severino dacci un taglio, sul tuo sito metti quello che vuoi, qui con questa dei 5 morti hai chiuso sull’argomento. stop. nessun altro post che, a mio avviso, sono deliranti. e siccome qui comando io, basta commenti sul tema.

  14. Severino ha detto:

    Caso chiuso e saluto tutti !!

I commenti sono disabilitati.